Antonio Lanna e Brando Pignatelli – Agosto 2020 – Installation view

E’ in corso fino al 23 agosto una mostra ‘estrema’ o meglio, una mostra che ci porta in un luogo estremo nella periferia del Salento, per l’esattezza in un capannone industriale (presso c/o Cooperativa Nuova Contadina – SP85, Andrano, Lecce). Due i giovanissimi protagonisti, Antonio Lanna e Brando Pignatelli, accomunati dallo stesso anno di nascita, il 1997, e originari rispettivamente da Caserta e da Napoli. La mostra raccoglie quello che è stato l’esito dell’isolamente forzato che abbiamo subito a causa della pandemia: i due artisti hanno dipinto durante il lockdown opere di forte impatto visivo su opere spesso di dimensioni monumentali.

Rispettando la natura del luogo che le ospitale, il percorso espositivo muta con il trascorrere dei giorni: alcune opere, infatti, per intensificare il dialogo tra i due artisti, cambieranno  posizione nell’alveo di un allestimento capace di cambiare nel tempo.

Le grandi opere di Lanna e Pignatelli saranno installate in modo da poter creare un vero e proprio labirinto di immagini, sollecitazioni visuali e pittura.
Pittura ad olio, mischiata al cemento o al quarzo, polvere di vetro ed altri materiali: per Brando Pignatelli la pratica della pittura è anzitutto un corpo a corpo con la materia. Dal suo immaginario emergono scene d’interni, corpi fluttuanti, ossessivi riferimenti, finte prospettive e un desiderio profondo di bidimensionalità.
Costantemente legato alla pratica della pittura, il lavoro di Antonio Lanna si sviluppa su grandi tele e carte: le sovrapposizioni cromatiche evidenziate da larghe pennellate veloci lasciate a vista ci fanno conoscere la sua attitudine pittorica, ossia un’attitudine materialità e gestuale.

Antonio Lanna e Brando Pignatelli – Agosto 2020 – Installation view