Yves Scherer Untitled (Autumn), 2020 Lenticular Print in artist frame 182 x 150 cm x 15 cm |78.75 x 59 x 6 in Courtesy the artist and CASSINA PROJECTS
Yves Scherer, By Your Side, Installation view-photo credits Roberto Marossi

Testo di davide Pirovano —

By Your Side è la seconda mostra dedicata all’artista svizzero Yves Scherer, negli spazi di Cassina Projects a Milano, dopo la prima collaborazione del 2018. In quest’occasione, l’evento si posiziona in diretta continuità con la prima personale istituzionale di Scherer, Candids (ottobre 2020 – gennaio 2021), alla Kunsthaus Grenchen, in Svizzera.

La mostra, che rimarrà aperta fino al 27 marzo 2021, si fa veicolo e narrazione della produzione dell’artista, caratterizzata da una delicata e intensa ricerca, sviluppata da Scherer con un approccio trasversale, grazie all’utilizzo di media differenti.

Lo spazio ospita quindi le sculture, le stampe lenticolari e i dipinti. Tutte le opere esposte sono concepite nel 2020, quindi di recente produzione, ma in alcune emerge l’approccio che da sempre caratterizza l’opera dell’artista, in altre invece si intravedono nuove forme e prospettive di ricerca.

L’identità è il centro fondamentale e base su cui si erige il campo d’indagine dell’artista, mettendo altresì in discussione le nozioni più tradizionali di individuo e collettività, come quelli di privato e pubblico. La cristallizzazione della soggettività, è un fattore che emerge e si replica dispiegandosi in maniera differente nelle opere.

Il mondo dello spettacolo e insieme ad esso le logiche che lo definiscono, come lo star system e l’influenza di quest’ultimo sulla collettività, sono da sempre fonte di interesse per Scherer. Potremmo affermare, che all’interno delle dinamiche della società dello spettacolo, la definizione delle identità è ormai da tempo la risultante dell’addizione tra la propria volontà e l’influenza dell’immagine esterna, quindi ciò che l’Altro e più generalmente la collettività, si aspetta di ritrovare in noi. Foucault, ma non solo, teorizza già nell’individuo contemporaneo una necessità dello sguardo esterno nella definizione del Sé, l’osservazione e l’emulazione dello spettatore risiede così tra la realtà e la finzione dell’immagine.

Yves Scherer, By Your Side, Installation view-photo credits Roberto Marossi
Yves Scherer Untitled, 2020 Cardboard, Acrylic Paint, Fabric, Dye, Faux Fur, Wood. Tape 184 x 184 x 10 cm | 72.5 x 72.5 x 4 in Courtesy the artist and CASSINA PROJECTS

Untitled (Autumn) del 2020, è una nuova opera dell’artista, stampa lenticolare, che vede protagonisti i volti di Vincent Cassel e la moglie Tina Kunakey. Un’allusione alla difficoltà di conciliazione tra la rappresentazione dell’individuo e la ricezione dello stesso da parte della collettività. La relazione è l’ideale romantico, richiamato anche nel titolo della mostra By Your Side, da una canzone della band inglese Sade. L’immagine che osserviamo ci osserva a sua volta, come avviene anche più in generale con l’astrazione finzionale dell’audiovisivo, che restituendo lo sguardo, pone l’individuo in una condizione di emulazione necessaria, in bilico tra realtà e simulazione.

Il soggetto e l’identità sono elementi che emergono anche nelle sculture esposte, come avviene con la realistica Sitting Girl (2020), scultura in alluminio dipinta ad olio, oppure nell’autoritratto di Boy with Tree (2020), che con un’espressione di stupore racchiude l’innocenza e la forza nel senso di scoperta del mondo. Interessante ricongiungere le opere ad altre sculture dell’artista, che in alcuni casi vedono come protagonista lo stesso soggetto, ma si modificano gli elementi di cui si circondano, sottolineando nuovamente l’influenza e il condizionamento del circostante sul singolo.

In Vacation (2020) l’identità personale dell’artista, si manifesta attraverso la raccolta e la composizione di elementi che hanno caratterizzato alcune sue esperienze passate, elevando così l’oggetto quotidiano e personale a reperto vivo e narrativo. Sono inoltre esposte cinque recentissime opere, realizzate da Scherer in occasione della recente permanenza in Svizzera. Queste produzioni, come Untitled (Spring), Untitled (Apple Tree) e Four Seasons, concepite vicino al lago di Ginevra, si fanno così veicolo delle sensazioni intime del luogo e dei ricordi ed emozioni proprie dell’artista. Tutto ora è racchiuso ed esplode nei colori, cera e spray paint e nelle suggestive atmosfere del paesaggio impresso sulla tela.

Yves Scherer, By Your Side, Installation view-photo credits Roberto Marossi
Yves Scherer, By Your Side, Installation view-photo credits Roberto Marossi