Spencer Finch, Sky Over Coney Island (November 21, 2004 1:14 pm), 2004/2011 
© Spencer Finch – Photo credit: Luke Stettner
Racconta Ryan Gander a proposito della mostra “I know about creative block and I know not to  call it by name”, che cura alla Lisson Gallery di Milano:
“L’ispirazione di un artista spesso richiede l’assenza di attivita? cosi? come il mantenersi occupato. Quante volte abbiamo sentito luoghi comuni sulla complessita? compositiva di un quadro o sull’eccessiva revisione di un testo, cosi? come di un concetto reso incomprensibile dalla macchinosita? del suo stesso significato. Spesso l’ispirazione appare proprio quando ci fermiamo e ci allontaniamo, facciamo un giro in macchina, stiamo seduti in un pub con gli amici, mettiamo su un disco e prepariamo una tazza di te? – in quei momenti in cui permettiamo al mondo di entrare in noi – ed e? in quei momenti che la polvere magica inizia a scendere. 
Quando una giornata e? buona, quando il rubinetto e? completamente aperto, l’ispirazione puo? arrivare dando palpitazioni al cuore e eccitazione che ti prende allo stomaco e ti fa piegare in due dalla sorpresa. Credo che questo sia un primo passo per spiegare perche? sia un tale privilegio essere un artista. Il resto della creazione, ad ogni modo, avviene all’interno dello studio: fissare il foglio bianco con la paura di fare la prima mossa, continuare a girarlo e rigirarlo alla ricerca dell’ispirazione. Io non sono un uomo superstizioso per natura, ma so cosa sia un blocco creativo e so che non bisogna mai nominarlo.” 
Dal 16 settembre al 5 novembre
via Zenale 3, Milano
T.: +39 02 89 05 06 08
Lisson Gallery Milan
Andrea Martiradonna photographer