E mentre a Londra è ancora in corso il Festival degli spazi indipendenti, No Soul for Sale, ad Atene sta per concludersi THE BAR, un progetto organizzato dalla Kunstalle Athena (dal 13 al 17 maggio). Tra le poche immagini che mi sono arrivate dall’artista Robert Pettena (che ha allestito per l’occasione una sorta di bar/installazione ‘Jungle Junction’), una mi sembra abbastanza rivelativa: la scritta di Matthieu Laurette ‘Let’s make lots of money’. Emozionante la performance di Annika Larsson: dei musicisti ad occhi chiusi/aperti mentre suonano sempre la stessa nota.L’inaugurazione del progetto è avvenuta negli stesse giornate delle rivolte nelle strade della città. Sarebbe interessante sapere come i curatori e gli artisti coinvolti hanno vissuto una tale coincidenza . Notevole, in ogni caso, lo sforzo per organizzare un simile progetto con pochissimi fondi. Per rispondere ad un post scritto nel blog pochi giorni fa a proposito della Tate e di No Soul for Sale… ebbene sì, continuiamo a lavorare tutti senza soldi. Viaggiamo, andiamo agli openings, scriviamo, beviamo aperitivi, conosciamo gente nuova, parliamo dello stato dell’arte, di come/cosa potremmo fare ecc. ecc. L’importante è avere quei 4 soldi per tirare avanti e per riflettere, pensare, speculare. Mha…

Photo Courtesy Robert Pettena