Viktor Kolar, Photographs - Installation view - Galleria Norma Mangione, Torino

Viktor Kolar, Photographs – Installation view – Galleria Norma Mangione, Torino

Sotto il semplice titolo Photographs, è ospitata la nuova mostra di Viktor Kolar alla galleria Norma Mangione di Torino (visitabile fino al 28/07/2018). Ostrava, città protagonista del racconto e piccola realtà della Repubblica Ceca, è raffigurata nel complesso spazio temporale che intercorre tra il 1962 e il 2017; l’artista interviene sottolineandone gli aspetti più quotidiani, più duri o anche solo bizzarri. I toni in scala di grigio delle stampe spezzano il pulito candore delle pareti, dei passepartout e delle cornici.

Le fotografie sono presentate in gruppi, scelta espositiva che favorisce un approccio intimo al lavoro; le immagini, stando affiancate, prendono forza le une dalle altre. La morfologia dei luoghi muta in base alla lente che si usa per osservarli; qui lo sguardo che agisce da filtro è evidentemente arricchito dall’abitare in questi spazi.
Incontri, attese, giochi, spostamenti, lavoro; la strada e le sue ramificazioni periferiche sembrano essere centro di tutte le azioni, mentre le linee di forza tracciate dalla segnaletica o dalle architetture – anche umane – si attraggono e respingono in un sistema fatto di divergenze.
Facendo un piccolo gioco cerco la figura umana, consultando lentamente tutte le stampe, mi accorgo che la sua è una presenza fissa, nascosto o riflesso, l’uomo è più o meno consapevole di essere ritratto, nella folla o in solitudine; manifesti, riferimenti o indumenti abbandonati ne originano l’eco anche se non viene reso evidente.

Viktor Kolar, Photographs -  Galleria Norma Mangione, Torino

Viktor Kolar, Photographs – Galleria Norma Mangione, Torino

Kolar si fa testimone della cultura reportagistica agendo da narratore esterno, lasciando che parli l’umanità che sceglie di ritrarre in dialogo con la città. L’approccio visivo è classico ma si nutre di elementi contemporanei; il movimento e la luce fanno si che la macchina fotografica si comporti da cinepresa, suggerendo l’idea che questi siano fotogrammi appartenenti a un lungo film.

Photographs si muove velocemente tra il registro stilistico della poetica dell’attimo e una visione più vicina alla staged photography. E’ un modo di raccontare onesto; quello che posso vedere è quello che è, così il desiderio di fotografare diviene una necessità reale e di conseguenza palpabile nell’inesauribile produzione artistica. Questo piccolo universo cittadino si risolve in una fitta serie di “untitled” perché il significato è tutto affidato al puro linguaggio visivo, mentre il tempo non sembra essere una variabile in queste immagini; i personaggi e le loro azioni non risultano soggetti al suo passo incessante.

Viktor Kolar resta per anni in ascolto di questa fusione tra vita quotidiana e lavoro industriale, come se ne registrasse i suoni acuti.

Viktor Kolar, Photographs - Installation view - Galleria Norma Mangione, Torino

Viktor Kolar, Photographs – Installation view – Galleria Norma Mangione, Torino

Viktor Kolar, Photographs - Installation view - Galleria Norma Mangione, Torino

Viktor Kolar, Photographs – Installation view – Galleria Norma Mangione, Torino

Viktor Kolar, Photographs -  Galleria Norma Mangione, Torino

Viktor Kolar, Photographs – Galleria Norma Mangione, Torino

Viktor Kolar, Photographs -  Galleria Norma Mangione, Torino

Viktor Kolar, Photographs – Galleria Norma Mangione, Torino

Viktor Kolar, Photographs -  Galleria Norma Mangione, Torino

Viktor Kolar, Photographs – Galleria Norma Mangione, Torino

Viktor Kolar, Photographs -  Galleria Norma Mangione, Torino

Viktor Kolar, Photographs – Galleria Norma Mangione, Torino