Collezione Maramotti, Ingresso lato Est : East entrance, Ph. C. Cesare Di Liborio

Da giovedì 4 febbraio 2021 Collezione Maramotti riapre le sue porte ai visitatori regionali. Oltre alla collezione permanente, a febbraio 2021 sarà possibile visitare due mostre temporanee. La prima, Mollino/Insides, propone le opere pittoriche di Enoc Perez e quelle fotografiche di Brigitte Schindler e Carlo Mollino, in dialogo tra loro. La mostra, inaugurata a ottobre 2020 e prorogata fino al 30 maggio 2021, si concentra sulla figura di Carlo Mollino, artista, designer e fotografo nella Torino del dopoguerra. La sua ultima dimora in via Napione a Torino viene trasformata dalle opere pittoriche di Perez e da quelle fotografiche di Schindler che ne ritraggono alcuni ambienti e che permettono di accedere alle fotografie delle modelle di Mollino. La seconda, HOW TO BE ENOUGH, ospiterà, per la prima volta in Italia, una personale dell’artista nigeriana ruby onyinyechi amanze. L’artista lavora su carta per affrontare tematiche attuali quali l’ibridazione culturale e le politiche “non-nazionaliste”. Servendosi di diversi media e materiali, non solo carta e disegno, i suoi lavori, soprattutto in grande scala, manipolano lo spazio creando un universo parallelo, popolato di figure misteriose e magiche, che non può essere inserito in un “dove” o in un “quando”, al fine di creare un’alternativa ai confini fissati e prestabiliti dell’identità. Per Collezione Maramotti, amanze ha concepito un lavoro pluridimensionale che occuperà la Pattern Room della Collezione – dal 21 febbraio al 25 luglio 2021 – come un vero e proprio “affresco su carta” contemporaneo. 

Anche in autunno – dal 17 ottobre 2021 a febbraio 2022 – Collezione Maramotti ospiterà per la prima volta in Italia un altro artista internazionale, TARWUK. Il duo artistico croato, composto da Bruno Pogačnik Tremow e Ivana Vukšić, ha realizzato per la personale quattro nuove sculture e una serie di disegni. I lavori, sculture che spesso rappresentano delle figure umane scomposte e derivate dalla fusione di materiali naturali – come la resina – o di scarto con tecniche all’avanguardia – come la stampa 3D -, riflettono sulla relazione che intercorre tra l’individuo e lo spazio e propongono un’archeologia dell’essere umano futuro. A partire da considerazioni antropologiche, magiche e folcloristiche, l’essere umano, seppur nella sua fragilità, diviene protagonista di una possibile rinascita e di una nuova concezione di bellezza.

Collezione Maramotti, Interior view, artwork by Mark Manders. Ph. C. Cesare Di Liborio

Altre due mostre, in continuità con Rehang : Archives 2019, sono in programma per il 2021. Due mostre d’archivio, realizzate con i materiali presenti nella biblioteca e negli archivi della Collezione, proporranno al pubblico diversi documenti – foto, video, libri d’artista, disegni – per ricostruire la storia della raccolta con sguardi e prospettive nuove.

Accanto al programma espositivo, si ricorda la residenza di Emma Talbot, vincitrice dell’ottava edizione di Max Mara Art Prize for Women, in collaborazione con Whitechapel Gallery. Durante i sei mesi di residenza, tra Roma, Reggio Emilia e la Sicilia, l’artista cercherà di definire le modalità di rappresentazione della donna, a partire dal focus sull’opera Le tre età della donna di Gustav Klimt. Prosegue anche la collaborazione con la Fondazione I Teatri di Reggio Emilia: in autunno 2021, performance site-specific negli spazi della Collezione verranno realizzate dalla compagnia belga Peeping Tom, per porre in dialogo arte e danza.
Il progetto, dal titolo provvisorio La Visita, è stato selezionato per il Fedora – Van Cleef & Arpels Prize for Ballet 2021 e può essere sostenuto fino al 26 febbraio 2021 con un voto sul sito del Premio.

Mostre in programma:

Mollino/Insides | Enoc Perez, Brigitte Schindler e Carlo Mollino
fino al 30 maggio 2021

(Per leggere la recensione alla mostra, è online l’articolo di Guendalina Piselli, “Carlo Mollino, Brigitte Schindler e Enoc Perez alla Collezione Maramotti”, in ATPdiary, 13 novembre 2020)

HOW TO BE ENOUGH | ruby onyinyechi amanze
Dal 21 febbraio al 25 luglio 2021

TARWUK
dal 17 ottobre 2021 a febbraio 2022

ruby onyinyechi amanze – HOW TO BE ENOUGH, tecnica mista su carta, 3 x 17 metri, particolare © the artist – Ph. Sahar Coston-Hardy
ruby onyinyechi amanze – HOW TO BE ENOUGH, tecnica mista su carta, 3 x 17 metri, particolare © the artist – Ph. Sahar Coston-Hardy
ruby onyinyechi amanze – Ph. Sahar Coston-Hardy