Rosso Fiorentino, Deposizione dalla croce, 1521, tavola centinata, cm 341 x 201, Volterra, Pinacoteca Civica
***
“Per me è questa l’opera fondante della pittura moderna, che ognuno dovrebbe assolutamente vedere dal vero. Perché guarda al futuro ripensando l’arcaico, perché anticipa intuizioni cézanniane, cubiste ed espressioniste, perché usa la pittura come un grimaldello per scardinare i luoghi comuni della rappresentazione e per violare ogni etichetta prefabbricata di forma. Parola d’ordine: Opinione contraria (Vasari).” Alberto Mugnaini

Rosso Fiorentino, Deposizione dalla croce, 1521,
Pinacoteca Civica
, Volterra