Foto in studio di Sequenze Numeriche per Rigenerare e Guarire il Tuo Corpo (Grigorij Grabovoj, Macro, 2013.)

Foto in studio di Sequenze Numeriche per Rigenerare e Guarire il Tuo Corpo (Grigorij Grabovoj, Macro, 2013.)

MATTIA PAJÉ

Quali libri sono stati o sono in questo momento fondamentali per la tua ricerca?

Diversi libri mi hanno accompagnato, supportato, consolato nel mio lavoro. Ciò che chiamiamo ricerca è qualcosa di molto aperto per me, di illimitato, qualcosa in costante movimento. I libri accompagnano il movimento, sono completamente inseriti in questo divenire. Una cosa che mi ha sempre meravigliato è la loro capacità di arrivare sempre al momento giusto. Nominandone alcuni mi sembra di fare un torto agli altri.
Riporterò tre titoli:

1. Bhagavad Gita

2. Risvegliare la macchina biologica per utilizzarla come strumento magico

3. Il sangue è un succo molto peculiare

Foto di una pagina di Pigre Divinità e Pigra Sorte (Patrizia Cavalli, Einaudi, 2006.)

Foto di una pagina di Pigre Divinità e Pigra Sorte (Patrizia Cavalli, Einaudi, 2006.)

C’è un libro che consiglieresti a un altro artista?

Direi che dipende molto dall’artista a cui lo devo consigliare, preferisco i consigli personali a quelli generali.

Gioia?, smalto e bic su tela 20x30cm, 2018. Trascrizione di un capitolo da un manuale di fisiologia.

Gioia?, smalto e bic su tela 20x30cm, 2018. Trascrizione di un capitolo da un manuale di fisiologia.

Come e quando si inserisce il momento della lettura nella tua pratica?

La lettura è al pari di ogni altra esperienza volontaria; crearsi il tempo e lo spazio per un libro è come decidere di andare in montagna, di visitare una mostra o di iniziare un discorso. Certe letture sono funzionali a delle idee o intuizioni, che cerco di approfondire provando a sondare terreni già attraversati, a volte sono addirittura tecniche, manualistiche, funzionali a posizionare dati utili. Altre sono libere da un presupposto, più legate alla scoperta, allo stupore, all’innamoramento di un modo di scrivere. Sono assolutamente esperienziali, e come tali, alcune agiscono sulla sfera mentale e di ragionamento ed altre sulla sfera emotiva e di sentimento. I momenti di lettura sono vari, non troppo stabiliti, solitamente non univoci: in una giornata c’è la possibilità di leggere parte di  un saggio la mattina, aprire un manuale al pomeriggio, e la sera abbandonarsi alla narrativa.

Foto di Noa Noa e Lettere da Tahiti (Paul Gauguin, Abscondita, 2016.) accostata ad una riproduzione di una vecchia mappa Africana trovata in un appartamento a Dar Es Salam nell’estate 2018.

Foto di Noa Noa e Lettere da Tahiti (Paul Gauguin, Abscondita, 2016.) accostata ad una riproduzione di una vecchia mappa Africana trovata in un appartamento a Dar Es Salam nell’estate 2018.