Oltre alle istituzioni museali, anche le gallerie private – categoria messa a dura prova dalle recenti restrizioni, soprattutto se si prendono in considerazione le realtà più piccole – si sono mosse per proporre le attività che avevano intrapreso prima dell’emergenza, lanciando in alcuni casi dei format inediti e originali. ATPdiary ha raccolto alcune delle iniziative più interessanti promosse dalle gallerie italiane sulle piattaforme web e social nate in concomitanza con l’attività espositiva e destinate a proseguire anche in futuro.

Public Movement, Temporary Orders, performace at Vistamarestudio, November 10 – December 15, 2018, 4’55’’

La galleria Vistamare di Pescara e Vistamarestudio di Milano lanciano Journal. A virtual logobook. Si tratta di un archivio multimediale contenente interviste, video d’artista e materiali inediti inaugurato il 24 marzo 2020 e destinato a perdurare anche dopo questo periodo di restrizioni. Ogni martedì e venerdì, con un’edizione speciale la domenica in cui gli “artisti raccontano il loro mondo attraverso immagini, parole, video e interviste”, la galleria pubblica un nuovo contenuto che coincide con un nuovo capitolo di questo “diario di bordo”. Finora la narrazione ha visto il susseguirsi di quindici storie diverse incentrate su Public Movement, Ettore Spalletti, Mimmo Jodice, Anna Franceschini, Haim Steinbach, Armin Linke, Joseph Kosuth, Joseph Kosuth con Leo Castelli (per l’edizione speciale), Rosa Barba, Mario Airò, Joana Escoval (presente anche nel contenuto della domenica), Tom Friedman, Linda Fregni Nagler, Bethan Huws, Polys Peslikas e, infine, Germano Celant che racconta Ettore Spalletti.

Studio View, Cuoghi Corsello, Galleria T293, Roma

Studio View è invece il progetto lanciato dalla galleria T293 di Roma che ci trasporta direttamente nell’intima atmosfera degli studi d’artista. Inaugurata il 14 aprile 2020 con lo studio di Joshua Miller a Los Angeles, l’iniziativa ha coinvolto anche gli artisti Lito Kattou (Atene), Cuoghi Corsello (Bologna) e Hao Ni (Taiwan). Le immagini dei luoghi in cui operano sono accompagnate da interviste e contenuti inediti nei quali si racconta come stanno trascorrendo questo periodo di semi-immobilità e a quali lavori si stanno dedicando. Se si vuole dare una sbirciata a posti che spesso non risultano così accessibili e che suscitano le curiosità di molti, Studio View rappresenta un’ottima soluzione.   

Artist Diary, Mimmo Paladino, menabo? Divina Commedia, Galleria Valentina Bonomo, Roma

Un’altra iniziativa che permette di rimanere aggiornati sull’operato degli artisti è Artist Diary della Galleria Valentina Bonomo di Roma. Avviato il 6 aprile 2020, il progetto ha raccolto i contributi di diversi artisti, anche non collegati alle attività dello spazio espositivo: Mimmo Paladino è alle prese con le illustrazioni della nuova edizione della Divina Commedia di Dante Alighieri; David Tremlett è impegnato invece nell’archiviazione dei suoi lavori; Julian Opie mostra una breve anticipazione di una sua nuova opera video; e poi ancora i contributi di Enzo Cucchi, Irene Kung, Matteo Montani, Iaia Filiberti, Jacopo Ricciardi, Domingo Milella, Hilario Isola, Giuseppe Pulvirenti. L’archivio virtuale “nato dall’esigenza di raccogliere le testimonianze degli artisti” durante questo periodo di restrizioni continuerà ad espandersi anche in futuro, costituendo un’altra utile finestra dalla quale poter apprezzare l’arte e i suoi protagonisti.

INEDITO 2020, Stefano W. Pasquini, UF2001 (Sorry we’re open), 2020, Galleria CRAC – Chiara Ronchini Arte Contemporanea

La Galleria CRAC – Chiara Ronchini Arte Contemporanea di Terni ha invece inaugurato INEDITO 2020. Annunciato sui social il 24 marzo 2020, il progetto, come si legge nel comunicato, “ha un inizio, ma non una data di fine, perché nel web le cose rimangono, e per l’arte vale lo stesso, lei rimane, sempre, anche dopo di noi”. Gli artisti coinvolti nell’iniziativa – Andrea Abbatangelo, Nicolò Baraggioli, Camille Beauplan, Valerio Belloni, Gianluca Costantini, Lorenzo De Angelis, Ester Grossi, Molino&Lucidi + Matteo Cantaluppi, Elisa Muliere, Stefano W. Pasquini, Sebastiano Dammone Sessa, Graphic Surgery, Artan (Shalsi), UNO e Giulio Zanet – sono stati chiamati a presentare un lavoro inedito realizzato durante quest’ultimo periodo, accompagnato da un loro pensiero e da un brano musicale. Diversi linguaggi si mescolano per offrire una risposta forte e determinata, un messaggio che vuole essere un invito a una riflessione su ciò che è accaduto e su ciò che dovrà accadere. L’intento del progetto è quello poi di costruire una mostra fisica non appena sarà possibile.


Journal. A virtual logobook, Vistamare (Pescara) e Vistamarestudio (Milano) | www.vistamare.com e www.vistamarestudio.com | @galleria_vistamare e @vistamarestudio

Studio View, T293, Roma | www.t293.it | @t293_gallery

Artist Diary, Galleria Valentina Bonomo, Roma | www.galleriabonomo.com | @galleriavalentinabonomoINEDITO 2020

Galleria CRAC – Chiara Ronchini Arte Contemporanea, Terni | www.cracgallery.com | @crac_arte_contemporanea