SANDLINES SHEEPS REVOLUTION – courtesy of Francis Alÿs
JR et ladj Ly devant fresque Montfermeil, still from #JR, 2018, film by Serge July, Daniel Ablin

La chiusura delle sale cinematografiche e l’impossibilità di organizzare mostre e incontri non ha fermato Lo schermo dell’arte – Festival di Cinema e Arte Contemporanea di Firenze giunto ormai alla sua XIII edizione.
Tra il 10 e il 14 novembre 2020 – e online fino al 22 novembre 2020 – gli oltre quaranta film selezionati saranno infatti disponibili in streaming on demand sulla piattaforma Più Compagnia del cinema La Compagnia di Firenze in collaborazione con MYmovies.it.

“In questo anno così difficile la proposta de Lo schermo dell’arte vuole essere una sorta di promemoria per il futuro. È importante riflettere sull’esperienza di questo presente caotico, incerto, irregolare […] Ma vogliamo continuare anche a scambiare idee insieme ad artisti e ad amici curatori con i quali condividiamo un percorso […] Perché, pur chiuso, il cinema è la nostra casa”, afferma Silvia Lucchesi, direttrice del festival.
Così, il programma online della manifestazione prevede comunque una fitta serie di talk ai quali partecipano alcuni dei protagonisti del mondo dell’arte: Riccardo Benassi incontra Andrea Lissoni, direttore dell’Haus der Kunst di Monaco; Anna Franceschini si confronta con Milovan Farronato, curatore del Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2019; l’artista-collettivo Flatform (di base a Milano e a Berlino) dialoga invece con la stessa Silvia Lucchesi.
Infine gli artisti del progetto Mascarilla 19 – Codes of Domestic Violence, Iván Argote, Silvia Giambrone, Eva Giolo, Basir Mahmood, MASBEDO, Elena Mazzi, Adrian Paci e Janis Rafa– progetto curato da Leonardo Bigazzi, Alessandro Rabottini e Paola Ugolini con la promozione e produzione della Fondazione In Between Art Film di Roma – incontrano gli stessi Leonardo Bigazzi e Paola Ugolini.

Jordan Wolfson, Untitled, 2019, still from Spit Earth Who Is Jordan Wolfson, 2020, film by James Crump, Courtesy Summitridge Pictures. All rights reserved
Adrian Paci, Vedo Rosso, 2020, still da video, Courtesy l’artista, kaufmann repetto, Peter Kilchmann Gallerye Fondazione In Between Art Film

Tra gli artisti internazionali che presentano contenuti in anteprima italiana troviamo, oltre alla già citata Janis Rafa (Grecia), la palestinese Emily Jacir, la vietnamita Thao Nguyen Phan, gli israeliani Omer Fast e Dani Gal, il tedesco Rudolf Herz, il taiwanese Musquiqui Chihying e l’americano John Menik. Tra i documentari mai usciti in Italia, spiccano invece quelli dedicati all’artista francese JR (#JR di Serge July e Daniel Ablin, del 2018); all’architetto Alvar Aalto e alla sua prima moglie Aino (Aalto di Virpi Suutari, del 2020); all’artista americano Keith Haring (Keith Haring: Street Art Boy di Ben Anthony, sempre del 2020); all’artista Hans Hartung (Hans Hartung, la fureur de peindre di Romain Goupil, del 2019); al controverso artista Jordan Wolfson, famoso per le sue opere virtuali incentrate su temi come l’omofobia, il nazionalismo e il razzismo (Spit Earth: Who Is Jordan Wolfson? di James Crump, del 2020); infine il docu-film dedicato all’artista milanese Pippa Bacca, uccisa in Turchia nel 2008 (Sono innamorato di Pippa Bacca di Simone Manetti, del 2019).

Nell’ambito de Lo schermo dell’arte è prevista inoltre la IX edizione di VISIO – European Programme on Artists’ Moving Images, programma di ricerca e residenza dedicato a giovani artisti internazionali under 35, curato e ideato sempre da Leonardo Bigazzi.
Nonostante la sospensione della mostra Resisting the Trouble – Moving Images in Times of Crisis, prodotta con NAM – Not A Museum, programma dell’arte contemporanea promosso da Manifattura Tabacchi di Firenze, alla quale i dodici artisti selezionati avrebbero dovuto partecipare, la rassegna si trasferisce online: tra i protagonisti degli incontro troviamo Omer Fast, Philippe Alain-Michaud (curatore della collezione video del Centre Pompidou di Parigi), Beatrice Bulgari (direttrice della Fondazione In Between Art Film), Alessandro Rabottini (direttore artistico della stessa Fondazione), Hilde Teerlinck (general director dell’Han Nefkens Foundation di Barcellona), Ana Teixeira Pinto (studiosa e ricercatrice presso la Leuphana University di Luneburgo in Germania), Mason Leaver-Yap (associate curator presso il KW Institute for Contemporary Art di Berlino), il collettivo curatoriale Francesco Urbano Ragazzi, Adrienne Drake (direttrice e curatrice della Fondazione Giuliani per l’arte contemporanea di Roma), Flatform e, infine, la curatrice Ilaria Gianni.

Lo schermo dell’arte – Festival di Cinema e Arte Contemporanea. XIII edizione
Dal 10 novembre 2020 al 14 novembre 2020
Online in streaming su Più Compagnia in collaborazione con MYmovies.it fino al 22 novembre 2020

Aalto_La Maison Loius Carré © Euphoria Film
Anna Franceschini, BUSTROFEDICO, still d a video, 2019, Né altra Né questa. La sfida al Labirinto, Padiglione Italia alla Biennale Arte 2019, Courtesy MiBACT
Szeemann and Lenin…Herz