Keith Haring; Untitled,   1984; acrilico su tela; collezione privata; © Keith Haring Foundation

Keith Haring; Untitled, 1984; acrilico su tela; collezione privata; © Keith Haring Foundation

E’ stato presentato, pochi giorni fa,  il programma espositivo organizzato dal Comune di Milano che si terrà negli spazi espositivi municipali per l’anno 2017, con anticipazioni per il 2018.

LE GRANDI MOSTRE, I GRANDI NOMI…

KEITH HARING. About Art | Palazzo Reale | 21 febbraio – 18 giugno 2017 .  A cura di Gianni Mercurio

Con opere provenienti da tutto il mondo, si vuole indagare la sua arte, la sua ricerca, ma anche scoprire i suoi riferimenti e sondare il suo linguaggio, sempre esposto alla permeabilità di culture differenti.

MANET e la Parigi Moderna | Palazzo Reale | 8 marzo – 2 luglio 2017A cura di Guy Cogeval, Caroline Mathieu, Isolde Pludermacher

Con alcuni capolavori di Édouard Manet provenienti dal Musée d’Orsay, la mostra vuole riflettere sulle risposte dell’artista nei confronti dei cambiamenti di Parigi tra il 1850 e il 1880, nel suo cammino verso il predominio culturale, sociale ed economico.

Vasilij Kandinskij; San Giorgio,   1915; Olio su tela,   100x150 cm; Tretyakov Gallery,   Mosca

Vasilij Kandinskij; San Giorgio, 1915; Olio su tela, 100×150 cm; Tretyakov Gallery, Mosca

KANDINSKIJ, Il cavaliere errante | MUDEC, Museo delle Culture | 15 marzo – 9 luglio 2017A cura di Silvia Burini e Ada Masoero

La mostra ripercorre il periodo di formazione dell’artista in Russia, fino al suo trasferimento in Germania nel 1921. Anche con opere mai esposte in Italia, si vuole qui individuare il percorso che lo porta dalla figurativismo iniziale all’astrazione che lo caratterizza.

100 ANNI. La scultura a Milano (1815-1915) dai depositi della Galleria d’Arte Moderna | GAM – Galleria d’Arte Moderna | 23 marzo – 30 luglio 2017A cura di GAM in collaborazione con l’Università Cattolica, l’Università Statale e il Politecnico

Verranno esposte opere d’archivio, tra cui quelle di Canova, Thorvaldsen, Grandi, Puttinati, Cacciatori, Wildt, Vela…

ANDY WARHOL. Sixty Last Suppers | Museo del Novecento | 24 marzo – 18 maggio 2017

A trent’anni dalla morte del maestro della Pop Art, verrà qui esposta la celere interpretazione dell’Ultima Cena di Leonardo Da Vinci: Sixty Last Suppers, realizzata nel 1986. In collaborazione con la Gagosian Gallery.

Santiago Sierra  NO,   Global Tour,   2009  Stampa Lambda su dibond  100x177cm (incorniciata)  Courtesy prometeogalley di Ida Pisani,   Milano |  Lucca

Santiago Sierra NO, Global Tour, 2009 Stampa Lambda su dibond 100x177cm (incorniciata) Courtesy prometeogalley di Ida Pisani, Milano | Lucca

SANTIAGO SIERRA. Mea Culpa | PAC Padiglione d’Arte Contemporanea | 29 marzo – 4 giugno 2017A cura di Diego Sileo e Lutz Henke

Il PAC dà spazio alla riflessione dell’artista sulla violenza politica del sistema mondiale, sulla disparità economica, sulle differenze sociali, sui problemi legati alle condizioni di lavoro…

NEW YORK NEW YORK! La scoperta dell’America. Artisti italiani negli Stati Uniti (1930-1968) | Museo del Novecento e Gallerie d’Italia | 12 aprile – 17 settembre 2017A cura di Francesco Tedeschi

In mostra i lavori di artisti italiani che, a partire dagli anni Trenta del Novecento, ebbero un rapporto diretto con il mondo americano contribuendo al fenomeno di graduale internazionalizzazione del mondo e del mercato dell’arte, attraverso la partecipazione a importanti manifestazioni negli Stati Uniti.

AFRICA. Raccontare un mondo | PAC Padiglione d’Arte Contemporanea | 27 giugno – 17 settembre 2017A cura di Adelina von Fürstenberg – Video e performance a cura di Ginevra Bria

La mostra offrirà uno sguardo critico filtrato dalla curatela di Adelina von Fürstenberg e Ginevra Bria sull’arte africana contemporanea, con 32 artisti che riflettono su “temi politici, economici e di genere, tra le influenze del mondo che lo circonda e il futuro del continente”.

GIANCARLO VITALI. Time Out | Palazzo Reale | Giugno – settembre 2017A cura di Velasco Vitali

70 anni di lavoro tra dipinti (inediti e non), incisioni, opere su carta del pittore “ostinatamente indipendente”, di cui Palazzo Reale presenta una mostra antologica.

