Pennacchio Argentato, The best or nothing – Courtesy t293, foto Fabio Lattanzi Antinori

Breve intervista ai Pennacchio Argentato (Pasquale Pennacchio e Marisa Argentato

CURA.  in collaborazione con T293 ha presentato  PENNACCHIO ARGENTATO / COMMERCIAL ROAD PROJECT #5

ATP: Come è nata l’ idea di citare il fondatore di Mercedes, Gottlieb Daimler, per il progetto curato dalla rivista Cura. negli spazi della London Metropolitan University nell’East End di Londra?

Penacchio Argentato:  Abbiamo usato lo slogan pubblicitario della Mercedes non perché fosse una rivelazione filosofica fatta da Mr Daimler, ma perché esprime perfettamente ed in maniera abbastanza aggressiva  l’idea di esclusività e affermazione del potere e del lusso,  evidenziando il link tra “esclusività”  ed “esclusione”.  Del fatto poi che sia stato Mr. Daimler a pronunciare questa frase, potrebbe essere vero o no, ma di certo anche questa attribuzione ha un suo fine strategico dal punto di vista commerciale, perché creando il background storico si aumenta la credibilità del brand. La vetrina della Metropolitan University è molto simile a una vetrina commerciale a fronte strada,  proprio per questo motivo non abbiamo voluto “esporre” ma abbiamo preferito “occupare” lo spazio utilizzando un’ estetica vandalica, operando una vera e propria inversione dello stesso slogan commerciale. Lo slogan non è più espressione di un “corporate power” ma attraverso questa forma di appropriazione e personalizzazione esprime un senso di frustrazione  e impotenza al quale tutti siamo costantemente esposti in una società che ci costringe all’efficienza totale.

ATP: Non pensate che la frase che avete scritto ed esposto a lettere cubitali, ‘The Best or Nothing’ possa essere fraintesa?

PA: Si, sicuramente, ed è un bene che lo sia. Noi per fortuna non abbiamo nessun controllo su quello che la gente può pensare. Certamente la frase ha molti livelli di lettura ed alcuni di questi presentano anche  degli aspetti controversi, poi essendo su Commercial Road susciterà  impressioni diverse tra i passanti all’oscuro della cosa.

ATP:  Avete invitato degli studenti della London Metropolitan Univesity ad  interpretare questa frase. Cosa avete scoperto da questa esperienza?  

PA: Abbiamo voluto coinvolgere gli studenti perché il lavoro nasce in parte come reazione ai drastici cambiamenti  in merito alle politiche di reclutamento  studenti della Met.  Infatti questa scorsa  estate il governo inglese ha revocato alla Metropolitan University la licenza per immatricolare gli studenti extracomunitari.  Questo per via di alcune irregolarità del passato nel sistema di reclutamento ma soprattutto per via delle  nuove politiche in materia di immigrazione del governo,  che non vuole che le migliaia di studenti extracomunitari, soprattutto quelli arruolati nelle università pubbliche come la Met, restino nel paese dopo il completamento degli studi. Quest’aspetto di esclusione e di offesa è perfettamente riflesso nel nostro slogan.

Pennacchio Argentato inaugurano la loro personale ‘At 03:30 A.M. on the night of June 5, 1992′ il 27 ottobre 2012 alla galleria T293 di Napoli