Pillow Talk Platform, Edera, Episodio 1, courtesy Roberto Fassone

Tra le varie iniziative online, un posto rilevante è dato anche dalle numerose “occupazioni dell’etere” – locuzione quanto mai positiva in questo caso. Se le call e le mostre virtuali hanno donato una ventata d’aria fresca al mondo dell’arte, anche perché capaci di attivare una riflessione attorno all’uso e al valore del web, allo stesso modo i programmi radiofonici e i podcast dedicati hanno assunto un significato diverso in quest’ultimo periodo. Esempio ne è Pillow Talk, piattaforma online ideata da Niccolò Fano, Rossana Esposito, Chiara Ciucci Giuliani, Ornella Paglialonga e Roberta Pucci, team della galleria d’arte contemporanea Matèria di Roma.

Nato nel gennaio 2020, il podcast raccoglie “contenuti culturali e artistici legati al contemporaneo” suddivisi in stagioni tematiche. L’intento è quello di riunire esperienze diverse sviluppatesi sia in luoghi fisici che sul web in modo da instaurare una rete di scambi e collaborazioni. La piattaforma contiene infatti due sezioni: Guests and Friends, che a sua volta ospita podcast di varia natura, e Resident Podcasts, costituto da interviste e focus sugli artisti. Nella Season 1, partita a marzo e intitolata Ripensare un inizio, Pillow Talk ha dato spazio alle trasmissioni TINA – il podcast, OTTN projects e Mis(s)conosciute (in rete da maggio). Come detto prima, le tematiche affrontate sono davvero numerose: si parla di società, e in particolare delle questioni irrisolte riguardanti quella attuale; di arte e pubblico, e dunque della necessità di rafforzare i legami tra cultura e comunità; di letteratura, soprattutto quella meno conosciuta e quindi meritevole di un’adeguata attenzione.

Riguardo invece la sezione Resident Podcasts, questa è a sua volta suddivisa nei pogrammi di Polvere ed Edera: nel primo, Ornella Paglialonga si concentra sulla musica e sulla poesia sonora – gli artisti protagonisti della prima stagione sono Rava Vavàra, Discipula, Federico Chiari e Ramona Ponzini – mentre il secondo contiene le conversazioni che Saverio Verini conduce con artisti visivi italiani – Roberto Fassone, Corinna Gosmaro, Mattia Pajè, Adelaide Cioni, Giovanni de Cataldo.

Pillow Talk Platform, Edera, Episodio 3, courtesy Mattia Pajè
Pillow Talk Platform, Season 1, illustrazione di Chiara Fazi

Ripensare un inizio è un titolo che riassume gli intenti e la natura stessa di Pillow Talk: da una parte si cerca di creare e consolidare le connessioni tra gli stessi interpreti del mondo dell’arte così da costituire una rete virtuale trasferibile anche sul piano fisico, reale; dall’altra si cerca di utilizzare lo strumento del podcast in una maniera nuova e maggiormente costruttiva: non troppo statica o autoreferenziale, ma come un contenitore elastico in grado di plasmare in propri ambienti in base alle diverse esperienze che raccoglie. Le “conversarzioni intime” assumono in questo modo una veste più vivace, dinamica, ovviando alla mancata interattività che per forza di cose un medium come la radio comporta.

Già, perché non bisogna dimenticare che si tratta pur sempre di trasmissioni audio che non ammettono la partecipazione live del pubblico – Marshall McLuhan le inserirebbe nei cosiddetti “media caldi” proprio perché capaci già di per sé di trasmettere il massimo numero di informazioni. Ed è questo il punto che ci riporta alla questione fondamentale: tutto sta nel come si utilizzano questi strumenti e nell’importanza che vi si attribuisce. Se l’obiettivo è quello di stimolare un dibattito costruttivo, soprattutto attorno a questioni attuali e poco sviscerate, coinvolgendo personalità diverse che mettono a disposizione la propria esperienza – e questo è il caso di Pillow Talk – allora tutto acquista molto più senso. Ascoltare non risulta meno produttivo o impegnativo, e parlare, specie se attraverso un canale unilaterale, diviene un fatto incisivo ed efficace. Se a farlo sono realtà come Pillow Talk, le semplici “chiacchierate” possono trasformarsi allora in preziose risorse.

Pillow Talk
Spotify e iTunes: Pillow Talk Platform/Season 1
Matèria, Roma

Pillow Talk Platform, Polvere, Episodio 2, courtesy Discipula
Pillow Talk Platform, Polvere, Episodio 1, courtesy Rava Vavàra