ATP DIARY

Claire Fontaine vincitrice del Premio Ermanno Casoli

Domenica 24 settembre 2023, ore 12.00 sarà inaugurazione dell’opera di CLAIRE FONTAINE: artista collettiva vincitrice della XXI edizione del Premio Ermanno Casoli a cura di Marcello Smarrelli Il Premio Ermanno Casoli nasce all’interno delle attività della Fondazione Ermanno Casoli, nata...

Domenica 24 settembre 2023, ore 12.00 sarà inaugurazione dell’opera di CLAIRE FONTAINE: artista collettiva vincitrice della XXI edizione del Premio Ermanno Casoli a cura di Marcello Smarrelli


Il Premio Ermanno Casoli nasce all’interno delle attività della Fondazione Ermanno Casoli, nata nel 2007 per promuovere iniziative in cui l’arte contemporanea sia strumento di miglioramento dell’ambiente di lavoro e veicolo di partecipazione collettiva. Il dialogo tra arte e industria – con particolare riferimento al gruppo Elica all’interno del quale la Fondazione è stata creata – si traduce nella realizzazione, da parte dell’artista vincitore, di un’opera permanente in una delle aziende del gruppo, in collaborazione con i lavoratori che vi fanno parte. Grande attenzione è quindi rivolta ad artisti che affrontano temi di carattere politico e sociale: a vincere quest’anno il premio è l’artista collettiva Claire Fontaine – duo formato da Fulvia Carnevale e James Thornhill – la cui ricerca si concentra sull’autorialità, il femminismo e la sovversione dell’immaginario collettivo, mettendo in discussione il concetto di “genio artistico” e prediligendo la cooperazione. 

Claire Fontaine ha da sempre unito la riflessione teorica alla pratica artistica e il suo lavoro rappresenta un unicum nel mondo dell’arte contemporanea. L’indagine sull’attualità viene condotta tramite l’utilizzo di vari media, in particolare il neon, la scultura, la fotografia che, occupando lo spazio pubblico, acquistano la potenza comunicativa di un manifesto. La poetica di Claire Fontaine, sfruttando parole e immagini espressive, dialoga in maniera critica con il sistema politico, economico e culturale contemporaneo creando uno spazio di libertà che risveglia la coscienza individuale”. Con queste parole Marcello Smarrelli, Direttore Artistico della Fondazione Ermanno Casoli, motiva la scelta di attribuzione del premio e introduce l’opera che l’artista andrà a realizzare per l’headquarter di Elica a Fabriano, a seguito di un periodo di residenza e grazie alla collaborazione di chi vi lavora. 

I punti di partenza della realizzazione dell’opera sono due momenti di riflessione collettiva. Il primo si svolgerà mercoledì 3 maggio 2023 alle 17.30, presso l’Auditorium di Elica a Fabriano: un talk aperto al pubblico in cui Claire Fontaine, in dialogo con Marilena Pirrelli e Marcello Smarrelli, illustrerà i temi principali della ricerca e il concept del progetto. Il secondo appuntamento costituisce il vero e proprio cuore dell’opera del duo: un workshop al femminile – dal titolo Lavoro femminile visibile e invisibile –  in cui alcune donne che lavorano in azienda si confrontano sulle sfide da affrontare per conciliare vita privata e lavorativa. Centrale quindi il tema dell’empowerment femminile, della necessità di comprendere il proprio valore, in un contesto in cui le donne che ricoprono posizioni di responsabilità, e non solo, sono costantemente giudicate e sottoposte a una grandissima pressione sociale. Il lavoro femminile non è infatti solo ciò che si vede ma è anche produzione di energia, forza, bellezza e cura. 
L’opera sarà poi inaugurata in autunno. 

Claire Fontaine, 2023 photo by Cartacarbone