Articolo pubblicato oggi sul Resto del Carlino.
Chi l’avrebbe mai detto che mi sarei trovata in mezzo ad una bufera! Non so quanti di voi sono riusci a vedere il video… certo che, l’ ‘opera (che alla fine non ha nulla di così speciale) ha fatto scatenare le ire del direttore del Mar di Ravenna, Claudio Spadoni. Per leggere l’articolo clicca qui.
“…tanto che pubblicato sul blog della giornalista free lance Elena Bordignon, la pagina
( www.arte-milano.blogspot.com) ha avuto un picco di visualizzazioni. Oltre trecento, navigatori di Ravenna e non solo che venerdì, nel breve arco di tempo intercorso tra la pubblicazione del video e la sua rimozione si sono incollati al ‘Guidarello hard’. Alle 14.30, ad esempio, bastava collegarsi ed eccolo lì. «Sono un’appassionata d’arte—spiega la giornalista —. Pubblico, da blogger, quotidianamente immagini, installazioni, commenti di artisti che conosco e apprezzo.
Così anche venerdì, previa autorizzazione, con il filmato di ‘Alterazioni Video’. Poco dopo ho ricevuto un messaggio da parte del Mar che mi chiedeva la rimozione del video, cosa che immediatamente ho fatto». Dal primo pomeriggio di venerdì, infatti, sulla pagina del blog campeggia l’avviso che indica ai lettori la cancellazione. «Per me non è stato un problema—commenta Bordignon —, è stata però la prima volta che mi è capitata una richiesta simile». Intanto sono fioccati i commenti tra chi si stupisce (‘ho fatto in tempo a vederlo, ma sarebbe possibile sapere perché ti è stato chiesto di rimuoverlo?)’ ; chi grida alla censura e chi trova illustri maestri: ‘hanno imparato la lezione di Cattelan e la interpretano in modo abbastanza banale’ dice un anonimo. Più che l’arte però, potè il porno. «Non pensavo che un filamato, per quanto forte, potesse scatenare tutto ciò —commenta la giornalista —. Il blog ha registrato un piccolo record di visualizzazioni». Leda Santoro