Palazzo della Ragione_esterno_Piazza Vecchia

Con tutte le difficoltà del caso, tra annunci e cancellazioni, il palinsesto culturale autunnale si sta delineando: sono state infatti comunicate anche le date della decima edizione di ArtDate, il Festival di Arte Contemporanea organizzato da The Blank che si svolge a Bergamo, 12 13 14 15 novembre.
Il tema 2020 sarà IL DONO (che ben si associa alla prospettiva e all’augurio che l’agenda culturale possa riprendere intensamente) argomento che verrà sviluppato durante la conferenza inaugurale dal giornalista e scrittore Massimo Fini attraverso  una lettura del suo saggio “Denaro, sterco del demonio” sulle orme della fondamentale opera di Marcel Mauss “Teoria generale della magia”.

Tra gli eventi proposti spicca indubbiamente la mostra a cura di Ed Atkins The Act of Seeing With One’s Own Eyes, che prevede un’installazione sonora di David Kamp, compositore e sound artist, e una proiezione di Stan Brakhage, tra i padri del cinema sperimentale.
Sempre in Città Alta, a Palazzo della Ragione, è prevista una collettiva a cura di Stefano Raimondi, The Gift. On Life and Death, con opere di Alberto Garutti, Namsal Siedlecki, Jonathan Monk.
Jonathan Monk sarà anche il protagonista dell’annuale Benefit a sostegno delle attività dell’associazione: l’artista produrrà appositamente un lavoro concettuale che verrà esposto durante il Festival.
Immancabile l’appuntamento con il Galleries Time del sabato pomeriggio, durante il quale tutte le gallerie principali della città inaugurano mostre appositamente concepite attorno al tema del Festival.
Il dipartimento dei servizi educativi di The Blank organizza il talk Arte, Segni, Linguaggi: il segno come strumento di comunicazione visivo-gestuale.
Il talk introduce una riflessione sulla Lingua dei Segni e sul suo rapporto con le pratiche performative, teatrali e di visual vernacular coinvolgendo alcuni dei principali professionisti nell’ambito della linguistica e della cultura accessibile. Grazie al percorso formativo di THE BLANK LISten PROJECT, un team di nove mediatori culturali esperti nella narrazione dell’arte contemporanea in Lingua dei Segni Italiana renderà̀ accessibile alle persone sorde la programmazione di ArtDate attraverso visite guidate e laboratori creativi gratuiti.
L’immagine coordinata di ArtDate, un’ideale primavera novembrina, è stata come di consueto affidata a Studio Temp.

Palazzo della Ragione_interno