REPLICA, Archivio Italiano del libro d’artista, installation view, display a cura di Parasite 2.0 e Furlani-Gobbi, 2019, Villa Vertua Masolo. credits di Martina de Rosa,

Domenica 20 ottobre ha aperto al pubblico REPLICA, l’archivio italiano del libro d’artista.  Durante l’evento inaugurale sono stati resi pubblici i nomi dei due artisti vincitori del primo premio acquisto.
La giuria del Premio – formata da Irene Zappalà, Assessore alla cultura di Nova Milanese, Elena Bordignon, fondatrice di ATPdiary, Riccardo Previdi, artista e docente all’Università di Bolzano, Lorenzo Vatalaro, gallerista della Galleria Lorenzo Vatalaro, e Giulia Restifo, fondatrice di That’s Contemporary – ha assegnato il primo premio a Ivana Spinelli e il secondo premio a Giulia Currà.
REPLICA l’archivio italiano del libro d’artista, è un progetto dell’Associazione culturale milanese Casa Gialla, costituito formalmente nel gennaio 2019 con l’assegnazione del patrocinio del Comune di Nova Milanese. I suoi fondatori – Lisa Andreani, Martina De Rosa e Simona Squadrito – hanno deciso di voler divulgare, sensibilizzare e avvicinare il pubblico al libro d’artista, con l’intento quindi di approfondire un linguaggio artistico ambivalente e allo stesso tempo ancora poco conosciuto, attraverso la creazione di un archivio del contemporaneo e di una continuativa attività espositiva a cui collegare giornate di studio e conferenze dedicate al tema.
Attualmente REPLICA conserva più cento titoli, raccolti attraverso due open call indirizzate ad artisti ed editori, modalità che sarà riproposta ogni anno. Da maggio 2019 l’archivio è consultabile online, nel sito ufficiale di REPLICA, che offre una schedatura delle opere presenti in archivio, con i dati necessari alla comprensione della loro consistenza oggettuale e alle relative caratteristiche editoriali oltre che una sintetica descrizione di ogni progetto.

REPLICA, Archivio Italiano del libro d’artista, installation view, display a cura di Parasite 2.0 e Furlani-Gobbi, 2019, Villa Vertua Masolo. credits di Martina de Rosa
REPLICA, Archivio Italiano del libro d’artista, installation view, display a cura di Parasite 2.0 e Furlani-Gobbi, 2019, Villa Vertua Masolo. credits Martina de Rosa

A contribuire all’approfondimento e alla divulgazione dei libri in archivio è il progetto #ATPreplica, che vede la collaborazione tra REPLICA e ATPdiary. Coerente con la volontà di fare rete sul territorio, REPLICA ha attivato una collaborazione annuale con l’Associazione culturale Progetto Città Ideale, gestore di Edicola Radetzky. Ogni anno a partire da ottobre 2019 una parte d’archivio di REPLICA è ospitato, attraverso mostre tematiche, presso l’Edicola Radetzky.
MULTIPLI E UNICI, la prima mostra in collaborazione tra le due associazioni, ha affrontato il tema del libro d’artista attraverso la tematizzazione del doppio paradigma usato per definire la sua natura, ovvero in quella ormai storica differenza che vede confrontarsi il libro oggetto e il libro multiplo. Alla mostra hanno partecipato: Franco Ariaudo, Pietro Ballero, Thomas Berra, Giulia Bersani, Davide Bertocchi, Dario Bitto, Saverio Bonato,Calembour, Luca Concetti, Fresh White, Irene Fenara, Sebastiano Impellizzeri, Tiziana La Melia, Giorgia Lo Faso, Nicola Melinelli, Anna Paraboschi, Ettore Pinelli, Thomas Raimondi, Takecare collective, Valerio Veneruso. Da segnalare è sicuramente il reading di Valerio Veneruso, momento in cui l’artista ha letto al pubblico e ai passanti della Darsena  alcuni SMS estratti dal suo libro d’artista, “3472530633 – 2004/2014”, contenente tutti i messaggi telefonici ricevuti nel corso di dieci anni. Per l’occasione l’artista Nicola Melinelli ha  realizzato un display espositivo site-specific. L’attenzione al display espositivo è parte del progetto di REPLICA, che ha attivato con artisti, designer e architetti il progetto di display in progress. REPLICA, nel suo primo anno di vita, e grazie al generoso contributo della Fondazione Rossi, ha già indetto due call destinate al finanziamento della produzione dei display espositivi dell’archivio. I primi soggetti coinvolti sono stati il duo di artisti Furlani-Gobbi e il collettivo di architetti Parasite 2.0. Il display Die Furlani-Gobbi Sammlung, realizzato da Furlani-Gobbi, sfrutta la moltiplicazione del piano per dare stabilità e per creare uno spazio dove i libri possano essere riposti. Su questa base verticale sono stati impiantati dei piani orizzontali che permettendo la consultazione dei documenti, dando quindi la possibilità allo spettatore di attivare l’archivio. Questo display riflette sulla necessità per un supporto espositivo di possedere una duplice funzione: quella espositiva e quella della consultazione.

