Francesca Kaufmann e Claudio Guenzani

Chiara Repetto

Taglio del nastro per il nuovo spazio kaufmann repetto. Più grande e illuminato da tre grandi vetrate rispetto a quello in via dell’Orso. Situato vicino a Parco Sempione, all’interno di un edificio dei primi del ‘900, la ristrutturazione porta la firma dell’architetto Frank Boehm.
Ad accogliere i visitatori ‘allargati’ delle 16, le due sorelle, per nulla provate dal brunch delle 12, sono sorridenti e ‘toste’ come sempre . Il grande opening prosegue fino alle 22! Bicchieri di champagne e funghetti emanacalore intrattengono il pubblico nel cortile. Oltre allo spazio espositivo, formato da due grandi stanze simmetriche, un’originale entrata con scala che porta allo showroom interrato e ai depositi.
La mostra di Thea Djordjadze è allestita alla perfezione. Leggerissime sculture dialogano nella prima stanza, composte da legno, gesso, ceramica, tessute e spugne. Sorta di disegni geometrici a 3 dimensioni, queste sculture raccontano di fallimenti, rotture, sconfitte del processo creativo e riattivazione di memorie … Un lavoro ha per titolo The Crack Up, che rimanda ad una raccolta di racconti di Francis Scott Fitzgerald.
Nella piccola e un pò sacrificata project room, le fotografie di Shannon Ebner. Conoscevo il lavoro dell’artista e, devo dire, che i suoi paesaggi con parole quali Nausea, Landscape, Raw e Incarceration mi erano molto piaciuti. Le opere esposte in queste occasione, mi hanno coinvolto di meno. Sono fotografie di grandi lettere composte da mattoni, che vanno a formare delle frasi. Curiosa la grande scultura nel cortile di un ‘&’ formata sempre da mattoni.
Nel complesso, la mostra è un ottimo ‘battesimo’ per il nuovo spazio in via di Porta Tenaglia 7. Insomma 10/10/10/10! :)

ps. le due sorelle erano super cool!