La giuria internazionale del Premio Fondazione Guido Carbone New Entries 2013 – composta da Emre Baykal, Direttore e Curatore, ARTER Istanbul; Suzanne Cotter, Direttrice del Museu Serralves, Porto; Jochen Volz, Direttore Programmi della Serpentine Gallery, Londra; Laura Viale, artista, membro permanente in rappresentanza della famiglia di Guido Carbone, Bruxelles – ha deciso con parere unanime di premiare, tra le 27 gallerie selezionate per la sezione New Entries, la galleria Antoine Levi di Parigi. Il Premio, consistente in 5.000 euro, è stato assegnato ad Antoine Levi per essersi distinta “per la particolare freschezza ed energia delle proposte”. 

Alcune domande al gallerista Antoine Levi.

ATP: Ti ha sorpreso ricevere il Premio Fondazione Guido Carbone assegnato alle gallerie della sezione New Entries?

Antoine Levi: Si, molto; non perché non ero sicuro del mio progetto ma perché il livello tra le gallerie di New Entries era alto. Come puoi immaginarlo Elena, questo premio ha per me un sapore particolare dopo tutti questi anni passati in Italia e sopratutto a Torino, dove sono nato professionalmente. Più che per la galleria in sé, sono molto felice per Daniel Jacoby e Olve Sande – i due artisti che ho presentato – che hanno lavorato tantissimo per questo progetto.  Il Premio Guido Carbone ci aiuterà ad andare avanti e investire sempre di più su tutti gli artisti della galleria. Questo premio è per loro.

ATP: A parte questa vincita, com’è andata nel complesso la fiera per la tua galleria?

A.L. : Che dire? Meravigliosamente! Oltre al aspetto commerciale, abbiamo fatto nuovi contatti e abbiamo ripristinato altri contatti che avevamo “perso” andando via a Parigi.  L’Italia resta per me una terra molto fertile di amicizie e di rapporti professionali. Per dirti la verità, sto già pensando al progetto del prossimo anno!

ATP: Come ti è parsa questa edizione di Artissima?

A.L. : Molto bella, ben “ricamata” e ben articolata. Mi è piaciuta la fusione tra gallerie affermate o storiche abbinate a gallerie più giovane. Anche il programma dei talks era molto interessante, soprattutto quello curato da Alessandra Donati.  Direi che le prospettive ed aspettative della feria per 2014 saranno alte. 

ATP: Hai seguito One Torino? Cosa pensi di questo progetto esterno alla Fiera?

A.L.: Assolutamente sì. Mi è particolarmente piaciuta la mostra alla GAM curata da Anna Colin. Credo che questo genere di eventi nei quali si integrano partecipazioni da parte di curatori internazionali completi bene ed insista bene sulla qualità e visibilità internazionale della fiera.

Antoine Levi,   New Entry Artissima 2013,   Premio Fondazione Guido Carbone Foto: Francesca Verga

Antoine Levi, New Entry Artissima 2013, Premio Fondazione Guido Carbone Foto: Francesca Verga

Antoine Levi,   New Entry Artissima 2013,   Premio Fondazione Guido Carbone

Antoine Levi, New Entry Artissima 2013, Premio Fondazione Guido Carbone

Antoine Levi,   New Entry Artissima 2013,   Premio Fondazione Guido Carbone

Antoine Levi, New Entry Artissima 2013, Premio Fondazione Guido Carbone

Antoine Levi,   New Entry Artissima 2013,   Premio Fondazione Guido Carbone

Antoine Levi, New Entry Artissima 2013, Premio Fondazione Guido Carbone

Antoine Levi,   New Entry Artissima 2013,   Premio Fondazione Guido Carbone

Antoine Levi, New Entry Artissima 2013, Premio Fondazione Guido Carbone

Antoine Levi con Sarah Cosulich Canarutto,   New Entry Artissima 2013,   Premio Fondazione Guido Carbone

Antoine Levi con Sarah Cosulich Canarutto, New Entry Artissima 2013, Premio Fondazione Guido Carbone