Vincenzo Agnetti,   Chi entra esce; Chi esce entra,   1971. Courtesy Archivio Vincenzo Agnetti.

Vincenzo Agnetti, Chi entra esce; Chi esce entra, 1971. Courtesy Archivio Vincenzo Agnetti.

VINCENZO AGNETTI | Palazzo Reale | Giugno – settembre 2017A cura di Marco Meneguzzo

Poeta, critico, saggista, artista concettuale…a lui sarà dedicata la mostra, lui che “declina i concetti artistici in un modo personalissimo che arriva a comprendere la performance e la recitazione”.

IO, LUCA VITONE | PAC Padiglione d’Arte Contemporanea | 3 ottobre – 3 dicembre 2017A cura di Luca Lo Pinto e Diego Sileo

“Partendo dall’architettura, fisica e storica, dei luoghi, Vitone analizza una dimensione personale costruita attraverso la stratificazione di diversi linguaggi legati all’identità e alle radici del luogo stesso, sfidando le convenzioni della memoria labile e sbiadita”.

Michelangelo Merisi da Caravaggio,   1604 c.,   Olio su tela,   173×133 cm,   Museo Nelson-Atkins,   Kansas City

Michelangelo Merisi da Caravaggio, 1604 c., Olio su tela, 173×133 cm, Museo Nelson-Atkins, Kansas City

DENTRO CARAVAGGIO | Palazzo Reale | 28 settembre 2017 – 29 gennaio 2018A cura di Rossella Vodret

Verranno presentati 20 capolavori di uno degli artisti che ha cambiato per sempre la storia culturale e artistica mondiale, Caravaggio, riletto seguendo il filo rosso dello studio della sua tecnica esecutiva approfondita nello studio promosso dal MiBACT a partire dal 2009.

IL MONDO FLUTTUANTE DI TOULOUSE-LAUTREC | Palazzo Reale | Ottobre 2017 – febbraio 2018A cura di Danièle Devynck e Claudia Zevi

Ben 180 opere provenienti dai musei di tutto il mondo indagheranno l’arte di Toulouse-Lautrec tra giapponismo, fotografia, spettacolo, notturni…

GREGOTTI ASSOCIATI. Un progetto integrale (1953-2017) | PAC Padiglione d’Arte Contemporanea | 19 dicembre 2017 – 11 febbraio 2018A cura di Guido Morpurgo

In occasione del suo novantesimo compleanno, il PAC ospiterà una mostra con i principali progetti della sua attività da architetto.

E PER IL 2018…

FRIDA KAHLO | MUDEC, Museo delle Culture | 1 febbraio – 3 giugno 2018. A cura di Diego Sileo
ALBRECHT DÜRER e il Rinascimento fra la Germania e l’Italia | Palazzo Reale | 21 febbraio – 24 giugno 2018. A cura di Bernard Aikema
LUCIAN FREUD. Opere dalle collezioni UBS | GAM – Galleria d’Arte Moderna | Primavera 2018
CARLO CARRÀ | Palazzo Reale | 4 ottobre 2018 – 3 febbraio 2019. A cura di Maria Cristina Bandera con la collaborazione di Luca Carrà
DE CHIRICO A PARIGI. Da Apollinaire ai Surrealisti | Museo del Novecento | Autunno 2018. A cura di Alessandro Nigro
PICASSO E L’ANTICO | Palazzo Reale | Novembre 2018 – Marzo 2019. A cura di Pascale Picard

Albrecht Dürer,   Pappagallo (ca. 1502,   Milano,   Ambrosiana

Albrecht Dürer, Pappagallo (ca. 1502, Milano, Ambrosiana

Per scaricare la brochure completa cliccare qui.

Di seguito l’intervento di Sala:

Milano è una città aperta, internazionale, conscia del suo valore e dei terreni su cui deve ancora lavorare. Milano è anche la città dell’informazione, dei media, dei multimedia… Milano ha l’industria, il design, l’impresa in generale. Io invito tutti a considerare Milano il territorio adatto per portare qualcosa di qualità e innovazione. Ci sono alcuni elementi che voglio sottolineare. A livello culturale noi vogliamo mettere in campo un’attenzione alla qualità, spaziando dall’arte classica, alla contemporanea, dall’est all’ovest… Il secondo punto è il programma biennale, che dimostra uno spirito di lungimiranza. Poi, il turismo si è alzato del 2% dal 2015, mettendo a confronto il periodo invernale non coperto dalla presenza dell’Expo in città. Noi vogliamo integrare un estremo rigore scientifico e la divulgazione informativa, favorendo l’avvicinamento di tutti all’offerta culturale. Non tutto quello che abbiamo fatto è uscito per il meglio, ma ci abbiamo sempre provato. Nella nostra filosofia di lavoro la forza nasce dalla collaborazione tra pubblico e privato, chiamandolo a collaborare e mettendolo in condizione di avere un ritorno nell’investimento che fa.

Testi raccolti da Marco Arrigoni.