Sala delle Capriate - Ph. CN10 Architetti

Sala delle Capriate – Ph. CN10 Architetti

In una stanza gremita, il neo direttore della GAMeC di Bergamo, Lorenzo Giusti, ha presentato il programma che contraddistinguerà il museo: un’impostazione “aperta alla sperimentazione dei linguaggi e alla multidisciplinarietà”, che saprà al contempo valorizzare il patrimonio dell’istituzione.
Collaborazione è stata una delle parole cardine del suo discorso, tra le prime che si incontrano anche nel comunicato stampa, a testimonianza della volontà della GAMeC di dialogare quanto più possibile con le numerose realtà che già arricchiscono la vita culturale bergamasca: Accademia Carrara; Accademia di Belle Arti G. Carrara; Bergamo Scienza; The Blank. Per approfondimenti GAMeC – CS generale
GAMeC sfoggia anche una nuova identità grafica immaginata da Studio Temp, una veste aggiornata che caratterizzerà tutta la comunicazione, il sito, gli spazi interni, la segnaletica e il cortile, grafica contraddistinta dalla sovra-lineatura che accompagna i caratteri mettendo in risalto la storica specificità dell’acronimo della GAMeC, la e minuscola.
“Se i programmi dei musei potessero avere un titolo, il nostro sarebbe Presunto Presente, interpretazione della vocazione della GAMeC, ma anche del pensiero delle teorie della fisica moderna, che giocheranno un ruolo importante nella nostra programmazione, teorie secondo le quali il presente non esiste, la contemporaneità non esiste se non nella forma di una proiezione rassicurante in relazione al nostro modo di percepire tra il passato nostalgico e un futuro incerto.”  Lorenzo Giusti

Lorenzo Giusti

Lorenzo Giusti

Per Bergamo ritagliarsi uno spazio significativo nella vita culturale nazionale è stato complicato anche a causa della vicinanza a Milano, ma il lavoro di qualità svolto negli ultimi anni l’hanno resa una città turistica, ricca d’arte e d’architettura, le cui mura veneziane sono state recentemente nominate patrimonio dell’Unesco.
La frequentazione del polo culturale di via San Tomaso, dove si trovano sia la GAMec sia l’Accademia Carrara, verrà agevolato durante il trimestre estivo da un unico biglietto che permetterà l’accesso ad entrambe le istituzioni. L’intento del nuovo Direttore e quello del suo staff sarà quello di distinguersi offrendo un’indagine sul “moderno di ricerca”, un moderno non scontato che trovi seguito nei linguaggi della nostra contemporaneità. Il “nostro tempo” sarà infatti il fuoco dell’attività, anche quando i periodo indagati saranno relativi ad un passato più o meno recente.

Il pacchetto di mostre in programma prevede l’apertura dal 7 giugno 2018 della mostra
Gary Kuhen – Il diletto del praticante, curata dallo stesso Giusti, prima mostra dell’artista americano in un’istituzione italiana, a distanza di 50 anni dalla sua unica presenza in una galleria nazionale, Christian Stein a Torino. GAMeC – Gary Keuhn – Il diletto del praticante
Nella stessa giornata, inaugureranno anche: Enchanted bodies /Fetish for freedom, a cura di Bernardo Mosqueira, vincitore della IX edizione del Premio Lorenzo Bonaldi per l’Arte, mostra sperimentale che coinvolgerà 16 artisti internazionali di diverse nazionalità accomunati dall’esperienza della lontananza dal luogo natio. GAMeC – Premio Bonaldi IX
Artist Film International, a cura di Sara Fumagalli e Valentina Gervasoni, rassegna di video arte per la cui decima edizione è stata selezionata l’opera inedita I’m talking to you di Elena Mazzi; La collezione impermanente, prima mostra di un ciclo triennale che riflette sul carattere dinamico della collezione la cui provocatoria campagna pubblicitaria è stata affidata a Dan Perjovschi. GAMeC – La Collezione Impermanente #1

Dopo questo intenso periodo estivo, la stagione autunnale si apre con Black Hole. Arte e matericità tra informe e invisibile, primo capitolo di un ambizioso progetto pluriennale dedicato al tema della materia e orchestrato grazie alla supervisione scientifica di Bergamo Scienza.
GAMeC – Black Hole. Arte e matericità tra informe e invisibile

Premio Bonaldi IX - Maria Loboda

Premio Bonaldi IX – Maria Loboda

Danh Vo, The End, 2014

Danh Vo, The End, 2014

Premio Bonaldi IX - Amalia Pica

Premio Bonaldi IX – Amalia Pica