miart 2013 bye bye

miart 2013 bye bye

miart vi aspetta alla prossima edizione dal 3 al 6 aprile 2014

Domenica 7 aprile 2013 si è chiusa la diciottesima edizione di miart fiera internazionale d’arte moderna e contemporanea.

miart 2013 è stata l’edizione di più grande successo nella storia della fiera milanese e ha accolto nei suoi tre giorni di apertura 36.736 visitatori da tutto il mondo.

Nuova nella direzione di Vincenzo de Bellis e del suo team, nella veste grafica curata da Mousse e nell’allestimento dell’architetto Martino Berghinz, ha presentato 140 gallerie internazionali d’arte moderna e contemporanea di cui 55 provenienti da 15 Paesi stranieri e 40 partecipanti per la prima volta, suddivise in 4 sezioni – Established, Emergent, THENnow, Object – con 700 artisti e 3.000 opere esposte.

Tra le novità dell’edizione 2013, la nuova sezione THENnow che prevedeva confronti generazionali tra un artista storico e un artista di una generazione più giovane ha registrato un successo straordinario, portando così miart 2013, che ha saputo coniugare gli aspetti commerciali con quelli di curatela artistica e culturale, al livello più qualificato del panorama fieristico internazionale.

Seguitissimo è stato il programma dei miartalks, realizzato grazie al sostegno dell’Associazione Amici di miart, con oltre 25 relatori internazionali che si sono avvicendati nei tre giorni della fiera, che ha registrato numerose importanti vendite di opere presenti in gallerie distribuite nelle varie sezioni.

Nell’ambito di miart 2013 sono stati assegnati i seguenti premi:

Premio Rotary Club Milano Brera per l’Arte Contemporanea: ?La giuria, composta da Chiara Bertola, Laura Cherubini e Christian Marinotti, ha conferito il premio ex aequo a Stefano Boccalini per l’opera DebtCredit, 2013, installazione di acciaio, cartone, pane; e a Sonia Kacem per l’opera Background paper, 2012/2013, carta per fondale fotografico. Le due opere acquisite dal Rotary sono destinate al futuro museo d’arte contemporanea di Milano.

Fondo d’acquisizione Giampiero Cantoni di Fondazione Fiera Milano:?La commissione selezionatrice composta da Sabine Folie, Francesco Stocchi e Nicolas Trembley ha acquisito le seguenti opere: Barbara Kasten, Construct PC 1B, fotografia, 1981; Dadamaino, L’asfalto della mente . Lettera 11, 1979, China su tela sintetica;  Giuseppe Gabellone, Untitled, 2013, Alluminio; Navid Nuur, From The Eye Codex Of The Monochrome series, 2013, (smoke study) 1988 – 2013, materiali vari; Piero Gilardi, Betulle, 2005, poliuretano espanso; Valerie Snobeck, Formed Extensions, 2012. Le sei opere acquisite dal fondo Giampiero Cantoni sono destinate alla collezione di Fondazione Fiera Milano.

Premio Emergent: ?Il premio destinato allo stand della sezione Emergent maggiormente meritevole di menzione per il coraggio e il rischio progettuale è stato assegnato dalla giuria composta da Giovanni Carmine, Vicente Todoli e Rein Wolfs, alla Galleria Fluxia di Milano per la personale di Benjamin Valenza.

Tra le tante novità di miart 20l3 l’importante collaborazione con il FRAC Champagne-Ardenne che ha permesso alla commissione d’acquisto dell’istituzione francese l’acquisizione di un folto numero di opere destinate alla sua collezione.?Tra le acquisizioni: Charles Atlas, Nevada, 1974, film Super 8 film trasferito su video; Oscar Giaconia, Untitled, 2013, olio su tela; Linda Fregni Nagler, Life on the Ocean’s Waves, 2010, 15 fotografie in bianco e nero; Sharon Hayes, I March in the Parade of Liberty but as long as I love you I’m not free, 2007-2008, installazione sonora e stampa; Barbara Kasten, Construct IV-B, VII-A, X-A, 1980-1981, 3 fotografie a colori.

Folto e appassionato sia il pubblico dei visitatori che ha affollato le quattro serate di Liberi tutti progetto realizzato per la prima volta in collaborazione tra miart e la Fondazione Nicola Trussardi: un piccolo festival di arte dal vivo che, dal 3 al 6 aprile dalle 22 alle 24, ha presentato artisti del calibro di Gelitin, Darren Bader, Keren Cytter e Thomas Zipp, con una serie di performance, concerti, intermezzi e pièce teatrali nella cornice dello storico Teatro Arsenale registrando il “tutto esaurito” tutte le sere.

Infaticabili ed entusiasti gli oltre 150 collezionisti ospiti di miart 2013, che, oltre alla fiera, hanno visitato il cantiere della nuova Fondazione Prada e le mostre appena aperte nelle sedi più importanti della città come PAC, Museo del 900, HangarBicocca, Triennale, Fondazione Portaluppi, Studio Castiglioni e in luoghi affascinanti e meno noti come la Casa degli Atellani e gli Orti di Leonardo.

Nel corso della settimana della fiera gli eventi nei musei, nella fondazioni d’arte, nelle gallerie hanno creato un circuito con al centro miart, che sarà da ora in poi il punto di riferimento e di snodo a Milano per il pubblico e gli appassionati di arte.

Grazie a voi tutti che avete sostenuto il nuovo progetto di miart 2013 e arrivederci al prossimo anno per miart 2014 dal 3 al 6 aprile 2014 con altre sorprese!

Il team di miart