Daniele Carpi, L'imperatore era un vecchio

Daniele Carpi, L’imperatore era un vecchio

Prima stagione è il titolo del programma espositivo n° 1 che verrà realizzato da Edicola Radetzky, un piccolo spazio espositivo situato nei quattro metri quadri di un’ex edicola liberty situata in viale Gorizia, sulla Darsena di Milano. Il tutto nasce circa un anno fa, quando Progetto Città Ideale, iniziativa dedicata all’arte contemporanea dei tre artisti Mirko Canesi, Fiorella Fontana e Stefano Serusi, ha vinto il bando indetto da Comune di Milano – Consiglio di Zona 6, ottenendo così la possibilità di fare di questo spazio un centro di programmazione culturale per una durata di quattro anni. Riflessione sullo spazio pubblico; esposizione di opere d’arte al di là di gallerie ed entità museali o fondazioni; partecipazione attiva alla vita cittadina tramite il coinvolgimento diretto di una grande fetta di pubblico, anche per il semplice fatto che incontrerà l’Edicola in quanto posta in una delle aree più frequentate di Milano; sperimentazione e ricerca: questi alcuni dei focus del progetto. Così, sabato 23 aprile 2016 Edicola Radetzky, dalle 18.30, aprirà i battenti, inaugurando un ciclo di mostre sotto la direzione artistica di Andrea Lacarpia. La tematica che farà da filo rosso per le cinque esposizioni che si susseguiranno è quella della “declinazione dell’altrove”: “l’altrove è uno spazio esotico e noi abbiamo bisogno di viaggiare con la mente. Creiamo un immaginario in cui diamo vita ad un altro mondo. E l’edicola ci consente di fare questo: l’interiorità più profonda qui diventa immagine, scultura, progetto” (Lacarpia).

Gli artisti invitati sono: Daniele Carpi (nato nel 1976, vive a Como), che farà dello spazio interno dell’Edicola una sorta di microclima in cui piante, arbusti e muschi invaderanno un busto ritraente l’imperatore austriaco Francesco Giuseppe d’Asburgo, emblema dell’esaurirsi dell’impero di cui era a capo; Vincenzo Simone (nato nel 1980, vive a Bologna), che realizzerà delle pitture su carta per poi applicarle alle pareti vetrate dell’edicola, facendole interagire costantemente con la luce naturale; Giovanni De Francesco (nato nel 1976, vive a Milano), che creerà delle sculture in bronzo, marmo o gesso da cui farà emergere una sorgente d’acqua; Jacopo Candotti (nato nel 1982, vive a Bolzano), che esporrà su una pedana ruotante una scultura che richiama un primordiale mondo animale; Devis Venturelli (nato nel 1974, vive a Milano), che trasformerà l’edicola in un ambiente naturale, dove delle strutture rivestite da tessuti traforati produrranno un vento continuo.

Si ricorda anche la collaborazione col PAC – Padiglione di Arte Contemporanea — grazie a cui a luglio l’Edicola ospiterà un’installazione legata alla mostra Cuba. Tatuare la storia in programma al PAC dal 5 dello stesso mese — e con careof, nell’intento di aiutare Edicola Radetzky con supporti concreti.

Edicola Radetzky - Prima stagione

Edicola Radetzky – Prima stagione

Render installazione di Daniele Carpi - inaugurazione sabato 23 aprile

Render installazione di Daniele Carpi – inaugurazione sabato 23 aprile