Juergen Teller,   Louvre 04 Raquel Zimmermann,   Charlotte Rampling,

Juergen Teller, Louvre 04 Raquel Zimmermann, Charlotte Rampling,

 

#MIARTALKS

Membro della giuria dell’importante World Press Photo in Olanda, la Senior Photo Editor, di Vogue Italia e L’Uomo Vogue, Alessia Glaviano, racconta ad ATPdiary i suoi prossimi talks con importanti professionisti della fotografia, di moda e non solo, in occasione del Miart 2014. 

ATP: Su cosa verteranno le conversazioni?

Alessia Glaviano: Il primo appuntamento è quello con Jürgen Teller. Il nostro incontro verterà su tutto ciò che riguarda il suo modo di utilizzare la fotografia e le relazioni che intercorrono fra questo linguaggio, la moda e l’arte. Le sue immagini, più di altre, hanno contribuito a cambiare l’immaginario della fotografia di moda negli anni ’90, quindi il nostro dialogo cercherà di mettere a fuoco e raccontare la sua particolare estetica. Non credo che mi dilungherò a presentare la sua carriera, visto che è molto conosciuto. Probabile che ci saranno delle proiezioni con delle sue fotografie, magari le più significative.

ATP: Quindi sarà più una conversazione sul linguaggio della fotografia.

A.G.: Sì, sul linguaggio della fotografia e le commistioni tra fotografia, arte e, non ultima la moda o più in generale gli ambiti commerciali. Devo sottolineare che una figura come quella di Jürgen Teller è particolarmente esemplare perché, nonostante lavori in ambiti anche molto diversi – penso all’arte e alla pubblicità – non ha mai cambiato il suo modo di creare una certo ti tipo di immagini. E’ sempre rimasto fedele al suo stile.

ATP: Nella seconda conversazione, invece, hai invitato il direttore di LOVE, Martin J. Tickner, l’art director di Vogue Italia, Luca Stoppini e Mike Meiré, Direttore Artistico, Designer, Artista e Head of Creation.  Su cosa verterà questo incontro?

A.G.: Vorrei indagare con loro in che modo si è evoluta e come è cambiata nel tempo la loro professione, anche con l’avvento di internet e dei new media; quali sono le differenze e i punti di contatto tra un’art direction di tipo commerciale e invece “l’arte per l’arte”; il modo diverso di approcciare i vari progetti editoriali piuttosto che le campagne; cosa pensano del fatto che ci sia sempre un po’ di snobismo quando un Art Director si mette a fare cose più prettamente artistiche…

ATP: Perché hai scelto proprio queste tre figure professionali?

A.G.: Ho scelto Tickner, Stoppini e Meiré perché rappresentano tre delle realtà  più importanti oggi, come appunto LOVE Magazine, che a mio parere a livello fotografico è uno dei magazine più innovativi, poi c’è Stoppini per Vogue Italia e Mike Meiré che ha fatto qualsiasi cosa, ora sta lavorando anche in Condé Nast. Recentemente ha fondato 032c.

ATP: Dunque li hai scelti in quanto figure carismatiche.

AG: No, piuttosto li ho scelti in quanto figure che al meglio rappresentano, oggi, i temi che volevo affrontare; quindi se vogliamo parlare di fotografia e arte Teller è, per me, uno dei principali esponenti, mentre se vogliamo parlare di art direction e arte questi tre sono i principali esponenti.

Venerdì /  28.03.14

14:00 – 15:00
“Masters of Photography”
Juergen Teller, Artista, London
Introduce: Alessia Glaviano

Sabato /  29.03.14

14:00 – 15:00
“Masters of Art Direction”
Mike Meiré, Direttore Artistico, Designer, Artista e Head of Creation, Meiré und Meiré, Köln
Luca Stoppini, Art Director, Vogue Italia, Milano
Martin J. Tickner, Direttore Creativo, LOVE Magazine, London
Moderatore:
Alessia Glaviano

LOVE magazine

LOVE magazine

LOVE magazine,   2010 with Kristen McMenamy. Shot by Axel Hoedt.

LOVE magazine, 2010 with Kristen McMenamy. Shot by Axel Hoedt.

032C

032C

Mike Meiré

Mike Meiré

Waiting for #Miart2014 ? Edoardo Bonaspetti

Waiting for #Miart2014 ? Luca Lo Pinto #2014

Waiting for #Miart2014 ? Alessandro Rabottini

Waiting for #Miart2014 ? Maria Cristina Didero