ATP DIARY

Josh Rowell. Rhizoma | Atipografia, Arzignano

Connessione. Sinergia. Ripetizione. Meticolosità. Geometria. Casualità. Elementi che contraddistinguono gli organismi che vivono all’interno della natura e dell’universo tecnologico: due mondi in apparenza agli antipodi, distanti e incomprensibili ma di fatto interconnessi, le cui strutture e regole sono replicabili e...

Josh Rowell, Rhizoma – Exhibition View – Atipografia, Arzignano – Ph. Luca Peruzzi

Connessione. Sinergia. Ripetizione. Meticolosità. Geometria. Casualità. Elementi che contraddistinguono gli organismi che vivono all’interno della natura e dell’universo tecnologico: due mondi in apparenza agli antipodi, distanti e incomprensibili ma di fatto interconnessi, le cui strutture e regole sono replicabili e condivise. Alla base della ricerca artistica di Josh Rowell la relazione tra natura e tecnologia, in una pratica che spazia tra pittura, disegno e installazione. Rhizoma è il titolo della prima personale italiana di Rowell, allestita negli spazi di Atipografia (Arzignano) fino a sabato 20 gennaio 2024: in botanica, il rizoma è una struttura vegetale sotterranea, che si espande in ogni direzione collegando le piante. Negli anni Settanta il termine viene adottato in semantica per descrivere un modello semantico acentrico e non gerarchico: oggi è metafora perfetta della struttura del web e della comunicazione digitale.

La serie Painting Language descrive al meglio questa interconnessione. Proposta in diversi formati, per Atipografia Rowell realizza delle tele esagonali in cui punti alternati bianchi e colorati codificano un preciso messaggio. Riprendendo la struttura di un codice binario, Rowell crea un vero e proprio linguaggio pittorico: due punti bianchi e due colori formano una lettera o un numero, punti di colore fluorescenti indicano segni di interpunzione. Nelle tele esposte riproduce una serie di grafici matematici che individuano la crescita esponenziale del numero degli utenti di internet, adottando la struttura geometrica esagonale che è, in natura, la più solida e stabile. Rowell sovverte i canoni della comunicazione, specie quella digitale, che è per sua stessa definizione istantanea ed effimera: la costruzione dei Painting Language è al contrario minuziosa, precisa, lenta. Punto dopo punto, goccia dopo goccia, nasce un’opera che vuole sopravvivere al tempo e allo spazio, quasi archeologica. 

Josh Rowell, Rhizoma – Exhibition View – Atipografia, Arzignano – Ph. Luca Peruzzi

Il principio dei vasi comunicanti è ciò che caratterizza l’installazione Rhizoma: tronchi di alberi secolari sono collegati e “nutrono” due schermi a Led che riproducono due messaggi, “never alone” e “always connected”. Due statement che identificano parimenti natura e digitale, in un inaspettato scambio simbiontico. Ed è proprio l’iperconnessione che porta Josh Rowell a realizzare la serie di opere inedite presentata ad Atipografia, scatti di paesaggi realizzati nel corso di passeggiate solitarie nel Kent, bruscamente interrotte dalla ricezione di una notifica, un messaggio, una chiamata. Le immagini sono suddivise in una serie di riquadri, in numero pari ai minuti trascorsi a passeggiare, che vengono improvvisamente ricoperti da uno strato di vernice arancione, a celare l’immagine paesaggistica sottostante. Ogni riquadro arancione indica la disconnessione tra artista e natura a seguito dell’incursione delle notifiche digitali: ecco che anche negli angoli più remoti della terra non saremo mai soli e saremo sempre connessi, perennemente distratti e lontani da ciò che ci circonda. 

Rhizoma è una mostra che esplora i paradossi del nostro tempo, in uno spazio, come quello di Atipografia, stratificato ed estremamente caratterizzato. Ex tipografia, gli ambienti sono stati restaurati mantenendo equilibrio tra elementi architettonici preesistenti – pareti, colonne, muratura – testimoni dello scorrere del tempo ed elementi architettonici inediti, che guardano a Carlo Scarpa e Tadao Ando. La natura ne fa da padrona: immense vetrate innondano di luce l’ambiente, un giardino in stile giapponese accoglie il visitatore. Passato e futuro si mescolano, così come natura e tecnologia si uniscono nella ricerca di Josh Rowell.

Josh Rowell. Rhizoma
A cura di Andrea Maffioli
Atipografia
Piazza Campo Marzio 26, 36071 Arzignano (VI)
Fino al 20 gennaio 2024 

Josh Rowell, Rhizoma – Exhibition View – Atipografia, Arzignano – Ph. Luca Peruzzi