SARA’ BANALE NON VORREI MIA MADRE MORISSE
BACIARE IN BOCCA
FUMARE UNO SPINO ED ENTRARE IN PARANOIA
RIUSCIRE IN QUELLO CHE CREDO
CAMBIARE SESSO
IL RAPPORTO ORALE
CHE FOSSI MILIARDARIO
DIVENTARE POLIZIOTTO
AVERE UN PO’ DI SOLDI E FAR PIU’ NIENTE
L’ABBANDONO
UN PO’ TUTTO LA VITA
UNA CASA MIA
MA DICIAMO CHE MI PIACEREBBE SMETTERE DI FUMARE
LA PATENTE
AVERE UN LAVORO CHE MI SODDISFA
STARE BENE
ANDARE IN PRIGIONE
CHE FINISCA TUTTO
NON RIMANERE MAI SENZA SOLDI
ANDARE A FINIRE IN GALERA
IPOCRISIA
DIVENTARE DROGATO
NON SPOSARMI MAI
MORTE
CHE NON VORREI LAVORARE
SENTIRMI TRISTE

Corrado Levi, ‘di più di meno’, 1988

* grazie a Corrado Levi invitato al PAC, mostra Ibrido. Curatori Giacinto di Pietrantonio e Francesco Garutti