Oehlen_SelbstportratMitPalette, Albert Oehlen, selbstportrait mit Palette, 2005. Pinault Collection

Oehlen_SelbstportratMitPalette, Albert Oehlen, selbstportrait mit Palette, 2005. Pinault Collection

Albert Oehlen, Palazzo Grassi | 8 aprile 2018

Curata da Caroline Bourgeois, la mostra presenterà circa 85 opere del pittore Albert Oehlen (1954, Krefeld, Germania), realizzate a partire dagli anni ’80 fino ad oggi e provenienti dalla Pinault Collection e da importanti collezioni private e musei internazionali. Il ritmo sincopato e non cronologico intende restituire il ruolo centrale della musica nella sua produzione, metafora del suo metodo di lavoro dove contaminazione e ritmo, improvvisazione e ripetizione, densità e armonia dei suoni diventano gesti pittorici.

Dancing with myself, Punta della Dogana | 8 aprile 2018

A cura di Martin Bethenod, Florian Ebner e Anna Frick, la mostra nasce dalla collaborazione tra la Pinault Collection e il Museum Folkwang di Essen, dove nel 2016 è stata presentata una prima versione. Sarà un’esposizione collettiva in cui fotografia, video, pittura, scultura, installazioni e altre pratiche artistiche metteranno in scena l’importanza della rappresentazione di sé nella produzione artistica dagli anni ’70 a oggi e del ruolo dell’artista come protagonista e come oggetto stesso dell’opera. Emergerà in primo luogo il contrasto tra attitudini differenti: la malinconia e la vanità, il gioco ironico dell’identità e l’autobiografia politica, la riflessione esistenziale e il corpo come scultura, effigie o frammento, e la sua rappresentazione simbolica. La mostra riunisce circa 100 opere dalla Pinault Collection – da Claude Cahun a LaToya Ruby Frazier, da Gilbert & George a Cindy Sherman, da Alighiero Boetti a Maurizio Cattelan, in dialogo con una selezione di opere provenienti dal Museum Folkwang.

Sherman_Untitled578 *  Cindy Sherman Untitled #578, 2016 dye sublimation metal print 50 1/2 x 48 inches; 128.3 x 121.9 cm Courtesy of the artist and Metro Pictures, New York

Sherman_Untitled578 * Cindy Sherman Untitled #578, 2016 dye sublimation metal print 50 1/2 x 48 inches; 128.3 x 121.9 cm Courtesy of the artist and Metro Pictures, New York