Marcello Maloberti, Metal Panic

Marcello Maloberti, Metal Panic

English text below

In occasione dell’apertura della stagione di Raum, lo spazio di Xing a Bologna, Marcello Maloberti presenta una performance inedita, Metal Panic, e un suo nuovo blog, MARMELLATE. ATPdiary ha deciso di porgli alcune domande in merito.

ATP: Presenterai una performance inedita intitolata “Metal Panic”: di cosa si tratta? e come mai questo nome?

Marcello Maloberti: E’ una performance che ho in mente da molto tempo, la vedo come un’evoluzione delle precedenti in cui rompevo le pantere di ceramica, ma questa rappresenta per me una apertura a nuove dimensioni più fisiche e di sintesi. In questo momento voglio un lavoro più fisico, un lavoro più povero. Mi piace l’idea dell’imprevisto. Per problemi tecnici non possiamo provare la performance e l’ingovernabilità degli eventi mi dà molto l’idea di panico. Ormai nel vissuto contemporaneo stiamo prendendo confidenza sempre di più con la dimensione dell’incontrollabile. Metal Panic è un’azione che nasce dal sonoro e il suono ha creato questa visione, metallo più panico. Normalmente i titoli mi piacciono con due parole, come se fossero su binari che si guardano creando scintille e contrasti di senso tra parole. I titoli per me sono immagini assenti che non svelano il lavoro. Ci sarà un orizzonte metallico. La performance  durerà pochi minuti, mi piace l’idea di istante e di istante dilatato. Pensando a questa performance mi viene in mente un mio pensiero fisso: IL MIO LAVORO NASCE DA UNO SPAVENTO.

ATP: Lancerai anche il tuo blog “Marmellate”. Che cos’è? Che idea vuole dare il titolo?

M.M.: Marmellate è il primo step del mio lavoro, che rappresenta il mio modo di pensare, di vedere e di sentire il mondo. Tutti i miei disegni, le mie idee i miei fallimenti, vengono archiviati in modo ossessivo, maniacale e patologico all’interno di questo blog, in un flusso spontaneo e non lineare. Il nome marmellate mi piace come parola e per il potere evocativo. E’ un lavoro non formalista, spontaneo. Marmellate è il mio caos.

ATP: Nel comunicato stampa c’è scritto che il tuo blog è un “dislessico flusso di immagini e testi, ri-sgramaticato dall’intervento sonoro di Daniela Cattivello”. Che influenza ha questa musicista sul progetto?

M.M.: Daniela usa i suoi appunti sonori archiviati in questi anni e li unisce ai miei visivi, creando un dialogo tra suono ed immagine in grado di generare un’atmosfera di fragile incertezza e amabile. Il flusso delle immagini è un singhiozzo temporale, un fluire in modo sgrammaticato tra appunti visivi e parole sonore che attraverso la musica di Daniela viene ri-sgrammaticato.

METAL PANIC

performance di Marcello Maloberti

con Mitko R. Mitkov, Anna Maria Tina, Emre Baloglu, Enrico Tarantino Roberta Garbagnati, Filippo Pozzi, Antonio Coco, Rocky Ngaton, Alberto Savoia, Augustine Ellimah, Luca Dall’Omo, Daniele Margherini, Raffaele Carabbio

produzione Xing/Raum 2016

estratti dal blog MARMELLATE

estratti dal blog MARMELLATE

estratti dal blog MARMELLATE

estratti dal blog MARMELLATE

Saturday 1st october at 6.15 pm -sharp- Xing’s space in Bologna, Raum, opens its autumn activities with Metal Panic, a performance created for the occasion by the visual artist Marcello Maloberti, a veteran of performing arts in Italy. The opening continues with the launch of Maloberti’s blog MARMELLATE, a dyslexic flow of images and texts, annotated by the ungrammatical sounds of Daniela Cattivelli.

METAL PANIC is an original performance purposely conceived and realized by Marcello Maloberti for Bologna. In a narrow road of 4 meters, an iron pipe of 24 meters, with a diameter of 9 cm, is raised by amateur and professional strongmen with a gesture of lifting a line in a minimal horizon. After a minute of tension between high and low, the performance will be resolved unpredictably. A human architecture for a home-made horror. “Modern Horizon of Modern Iron”. An inaugural gesture, shamelessly unproductive -like all ribbon cuttings- at the entrance of Raum, meticulously prepared, made with reckless effort and dangerously consumed in a flash, marking the opening of the party.

In the blog MARMELLATE, drawings, collages and notes mingle together, creating a sort of first step in Maloberti’s work. Applying a happy and spontaneous approach, it constitutes a pantry of ideas for future works and visions, mixing imagery and key words, that form a stream of consciousness. “Poor punk finally punk, slogans!; not necessarily beautiful; I love a healthy dose of stupidity”. This amalgam of signs and different energies constitutes a supply of precious jams that accompanies Maloberti’s research. Daniela Cattivelli will sail through this hubbub with synthetic sounds, electronic bees, space sounds, and metallic rumbles.

work in progress Metal Panic Maloberti

work in progress Metal Panic Maloberti

work in progress Metal Panic Maloberti

work in progress Metal Panic Maloberti