Martina Bassi,   Tessuto matita colorata,   carta fotografica,   alluminio 200 x 110 x 0,  1 cm 2012 - courtesy Room Galleria,   Milano,   foto: Lorenzo Nencioni

Martina Bassi, Tessuto matita colorata, carta fotografica, alluminio 200 x 110 x 0, 1 cm 2012 – courtesy Room Galleria, Milano, foto: Lorenzo Nencioni

Martina Bassi,   Le Pass,   courtesy Room Galleria,   Milano,   foto: Lorenzo Nencioni,   exibition view

Martina Bassi, Le Pass, courtesy Room Galleria, Milano, foto: Lorenzo Nencioni, exibition view

Virtuose superfici che tradiscono la falsità delle apparenze. Pseudo tessuti, pseudo lastre marmoree, pseudo campiture di pixel, pseudo paesaggi astratti.  Le opere a parete di Martina Bassi – esposte nella sua mostra personale Le Pass alla Room Gallery di Milano – mandano in corto circuito la consequenziale natura delle cose.

Negando affermando l’illusorietà delle percezioni; perfezionando le minuscole tessere di pigmento, sollevano interrogazioni sulla natura del guardare; incastrando e giocando sulla possibilità speculare delle forme inducono a chiedersi: cosa sto guardando?

A metà strada tra un’immagine fotografica e l’Impressionismo, a metà strada tra possibili forme molecolari e un divisionismo pixellato, le grandi campiture di Martina Bassi tradiscono una manualità fuori dal tempo. L’artista, con pazienza e precisione – quasi realizzando un ideale ricamo su carta – ha puntellato dei paesaggi liquidi e scivolosi. Centri gravitazionali e la loro perdita, prospettive e la loro smentita, queste opere sono degli ossimori affascinanti. Coerente con queste continue dicotomie, Martina simula la tecnologia e tenta di ricreare la materia a partire da un programma digitale (per descriverlo l’artista utilizza la parola ‘ingenuo’.. come dire un programmino-giocattolo abbordabile anche dai più inesperti di computer grafica).

La simulazione del legno slitta in quella del marmo: grazie ad una tavolozza più terrea, a dei marroni lividi, la pelle dei materiali simulati diventa cangiate, inferma. Dove invece la simulazione di ‘cose’ lascia il posto a una gaia primavera di colori, l’ossessione ripetitiva dei gesti (che diventano a loro volta piccole tracce di pigmento rosa, verdino, giallo, azzurro), ci cattura per l’ostinazione dei giochi ipnotici. Un po’ come degli impazziti salva-schermo che, banditi gli acquari virtuali e i gattini kitsch (adoro i gatti, ma non nelle desktop), ci rivelano un tipo di bellezza tutta da scoprire: quella nascosta negli immaginari post-venturi.

Martina Bassi,   Minerale matita colorata,   carta fotografica,   allumino 190 x 60 x 0,  1 cm 2012 - courtesy Room Galleria,   Milano,   foto: Lorenzo Nencioni

Martina Bassi, Minerale matita colorata, carta fotografica, allumino 190 x 60 x 0, 1 cm 2012 – courtesy Room Galleria, Milano, foto: Lorenzo Nencioni

Martina Bassi,   Minerale matita colorata,   carta fotografica,   allumino 190 x 60 x 0,  1 cm 2012 - courtesy Room Galleria,   Milano,   foto: Lorenzo Nencioni (dettaglio)

Martina Bassi, Minerale matita colorata, carta fotografica, allumino 190 x 60 x 0, 1 cm 2012 – courtesy Room Galleria, Milano, foto: Lorenzo Nencioni (dettaglio)

Martina Bassi,   Marmo composto matita colorata,   carta fotografica,   alluminio 82 x 40 x 0,  1 cm 2013,   courtesy Room Galleria,   Milano,   foto: Lorenzo Nencioni

Martina Bassi, Marmo composto matita colorata, carta fotografica, alluminio 82 x 40 x 0, 1 cm 2013, courtesy Room Galleria, Milano, foto: Lorenzo Nencioni

Martina Bassi,   Minerale matita colorata,   carta fotografica,   alluminio 190 x 60 x 0,  1 cm 2013,   courtesy Room Galleria,   Milano,   foto: Lorenzo Nencioni

Martina Bassi, Minerale matita colorata, carta fotografica, alluminio 190 x 60 x 0, 1 cm 2013, courtesy Room Galleria, Milano, foto: Lorenzo Nencioni

Martina Bassi,   Legno composto matita colorata,   carta fotografica,   alluminio 150 x 160 x 0,  1 cm 2013,   courtesy Room Galleria,   Milano,   foto: Lorenzo Nencioni

Martina Bassi, Legno composto matita colorata, carta fotografica, alluminio 150 x 160 x 0, 1 cm 2013, courtesy Room Galleria, Milano, foto: Lorenzo Nencioni

Martina Bassi,   Legno composto matita colorata,   carta fotografica,   alluminio 150 x 160 x 0,  1 cm 2013,   courtesy Room Galleria,   Milano,   foto: Lorenzo Nencioni (dettaglio)

Martina Bassi, Legno composto matita colorata, carta fotografica, alluminio 150 x 160 x 0, 1 cm 2013, courtesy Room Galleria, Milano, foto: Lorenzo Nencioni (dettaglio)

Martina Bassi,   Le Pass,   Room Gallery 2013,   Milano

Martina Bassi, Le Pass, Room Gallery 2013, Milano

Martina Bassi,   Le Pass,   Room Gallery 2013,   Milano

Martina Bassi, Le Pass, Room Gallery 2013, Milano