Veduta della mostra in primo piano l’opera di Lutz / Guggisberg – Gewehrabgabe,  
dietro l’opera di Loredana Longo
 Benny Chirco, Senza Titolo – Aprile 2011

 L’opera di Stefania Galegati Shines “Sacchi di sabbia/Sands bags”
  Wunsch/Ordnung – Desiderio/Ordine veduta della mostra
 Sulla destra l’opera di Urs Aeschbach
A sinistra Markus Müller, al centro Benny Chirco, a destra Costa Vece 
***
Mostra Wunsch/Ordnung – Desiderio/Ordine presso la chiesa Santa Maria dei Crociferi a Palermo, a cura di Cécile Hummel, Francesco Pantaleone e Andrea Roca.

Sono stati invitati una serie di artisti svizzeri e siciliani: Adalberto Abbate, Urs Aeschbach, Benny Chirco, Andrea Di Marco, Stefania Galegati Shines, Hoio, Cécile Hummel, San Keller, Loredana Longo, Lutz/Guggisberg, Markus Müller, Francesco Simeti, Loredana Sperini, Hildegard Spelhofer, Costa Vece. 

***
ATP: Si può lavorare in Sicilia occupandosi d’Arte Contemporanea ?
Francesco Pantaleone: Assolutamente sì! Non bisogna temere le difficoltà determinate dal vivere in una terra ricca di contraddizioni, con un pubblico ancora avvezzo all’arte antica. Molto spesso è proprio il forte peso della tradizione a sollecitare gli artisti a lavorare in Sicilia. Gli svantaggi, in Sicilia, sono rappresentati da un senso poco diffuso del collezionismo e dall’incapacità ad avvicinarsi all’ Arte Contemporanea. Senza contare l’assenza di interesse da parte delle istituzioni pubbliche.
Per quanto riguarda il mio lavoro di gallerista, sono molto fortunato ad avere la galleria a Palermo, nel cuore del quartiere storico della Vucciria.
ATP:Come si struttura il tuo lavoro a Palermo?
FP: La galleria opera su due fronti: mediante la promozione ed il sostegno dei migliori artisti siciliani contemporanei ed attraverso l’ avvio, a partire dal 2007, di un ciclo di residenze per gli artisti, con la collaborazione di Laura Barreca. Invitiamo artisti di calibro internazionale, a creare una mostra personale, utilizzando quanto prodotto durante il periodo della residenza.
Tra gli artisti vorrei ricordare le ultime residenze. Quella di quest’anno di John  Kleckner  (sua prima personale in Italia); Marc Bauer, nel 2010 e Andrew Mania nel 2009. Da quest’ anno con la personale di Stefania Galegati Shines abbiamo iniziato una collaborazione con la Gam di Palermo. Sono in programma la mostra personale di Adalberto Abbate e di Francesco Simeti (2012).

ATP: Mi racconti com’è nata la mostra “Desiderio/ Ordine”, attualmente in corso presso l’Ex Noviziato dei Crociferi (Palermo)?

FP: Il progetto è nato dall’incontro tra me e Cécile Hummel con lo scopo di evidenziare gli elementi che accomunano e differenziano le realtà artistiche contemporanee esistenti in Svizzera ed in Sicilia.La mostra ha avuto due momenti: una prima tappa da Maggio a Giugno a Basilea, e poi dal 30 Luglio all’11 Settembre, a Palermo, con gli stessi artisti, esponendo opere differenti.
ATP: Il senso del titolo ‘Desiderio ed Ordine’?
Abbiamo rintracciato in questi due concetti alcuni elementi caratterizzanti le diverse situazioni artistiche. La Svizzera ispira perfezione e ordine, mentre la Sicilia è quella terra meravigliosa e ‘desiderata’ dove fioriscono i limoni.  Ovvio che le realtà a cui ci riferiamo non sono quelle artistiche (che come è noto sono lontane anni luce), ma la realtà delle due terre, così come riteniamo venga percepita dalla gente!
ATP: Da cosa nasce il tuo amore personale per l’Arte Contemporanea?
FP: Il mio amore per l’arte è nato dalla formazione ricevuta dalla mia famiglia.
Mio padre è un collezionista di arte siciliana dell’ 800, mentre mia madre (tedesca e di formazione steineriana), mi ha trasmesso l ‘ amore per l’arte ed una naturale attitudine, che appartiene ai nordici, verso la modernità.
Intervista in collaborazione con Giuseppe Giovanni Blando
 
Francesco Pantaleone