REPLICA, Archivio Italiano del libro d’artista, installation view, display a cura di Parasite 2.0 e Furlani-Gobbi, 2019, Villa Vertua Masolo. credits Martina de Rosa
REPLICA, Archivio Italiano del libro d’artista, installation view, display a cura di Parasite 2.0 e Furlani-Gobbi, 2019, Villa Vertua Masolo, credits Martina de Rosa

Con Musea Taxonomy, Parasite 2.0, invece, reinterpretano, riprendendo le forme di Villa Vertua Masolo, gli elementi classici dei supporti allestitivi museografici. All’interno dello spazio mensole realizzate in MDF colorato e sedute realizzate in poliuretano espanso, conservano la loro classica funzione, garantendo una dualità d’uso dell’archivio: la consultazione e la fruizione. Il display non è solo un supporto mobile atto e esporre le immagini e le opere nello spazio, ma è un dispositivo capace di veicolare informazioni e una specifica estetica che si confronta e che negozia tra la necessità della fruizione dello spettatore e l’oggettualità dell’opera.

Attualmente gli artisti che fanno parte ufficialmente di REPLICA sono: Marta Allegri e Graziella Giacobbe, ALMARE, Daniela Ardiri, Franco Ariaudo, Marzia Avallone, Luisa Badino, Pietro Ballero, Banane Fanzine, Susanna Baumgartner, Paola Bernardi, Thomas Berra, Davide Bertocchi, Nicola Bertoglio, Giulia Bersani, Bruno Biffi, Silvia Bigi, Matteo Binci, Dario Bitto, Saverio Bonato, Pietro Bologna, Thomas Braida, Maurizio Buongiovanni, Calembour, Alessandra Calò, Calori Maillard, Case Sparse, Guglielmo Castelli, Roberto Casti, Lia Cecchin, Giorgio Cellini, Francesca Cerfeda, Melany Cibrario Ruscat, Collettivo Borderlight, Luca Concetti, Filippo Cristini, Giulia Currà, Simona Da Pozzo,  Elena Danelli, Maria Antonietta D’Amora, Sonia D’Alto, Matteo De Nando e Giulia Papetti, Carla Della Beffa, Louis De Belle, Claudia Di Franesco, Irene Fenara, Mattia Ferretti, Flexin Flexin, Francesco Fossati, fivezerotwo twozeroone, Furlani-Gobbi, Matteo Gatti,  Genda, Nicoletta Grillo, Elia Gobbi, Alicia Iglesias, Sebastiano Impellizzeri, Fresh White, Nicolas Magnant, Nicola Melinelli, MELMA, Alberto Messina, Meta, Caterina Morigi, Nicolò Moronato, Ignazio Mortellaro, Francesco Nava, Matteo Nuti, Tiziana La Melia, Dermis Leon, Giorgia Lo Faso, Eleonora Luccarini, Sathyan Rizzo, Silvia Pasquetto, Anna Elena Paraboschi, Simona Pavan, Francesco Pedraglio, Maximilian Pellizzeri, Chiara Pergola, Federica A. Peyrolo, Ettore Pinelli, Gianandrea Poletta, Postmedia books, Francesco Pozzato, Riccardo Previdi, Elena Radice, Jessica Raimondi, Fabio Ranzolin, Leonardo Ruvolo, Alessandro Savelli,  Patrizia Emma Scialpi, Giuseppe Schenone, Marco Schiavone, Ottavia Plazza, Davide Sgambaro, Vincenzo Simone, Ivana Spinelli, Luca Staccioli, Studio Natale, g. olmo stuppia, Valentina Taetti, Takecare collective, Enrico Tealdi, Daria Tommasi, Tomas c. Toht e Sylwana Zybura, Jacopo Valentini, Valerio Veneruso, Marco Vinicio, Matteo Zoccolo, Vincenzo Zancana.

MULTIPLI E UNICI, multipli, a cura di REPLICA, display Nicola Melinelli, Edicola Radetzky, credits Martina De Rosa
MULTIPLI E UNICI, multipli, a cura di REPLICA, display Nicola Melinelli, Edicola Radetzky, credits Martina De Rosa
MULTIPLI E UNICI, unici, a cura di REPLICA, display Nicola Melinelli, Edicola Radetzky, credits Martina De Rosa
Valerio Veneruso, MULTIPLI E UNICI, unici, a cura di REPLICA, display Nicola Melinelli, Edicola Radetzky, credits Martina De Rosa