Sabrina Muzi, Attraverso, 2021, perfomance-installazione

Le parole di Jung esprimono il senso del nuovo progetto di Sabrina Muzi, Attraverso. Allestito fino al 18 giugno 2021 a Villa Davia, Borgo di Colle Ameno (Sasso Marconi), il progetto si basa su un approccio antropologico e relazionale – espresso nella performance-installazione realizzata dall’artista in dialogo con il pubblico – per evocare un processo di sofferenza e guarigione comune a tutti gli esseri umani, in ogni tempo e spazio. Imprevedibilità e caso sono gli elementi caratterizzanti del percorso espositivo, dalla performance inaugurale alle tracce lasciate e visibili ai visitatori nei giorni successivi. 

Jung sintetizza il fil rouge della mostra, l’antico libro de I Ching – la cui primaprefazione dell’ edizione europea è stata curata proprio dallo psicoterapeuta – che Sabrina Muzi considera come un faro, un punto di riferimento nella scoperta del segno e della sincronicità, con particolare attenzione alla storia del Borgo di Colle Ameno e di Villa Davia. Fiorente Accademia nel corso del Settecento e in seguito presidio nazista, la villa si caratterizza per una serie di ambienti sotterranei destinati alla prigionia dei nemici: l’artista trasforma l’ipogeo nel luogo di riscatto per eccellenza, in un percorso a tappe scandito prima dalla nascita e poi dalla prova.

Attraverso e il suo percorso ambivalente, che pone in relazione passato, presente e futuro, individuale e collettivo, arte e ambiente sintetizza la ricerca di Sabrina Muzi, transmediale – disegno, pittura, video, fotografia, installazione e performance tra i linguaggi scelti dall’artista – e relazionale, in cui corpo e immaginari si incontrano e scontrano. L’esposizione, curata da Antogiulio Vergine e promossa da Capital Project – Marcello Tedesco, Silla Guerrini e Francesco Di Tillo – continua la ricerca, iniziata dal collettivo nel 2021, sul concetto e sulla pratica di spazio come “Antifragilità”. Il macro tema risente della situazione globale: l’arte è chiamata ad indagare l’essere umano e le strutture sociali, economiche e giuridiche in cui è inserito. Accanto ai progetti di artisti e curatori affermati nel Borgo di Colle Ameno, studenti e giovani artisti sono invitati a prendere parte a un periodo di residenza in cui le opere d’arte realizzate siano veicolo di  un cambiamento concreto, nel pensiero e nelle azioni.

Sabrina Muzi, Attraverso, 2021, performance-installazione
Sabrina Muzi, Attraverso, 2021, performance-installazione