Torna l’evento milanese che mette al centro il libro e la lettura in cinque giorni ricchi di incontri, presentazioni, dialoghi, seminari, eventi e spettacoli. Il 13 novembre apre i battenti BOOKCITY MILANO che si terrà, come di consueto, al Castello Sforzesco fino al 17 novembre e a cui si affiancheranno diversi poli tematici.
Per questa occasione NABA, Nuova Accademia di Belle Arti presenta due eventi attorno alle questioni del design e dell’arte contemporanea, durante i quali saranno presentate le recenti pubblicazioni edite da Quodlibet che raccolgono importanti riflessioni ed interessanti spunti di ricerca dell’Accademia. 
Giovedì 14 novembre sarà “NABA Ricerca” ad aprire il ciclo di incontri con due appuntamenti. Alle ore 17.30 sarà presentata la pubblicazione “The Book is a Small Architecture. Interior of an Interior”, edita da Quodlibet, un progetto sviluppato dall’Accademia e curato da Italo Rota, con Anthony Marasco, Senior Lecturer di Estetica in NABA, e Diego Terna, architetto e contributor di numerosi magazine di architettura internazionali.
A partire dalla citazione  “dal cucchiaio alla città” di Ernesto Nathan Rogers, che crede possibile affrontare tutto con la progettazione architettonica, Rota e Marasco ribaltano il concetto in “dalla città al cucchiaio”, dalla città reale a quella digitale, al valore del dato che surclassa quello dell’oggetto. Il progetto ha dato vita a un decalogo, un tentativo di definire quello che oggi significa “design per un designer”, un libro enigmistico per sperimentare le nostre relazioni tra mente e spazio e che propone al lettore di diventare co-autore. Saranno, inoltre, anticipati i temi del volume dedicato alla progettazione contemporanea del design di Claudio Larcher e Valentina Dalla Costa che farà parte della nuova collana editoriale NABA Insights.
All’incontro, moderato da Valentina alla Costa, giornalista e lecturer NABA, interverranno Italo Rota, architetto e designer, NABA Scientific Advisor, e Claudio Larcher, NABA Design Area Leader e fondatore dello studio Modoloco Design Workshop.

A seguire, alle ore 19, si terrà la presentazione di “Utopian Display. Geopolitiche curatoriali”, a cura di Marco Scotini, primo volume della nuova collana editoriale NABA Insights pubblicata da Quodlibet. L’antologia, con un certo scetticismo tanto per gli effetti della globalizzazione che per le più recenti premesse della cosiddetta de-globalizzazione verso l’universalismo modernista, cerca di raccogliere le esperienze curatoriali maturate negli ultimi trent’anni in differenti contesti geopolitici: dall’Africa alla Cina, dall’India all’America Latina, dal Medio Oriente fino allo spazio post-sovietico. La pubblicazione si focalizza su possibilità e limiti della pratica curatoriale e dei modelli istituzionali in campo artistico a partire dal crollo del socialismo e racchiude i saggi di quindici autori di generazioni differenti, tra le voci più importanti e sperimentali della ricerca curatoriale contemporanea.

Alla presentazione di Utopian Display interverranno: il curatore del volume Marco Scotini, NABA Visual Arts Department Head e direttore artistico FM Centro per l’arte contemporanea, Milano; Roberto Pinto, curatore ArtLine Milano e docente presso l’Università degli studi di Bologna; Christian Marazzi, economista, docente presso il Dipartimento di lavoro sociale della SUPSI di Lugano e di Economia dell’arte in NABA; Zasha Colah, curatrice e docente NABA, ha co-curato la terza edizione della Pune Biennale; Elvira Vannini, storica dell’arte e docente NABA, ha fondato il magazine hotpotatoes.it.

Entrambi gli incontri saranno aperti al pubblico e si terranno in NABA, Nuova Accademia di Belle Arti presso la Caffetteria The Corner in via Darwin 20, Milano.