Centrale Fies lancia due nuove CALL FOR ARTIST

Il bando scade il 30 marzo per partecipare a LIVE WORKS - Free School of Performance e a Agitu Ideo Gudeta FELLOWSHIP
1 Marzo 2023
Vincitori della scorsa edizione – Foto Alessandro Sala – Courtesy Centrale Fies

Centrale Fies lancia due call per artisti e artiste. La 11° edizione di *LIVE WORKS – Free School of Performance*, call internazionale dedicata alle pratiche performative contemporanee e all’ampliamento della nozione di performance e la 3° edizione di *Agitu Ideo Gudeta FELLOWSHIP* per artiste e artisti italiani razzializzati, nato all’interno di LIVE WORKS e pensato come una forma di affermative action di Centrale Fies e Razzismo Brutta Storia in collaborazione con BHMF. 

Sono 6 i posti per *LIVE WORKS – Free School of Performance*, 1 per “Agitu Ideo Gudeta FELLOWSHIP”.Ogni progetto selezionato avrà a disposizione:
– una fellowship annuale di 3.000,00
– la partecipazione al Kick Off Seminar nei giorni 30 giugno, 1-2 luglio 2023, durante il Live Works Summit 2023, presso Centrale Fies
– una residenza individuale di 15 giorni a Centrale Fies
– una residenza collettiva insieme a tutti i progetti selezionati, a Centrale Fies, nell’estate 2024 con presentazione delle performance durante il Live Works Summit 2024;

Seguono i dettagli dei bandi —

LIVE WORKS – Free School of Performance – Deadline 30 Marzo 2023 > Link

Come ogni anno LIVE WORKS si struttura grazie a più periodi di residenza artistica e creativa offerti ai progetti selezionati, intendendo la performance come “spazio di lavoro”, come strumento ed esercizio culturale. La specificità del progetto consiste in un’attenzione particolare alla ricerca ibrida, con l’intento di sottolineare la natura di “apertura” e fluidità del performativo, la sua implicazione sociale e politica e la sua intelligibilità pubblica.  
Sono ammesse al bando azioni performative di diversa natura, comprese anche sound and new media art, text-based performance, lecture performance, multimedia storytelling, pratiche coreografiche, pratiche relazionali e progetti workshop-based, e altri progetti che mettono in discussione l’idea di performance al di là del corpo.
Possono partecipare al bando artistз e professionistз di ogni provenienza geografica e senza limiti di età, singolз e gruppi, con un solo progetto. Al bando sono ammessi solo progetti inediti o di lungo periodo che devono essere sviluppati e/o conclusi e di cui la partecipazione all’open call rappresenta un capitolo o il capitolo finale.
Le performance prodotte saranno presentate nell’estate 2024 a Centrale Fies, durante Live Works Summit. In questa occasione i progetti saranno visionati e discussi da un board di professionisti/e internazionali, provenienti da festival, istituzioni, programmi di produzione e residenza e manifestazioni che sostengono e producono la ricerca in ambito performativo. 

Deadline 30 Marzo 2023 > Link

LIVE WORKS vol.11 – Free School of Performance e a cura di Barbara Boninsegna (direttrice artistica e founder di Centrale Fies) e Simone Frangi (ricercatore, critico e curatore)


Agitu Ideo Gudeta FELLOWSHIP nell’ambito di LIVE WORKS

La Agitu Ideo Gudeta Fellowship nasce dallo sforzo congiunto di Centrale Fies e Razzismo Brutta Storia e con la collaborazione di BHMF. Con l’appoggio della famiglia, siamo onorati di poter nominare questa Fellowship ad Agitu Ideo Gudeta, vittima di un femminicidio arrivato ad interrompere una vita di lotta e forza, dedicata ad una pratica ecologica illuminata, alla giustizia sociale e al rispetto dellз altrз.
L’obiettivo della borsa è quello di creare strumenti utili a contrastare le discriminazioni etno-razziali nel mondo della ricerca artistica performativa, facilitando l’accesso di soggetti razzializzati.
Possono partecipare al bando artistз o professionistз con un legame forte con l’Italia (ovvero natз e/o cresciutз in Italia, residenti in Italia o all’estero, con o senza cittadinanza italiana) e che si identificano in  uno o più dei seguenti gruppi:
– soggetti razzializzati
– soggetti appartenenti a minoranze etniche
– soggetti con background migratorio

Il bando non prevede limiti di età ed è aperto a singolз o gruppi con un solo progetto. Sono incoraggiatз a partecipare artistз autodidattз, non ancora inseritз o da poco inseritз nei circuiti artistici o privз di un’educazione artistica formale.
Al bando sono ammessi solo progetti inediti o di lungo periodo che devono essere sviluppati e/o conclusi e di cui la partecipazione all’open call rappresenta un capitolo o il capitolo finale.

Deadline 30 Marzo 2023 > Link

Agitu Ideo Gudeta FELLOWSHIPe a cura di Mackda Ghebremariam Tesfaù (ricercatrice e collaboratrice di Razzismo Brutta Storia), Justin Randolph Thompson (artista, co-fondatore del collettivo curatoriale BHMF), Barbara Boninsegna (direttrice artistica e founder di Centrale Fies), Simone Frangi (ricercatore, critico e curatore LIVE WORKS – Free School of Performance)

Soukaina Abrour – Agitu Ideo Gudeta vol.2 – Foto Alessandro Sala – Courtesy Centrale Fies
Theme developed by TouchSize - Premium WordPress Themes and Websites