• San Rocco
  • Polpettas Magazine
  • OFFICINE TYPO
  • Les Cerises - Camoni
  • Humboldt
  • Heretique
  • Henry Beyle
  • Fortino Editions - Poltronova Backstage
  • Bolo

L’arte incontra l’editoria. In occasione di BookCity, BASE presenta il capitolo primo della nuova fiera del libro d’arte a Milano, che si terrà dal 17 al 19 novembre con la partecipazione di oltre 35 editori italiani e stranieri. Inaugurazione venerdì 17 alle ore 18.  Sabato e domenica book signing con gli artisti.

La curatela della prima edizione è stata affidata a Boîte Editions, associazione culturale non profit, attiva sul territorio milanese che, dal 2009 al 2017 ha pubblicato l’omonima rivista ‘in scatola’ e, dal 2014, si dedica a libri d’artista a tiratura limitata e progetti curatoriali in forma editoriale.

TheArtChapter è una grande narrazione condivisa nel quale il libro non è solo la documentazione di un’opera o di una mostra, ma è esso stesso un’opera d’arte. La prima edizione di TheArtChapter vuole essere innanzitutto un invito a partecipare a questo viaggio, un’occasione di dialogo e confronto fra professionisti e curiosi, affascinati dal mondo dell’arte contemporanea e dell’editoria.
Ciò procede di pari passo con l’interesse, forse inaspettato nell’epoca del digitale, per la natura oggettuale e il mezzo cartaceo. Sono sempre più numerose le realtà che celebrano il mondo della carta stampata e del libro d’artista. Gli editori che prendono parte alla manifestazione sono stati selezionati in ambito nazionale e internazionale. A contraddistinguerli: la qualità e l’originalità dei prodotti che realizzano, sia a livello di contenuti sia per le scelte grafiche ed estetiche.

Edicola 581

Edicola 581

Elenco Editori (in progress)

ARCHIPELAGO (Inghilterra/Francia), ARTPHILEIN EDITIONS (Svizzera), BOLO PAPER, BRUNO, CAFFÈ ITALIA (Svezia), CESURA PUBLISHING, CHIPPENDALE STUDIO, EDICOLA 518, EDITION TAUBE (Svizzera/Germania), FOTO GANG, FORTINO EDITIONS (U.S.A.), HENRY BAYLE, HERETIQUE (Spagna), HUMBOLDT BOOKS, LES CERIES (Francia/Italia), LIBRI FINTI CLANDESTINI, MOREL BOOKS (Inghilterra), MOUSSE PUBLISHING, NERO, NOROUTINE BOOKS (Lituania), NUMERO CROMATICO, OFFICINE TYPO, ORIGINI EDIZIONI, POLPETTAS (Spagna), QUINLAN EDITORE, SIRENE (Inghilterra/Italia), SAN ROCCO, SLANTED.CC/ENRICO FLORIDDIA (Francia/Italia), JEST, YARD PRESS.

Alcune domande a Federica Boragina e Giulia Brivio (Boîte Editions)

ATP: Le fiere sull’editoria e sull’editoria artistica come le rassegne o le presentazioni di libri si stanno moltiplicando negli ultimi anni in Italia. Quale è secondo voi il motivo per questo massiccio interesse per i libri cartacei?

Il moltiplicarsi di iniziative che hanno a che fare con l’editoria d’arte e d’artista, a nostro parere, è riconducibile alla volontà e alla necessità di cercare canali di espressione autonomi e liberi da vincoli sia economici che creativi, grazie anche alle possibilità di produzione con piccoli budget. Per questo molti artisti e professionisti del settore dell’arte scelgono di creare progetti editoriali autoprodotti, i quali possono diventare occasione per collaborazioni e sinergie, al punto tale da dare vita a veri e propri festival dedicati a questi “oggetti da sfogliare”. La nostra stessa avventura con Boîte, nel 2009, ha preso avvio da questo genere di slancio. Parallelamente l’interesse per il libro d’artista, oggi sempre più frequente, è probabilmente influenzato dall’andamento del mercato dell’arte e del collezionismo: acquistare un libro d’artista è una valida alternativa all’acquisto di un’opera d’arte.

