ATP DIARY

Piacenza – Los Angeles, l’immensa opzione poetica

Se volessimo trovare la data, il momento e il luogo di inizio della vicenda che Piacenza – Los Angeles racconta, sarebbe quella dell’ottobre del 1991, anno in cui si svolgeva la nona edizione di  milanopoesia, il  festival internazionale di poesia,...

Backstage allestimento – ph Daniele Signaroldi

Se volessimo trovare la data, il momento e il luogo di inizio della vicenda che Piacenza – Los Angeles racconta, sarebbe quella dell’ottobre del 1991, anno in cui si svolgeva la nona edizione di  milanopoesia, il  festival internazionale di poesia, musica, video, performance, danza e teatro curato da Gianni Sassi. 
Si tratta di un’iniziativa longeva, durata dal 1983 al 1992, ma ormai quasi dimenticata. A partecipare attivamente alle diverse edizioni del festival  sono artisti, intellettuali e personalità del calibro di Mario Giusti, Nanni Balestrini, Luigi Ballerini, Roberto Gatti, Jean-Jacques Lebel, Gerald Bisinger, Julien Blaine, Majid El Houssi, Paul Vangelisti, Biagio Cepollaro, Gino Di Maggio.  E’ in questa occasione che l’artista e curatore della mostra Michele Lombardelli stringe amicizia con Paul Vangelisti, importante poeta e figura di riferimento della nuova letteratura americana, curatore di diverse fondamentali antologie e riviste poetiche, nonché conoscitore e traduttore dei poeti della neo-avanguardia letteraria italiana, in particolare di Adriano Spatola.  
Da questo sodalizio nascerà – lo stesso anno – la piccola e preziosa casa editrice, ML&NLF, una realtà editoriale di nicchia e sconosciuta ai molti, fondata tra Castelvetro Piacentino e Los Angeles.   Una storia editoriale da riscoprire e che vede l’occasione pertinente nella felice iniziativa di Piacenza – Los Angeles Libri d’arte e poesia (1991-2008) dall’archivio di Michele Lombardelli.
La mostra, concepita dallo stesso Lombardelli e dalla storica dell’arte Paola Nicolin, presenta un’esaustiva panoramica sulla produzione di ML&NLF: venticinque pubblicazioni di arte e poesia, presentate e accostate insieme ad un ricco materiale d’archivio. 

Don Suggs, Tondototem Complex (Home), 2001, 11 x 8.5 inches, inkjet print on paper – artist’s print of original painting

Si tratta di un’accurata selezione di documenti, di materiali preparatori e di bozze, così come è ricco l’apparato di fotografie, cartoline e poster.   Questa vicenda editoriale offre uno spaccato di pratiche e di confronto tra alcuni esponenti della neoavanguardia letteraria italiana e un gruppo compatto di artisti e poeti del sud della California.  Tra questi troviamo la poetessa e i poeti Martha Ronk, Dennis Phillips e Robert Crosson, entrambi presenti nel fondamentale volume antologico Nuova poesia americana. Los Angeles ( 2005) curato da  Luigi Ballerini e Paul Vangelisti. 
Si intrecciano alle loro storie le vicende di John Baldessari e del poeta Standard Schaefer, co-curatore insieme a Vangelisti di Ribot, una preziosa rivista di poesia della neo-avanguardia americana e italiana.  Non è un caso che a gravitare intorno a ML&NLF  troviamo maestri come Emilio Villa o William Xerra, così come è presente  scrittore, critico letterario e traduttore Aldo Tagliaferri, noto per essere il piu’ grande interprete ed esegeta di Emilio Villa. 
L’architettura dell’intero progetto si completa con la presenza di una selezione di opere di artisti legati alla vicenda editoriale, inclusa una serie fotografica di Giovanna Silva e una playlist ideata appositamente da Michele Lombardelli e Paul Vangelisti come incursione sonora dell’esposizione. Durante tutta la durata della mostra si susseguiranno momenti di confronto e dibattito ai quali  prederanno parte  alcuni dei protagonisti di questa vicenda.  

La mostra  allestita presso  XNl PiacenzaCentro per l’arte contemporanea, il cinema, il teatro e la musica della Fondazione di Piacenza e Vigevano  è la prima di una serie di ricognizioni sul tema del libro come forma d’arte a partire da collezioni e archivi d’artista. 

Robert Crosson e William Xerra, Los Angeles, 1994. Ph. Michele Lombardelli.
Diane Ward e Michael C. Mc Millen, El Conquistador Restaurant, Los Angeles, 2000. Ph. Michele Lombardelli.
Paul Vangelisti, Downtown Los Angeles, 1994. Ph. Michele Lombardelli.