Cecilia Mentasti – The whale, Performance 2016 – in corso
Francesco Cavaliere e Tomoko Sauvage (IDJapF), Green Music, sound performance, 2017

Il ritmo e la relazione che intercorre tra il corpo e il resto del mondo è al centro della XI edizione del Video Sound Art Festival. RYTHMÒS, questo il titolo scelto per la rassegna, propone un ciclo di performance e un’installazione in due luoghi chiave del sapere scientifico milanese, il Museo Civico di Storia Naturale e il Planetario Ulrico Hoepli. Dal 18 al 25 settembre 2021, il ritmo verrà esplorato nelle sue diverse accezioni, dal moto del cosmo al ritmo biologico.

Il Museo Civico di Storia Naturale ospita un’installazione di Haig Aivazian, artista libanese che propone un’opera che coniuga la scultura con la lettura performativa, e un ciclo di performance – Caterina Gobbi, Francesco Cavaliere e Tomoko Sauvage, Andrea di Lorenzo, Cecilia Mentasti e Radouan Mriziga, alcuni degli artisti presenti – nelle sale del museo. Al Planetario protagonista Luca Maria Baldini che propone nelle giornate di apertura del festival la performance musicale L’occhio e i pianeti. Realizzata in collaborazione con Le Cannibale e con la partecipazione dell’astrofisico Fabio Peri, la performance sonora esplora il cielo notturno attraverso la guida di Peri, coniugando scienza, musica e letteratura, essendo il paesaggio sonoro frutto di suggestioni letterarie di Calvino. 

RYTHMÒS riflette sull’interdipendenza degli esseri viventi, sulle relazioni tra corpi, affidandosi all’arte contemporanea e alla performance – partendo quindi dall’atteggiamento e dal gesto – e al loro potere trasformativo. 

RYTHMÒS | Video Sound Art festival – XI edizione
Museo Civico di Storia Naturale | Corso Venezia 55, 20121 Milano MI
Planetario Ulrico Hoepli | Corso Venezia 57, 20121 Milano
Dal 18 al 25 settembre 2021 

Programma completo disponibile nel sito web di Video Sound Art festival 

Caterina Gobbi, But a rose by anny other name apparently smells as sweet – Performance, 2020 – Andreas Baudisch
Haig Aivazian – Sphinga, from Rome is not Rome (Pt.II Mythology to Abattoir)_2019
Haig Aivazian, To Be Human, O Mountain! – Performance, 2018, Balkan Deresi Valley, Ortahisar, Cappadocia

PROGRAMMA

Planetario Ulrico Hoepli

18 – 19 Settembre
Performance musicale di Luca M. Baldini, in collaborazione con Le Cannibale, drammaturgia a cura del team curatoriale di Video Sound Art, regia di Tommaso Santagostino, con la partecipazione dell’astrofisico Fabio Peri
ore 19.30, ore 21.00 e ore 22.30
Museo Civico di Storia Naturale

18 – 19 Settembre
Performance Foglie di Fico di Andrea di Lorenzo 
dalle ore 18 alle ore 23
Performance Had there been anyone to listen di Caterina Gobbi
ore 18:30, ore 19:30 e ore 21:30
Visita guidata performativa a cura di Cecilia Mentastiore 19:15, ore 20:15, ore 21:15 e ore 22:15

22 Settembre
Presentazione del libro Medusa. Storie dalla fine del mondo (per come lo conosciamo) di Matteo De Giuli e Nicolò Porcelluzzi (NERO,2021).
ore 21:30
Visita guidata performativa a cura di Cecilia Mentasti
ore 19:15, ore 20:15, ore 21:15 e ore 22:15

23 Settembre
Performance Uzu Cima di Francesco Cavaliere e Tomoko Sauvage
ore 19.30 e ore 21:30
Visita guidata performativa a cura di Cecilia Mentasti
ore 19:15, ore 20:15, ore 21:15 e ore 22:15

24 Settembre
Performance 0.Rythmòs di Radouan Mriziga
ore 21:00
Visita guidata performativa a cura di Cecilia Mentasti
ore 19:15, ore 20:15, ore 21:15 e ore 22:15

25 Settembre
Lettura performativa di Haig Aivazian
ore 21:00

Radouan Mriziga_0 © Lore Sannen
Andrea Di Lorenzo, Foglie di fico, Performance_2019 – stampa fotgrafica inkjet 90×58 cm,ed 3+1 pda