ATP: TheArtChapter –milano art book fair, nasce dalla sinergia di due importanti realtà milanesi: BASEMilano, nuovo centro creativo e di promozione culturale della città, e BookCity, la grande manifestazione che da anni coinvolge i milanesi e non solo in molteplici iniziative per educare alla lettura. Ci potete parlare di come è nata questa collaborazione?

TheArtChapter trova la sua unicità nel tentativo di rivolgersi a un pubblico trasversale e non solo di addetti ai lavori o frequentatori del mondo dell’arte, con un’attenzione particolare all’aspetto artigianale del libro.
Tale obbiettivo è stato possibile grazie all’inserimento della fiera nell’ambito di un’iniziativa come BookCity Milano, una manifestazione che da anni coinvolge i milanesi e non solo con l’intento di avvicinare sempre più persone alla lettura. TheArtChapter ha la medesima ambizione: incuriosire e far appassionare sempre più persone all’editoria d’arte e d’artista, un settore in forte crescita ma che ancora troppo spesso sembra essere appannaggio di pochi.
BookCity avrà in BASE uno dei maggiori punti di ritrovo di questa edizione e dunque i bellissimi spazi di BASE sono diventati il contenitore ideale per ampliare i contenuti di BookCity verso il mondo dell’arte contemporanea.
In Italia le fiere e festival del libro d’artista sono ormai tante, da Fahrenheit39 (Ravenna), Fruit (Bologna), FLAT (Torino), Sprint (Milano), ognuna con una sua identità precisa ma unite da una sempre più dinamica e internazionale comunità di editori, artisti, collezionisti, con la speranza che presto si arrivi al successo delle fiere europee di Parigi, Londra o Berlino, che ogni anno raccolgono migliaia di visitatori.

ATP: Come spesso succede in queste occasioni, alla fiera farà da contorno un fitto programma di talk, incontri e conferenze. Potete dirci brevemente quali saranno gli eventi più salienti?

Fra il ricchissimo programma di BookCity compaio anche alcuni momenti di incontro nell’ambito di The Art Chapter. Al momento dell’inaugurazione, venerdì 17 alle 18, faremo un talk dal titolo Il libro come opera d’arte: tradizione e innovazione durante il quale cercheremo di delineare i confini teorici del libro d’artista, percorrendo una panoramica fra esempi storici e i più recenti risultati. In occasione del talk sarà presente Jan Steinbach, il quale ci racconterà il sui interessantissimo progetto di un database on line di libri d’artista. Nei gironi della fiera sono previsti booksigngn con alcuni degli autori e saremo a disposizione del pubblico per raccontare l’affasciante incontro fra l’arte contemporanea e l’editoria.

(Domande di Domitilla Argentieri Federzoni)

HERETIQUE (Spagna)

HERETIQUE (Spagna)

PROGRAMMA BOOK SIGNING

Sabato 18

ore 11,30 CHIARA PERGOLA Chiara Pergola presenta Atto Unico

ore 17,00 EDITRICE QUINLAN
Liuba, Performance objects
Book signing con l’artista e introduzione di Luca Panaro

ore 17,30 – CESURA PUBLISH Marco Valli & Anna Adamo, Bakeca

ore 18,00 EDITRICE QUINLAN
Angelo Pietro Desole, La fotografia industriale in Italia

ore 18,45 EDITRICE QUINLAN
Roberto Maggiori, Nino Migliori. Settant’anni di fotografia e arti visive

Domenica 19

ore 15,00 – CESURA PUBLISH
Luca Baioni, Demons from the old black, serpents and silence

ore 17,00 EDITRICE QUINLAN
Daniele Lisi e Ilaria Montanari di Silverbook Produzioni presentano Oltre i luoghi

ore 18,00 EDITRICE QUINLAN
Sabino Maria Frassà presenta Sul confine, on the edge

ore 19,00 TRASLOCHI EMOTIVI
Traslochi Emotivi presenta PAGe (numero 12 creato con Noa Shiff)

Archipelago - Credit James Newton

Archipelago – Credit James Newton

Artphilein Editions

Artphilein Editions