Letargico, 2018 - alabastro, tablet, stoffa, gommapiuma, legno laccato, acciaio inox - cm 80 x 170 x 90 - GALLERIA CONTINUA, San Gimignano / Beijing / Les Moulins / Habana - Photo by: Ela Bialkowska, Okno Studio  (dettaglio)

Letargico, 2018 – alabastro, tablet, stoffa, gommapiuma, legno laccato, acciaio inox – cm 80 x 170 x 90 – GALLERIA CONTINUA, San Gimignano / Beijing / Les Moulins / Habana – Photo by: Ela Bialkowska, Okno Studio (dettaglio)

Una testa scolpita in pietra pellucida poggia su un divano assieme a un tablet la cui luce emana un bagliore sul volto. Una sorta di aureola artificiale. Da un lato la scultura sembra un sasso che riposa. Prediligere un momento di inattività, un letargo a cui forse seguirà un risveglio. Lo schermo come uno specchio; un portale verso un mondo immateriale che irradia la sua luce fredda. Un narciso paradossale.

Siamo affascinati dalla polisemia dell’opera, ci interessa che possa offrire più livelli di lettura.
Nella nostra pratica è presente il dualismo tra pensiero e azione, concetto e forma.

Per noi la forma è una intuizione che contiene già dei concetti e un potenziale narrativo. Il nostro processo si avvia sempre a partire da un’immagine mentale astratta dalla quale cominciamo a strutturare un dialogo.

Letargico, 2018 - alabastro, tablet, stoffa, gommapiuma, legno laccato, acciaio inox - cm 80 x 170 x 90 - GALLERIA CONTINUA, San Gimignano / Beijing / Les Moulins / Habana -  Ph. Courtesy: L'artista Photo by: Ornaghi & Prestinari - Vista dell'installazione, Galleria Continua, San Gimignano, 2018

Letargico, 2018 – alabastro, tablet, stoffa, gommapiuma, legno laccato, acciaio inox – cm 80 x 170 x 90 – GALLERIA CONTINUA, San Gimignano / Beijing / Les Moulins / Habana – Ph. Courtesy: L’artista Photo by: Ornaghi & Prestinari – Vista dell’installazione, Galleria Continua, San Gimignano, 2018

Lavorare su una certa cosa finché non inizia a parlare. L’azione manuale non è subordinata al progetto ma il fare, che prevede imprevisti e cambi di direzione, diventa un’altra via per pensare.

La scultura, realizzata con un materiale naturale e tradizionale come la pietra (alabastro), dialoga con elementi che somigliano a oggetti ordinari della vita quotidiana.

La nostra ricerca si concentra sulle varie sfaccettature della “cultura materiale” intesa come rapporto tra l’uomo e gli oggetti e su come questo rapporto sia legato alla storia dei materiali, alle loro potenzialità, alla progettazione, alle tecniche di produzione e al consumo.

Letargico, 2018 - alabastro, tablet, stoffa, gommapiuma, legno laccato, acciaio inox - cm 80 x 170 x 90 - Ph. Courtesy: L'artista e GALLERIA CONTINUA, San Gimignano / Beijing / Les Moulins / Habana - Photo by: Ornaghi & Prestinari (detail)

Letargico, 2018 – alabastro, tablet, stoffa, gommapiuma, legno laccato, acciaio inox – cm 80 x 170 x 90 – Ph. Courtesy: L’artista e GALLERIA CONTINUA, San Gimignano / Beijing / Les Moulins / Habana – Photo by: Ornaghi & Prestinari (detail)

Letargico, 2018 - alabastro, tablet, stoffa, gommapiuma, legno laccato, acciaio inox - cm 80 x 170 x 90 - Ph. Courtesy: L'artista e GALLERIA CONTINUA, San Gimignano / Beijing / Les Moulins / Habana - Photo by: Ornaghi & Prestinari (detail)

Letargico, 2018 – alabastro, tablet, stoffa, gommapiuma, legno laccato, acciaio inox – cm 80 x 170 x 90 – Ph. Courtesy: L’artista e GALLERIA CONTINUA, San Gimignano / Beijing / Les Moulins / Habana – Photo by: Ornaghi & Prestinari (detail)

I (never) explain è una rubrica a cura di Irene Sofia Comi