Timur Si-Qin Siliqoon,   MAMbo,   Bologna 2014

Timur Si-Qin Siliqoon, MAMbo, Bologna 2014

Giovedi 20 Marzo presso il MAMbo di Bologna è stata presentata la prima edizione di Siliqoon, label ibrida di produzione e promozione artistica. Gli artisti coinvolti nella residenza presso lo spazio Sandra Natali, sono Alessandro Agudio, Daniel Keller e Timur Si-Qin.

Durante l’incontro hanno raccontato il proprio lavoro muovendosi tra hashtag come #Progress #MassMediatedEcology #Lifestyle #Materiality #Prosumer #NetworkedSociety o #PostHumans, in una conversazione mediata da Andrea Magnani, Zoe De Luca, Bianca Stoppani e Giulia Mengozzi, con interventi di Lelio Aiello (Accademia di Belle Arti, Bologna), Alberto Mazzoni e Amilcare Renzi (Confartigianato).

ATPdiary – in collaborazione con Matteo Mottin – ha fatto qualche domanda ad Andrea Magnani.

Matteo Mottin: Puoi parlarmi di SILIQOON? Come mai avete scelto questo nome?

Andrea Magnani: Siliqoon è una label ibrida di produzione e promozione artistica. Agisce un po’ come un’etichetta musicale supportando però gli artisti per tutto il processo creativo e produttivo dell’opera, fino alla sua esposizione e vendita. La prima esperienza ha visto impegnati gli artisti Alessandro Agudio, Daniel Keller e Timur Si-Qin in un percorso di residenza della durata di un mese presso lo spazio Sandra Natali – MAMbo a Bologna. Collaborando con Confartigianato abbiamo selezionato e messo a loro disposizione le straordinarie capacità produttive di 12 aziende artigiane. Dai cerchioni per la Formula 1 fino all’underwear tecnico, dal plexiglass alla ceramica le possibilità sono veramente infinite. Ora le opere sono in cantiere e con esse la mostra. Siamo alla ricerca dello spazio giusto.

Il nome proviene indirettamente da un’immagine letteraria che ho usato durante un’intervista in cui mi chiedevano velatamente di definire la qualità. La frase in questione è “…la creazione di valore è comunque una questione complicata, come un tubo di silicone, in cui l’interno ed esterno si ribaltano continuamente…” .

Mi piaceva l’idea di creare una sorta di beat mentale astratto in grado di mettermi di fronte all’insondabile. Un’area di transizione della materia in equilibrio tra due diversi stati.

MM: Con quale criterio sono stati selezionati gli artisti coinvolti nel progetto?

AM: Una comune fascinazione verso gli oggetti d’uso e la “materia”, sia reale che simbolica, della quale sono composti. Condividendo con loro quella che è anche la mia ricerca, è stata una scelta naturale.

MM: In che modo avverrà la collaborazione con le aziende e gli artigiani?

AM: Dopo le visite ogni artista ha selezionato una o più aziende con cui lavorare alla produzione del lavoro. Ora, dopo un primo contatto sulla base di un disegno, un 3d o un’idea, proseguiremo passo dopo passo facendo da tramite tra artisti e artigiani sviluppando insieme le migliori soluzioni tecniche e linguistiche.

www.siliqoon.com

Alessandro Agudio Siliqoon,   MAMbo,   Bologna 2014

Alessandro Agudio Siliqoon, MAMbo, Bologna 2014

Siliqoon,   MAMbo,   Bologna 2014

Siliqoon, MAMbo, Bologna 2014

Daniel Keller,   Siliqoon,   MAMbo,   Bologna 2014

Daniel Keller, Siliqoon, MAMbo, Bologna 2014

Timur Si-Qin Siliqoon,   MAMbo,   Bologna 2014

Timur Si-Qin Siliqoon, MAMbo, Bologna 2014