Curandi Katz The Pacifist Library Action #5: Dispersal Biblioteca pacifista azione #5: Dispersione Die pazifistische Bibliothek Aktion #5: Ausbreitung

Curandi Katz The Pacifist Library Action #5: Dispersal Biblioteca pacifista azione #5: Dispersione Die pazifistische Bibliothek Aktion #5: Ausbreitung

Inaugura oggi, 6 settembre, PROLOGUE,  il primo progetto espositivo sotto la direzione artistica di Emanuele Guidi presso ar/ge kunst Galerie Museum di Bolzano.

Part One: References, Paperclips and the Cha Cha Cha /

Stephen Willats, Curandi Katz, Gareth Kennedy, Hope Tucker, Lorenzo Sandoval & S.T.I.F.F. ( 6. Settembre – 31. Ottobre 2013)

Folk Fiction & Critical Anachronisms /  Presentazione di Gareth Kennedy ( 24 Settembre alle ore 19)

Part Two: La Mia Scuola di Architettura /  Gianni Pettena, Pedro Barateiro, Otobong Nkanga, Lorenzo Sandoval & S.T.I.F.F. ( 15. Novembre  2013 – 10. Gennaio 2014)

Prologue è un inizio in due parti strutturate intorno alla volontà di porsi in linea di continuità con la storia di ar/ge kunst e al contempo di ricercare una modalità per proseguirne la narrazione.  

Alcune domande al curatore Emanuele Guidi.

ATP: Uno degli aggettivi con cui hanno presentato il taglio del tuo mandato come direttore artistico di ar/ge kunst, è ‘interdisciplinare’. Quanto conta, dunque,  questa parola nei tuoi progetti futuri?

Emanuele Guidi: Come scrivi tu, è un aggettivo scelto dai membri della commissione che immagino l’abbiano scelto sulla base del percorso che mi ha portato ad operare in campi non strettamente legati alle arti visive: dalla danza contemporanea alla sociologia urbana fino all’attivismo politico. Alla parola ‘interdisciplinare’, preferisco comunque “transdisciplinare” perché da più un’idea delle pratiche a cui sono interessato: cioè che vanno oltre il gesto del combinare discipline individuali, e che escono dalla specificità delle proprie sfere di azione per ricercare linguaggi “nuovi”, con tutti i rischi che questo può comportare. Ad ogni modo è difficile pensare di fare tutto ciò una prerogativa, la vedo più come una conseguenza. Credo che sia la storia di ar/ge kunst, così come il lavoro fatto da Luigi Fassi, si siano mossi in questa direzione. Detto questo, spero chiaramente di continuare con un programma che mi possa far identificare ancora secondo questo taglio.

ATP: Inaugurerai la stagione espositiva con ‘Prologo’. In cosa consiste?

E.G.: Prologo è un progetto espositivo in due parti, la prima inizia a settembre, la seconda a novembre. Questa è stata una scelta dovuta ad una serie di condizioni in cui mi sono trovato ad operare. Tra la nomina e l’inaugurazione sono passati poco più di tre mesi e quindi mi sono concentrato sulla realizzazione di un progetto che potesse presentare alcune delle tematiche che sono centrali nel mio percorso ed anticipare alcune idee che si svilupperanno in futuro. Quindi, Prologo nel senso di “Introduzione”. Visto che nessuno mi conosce in città, ho pensato fosse importante condividere una serie di riferimenti e concetti-chiave che mi interessano e che in un modo o nell’altro, influenzeranno le mie scelte.

Hope Tucker Video still from Vi holder sammen/ We hold together,   2011

Hope Tucker Video still from Vi holder sammen/ We hold together, 2011

ATP: Berlino/Bolzano. Molte (troppe) differenze o il salto non è poi così drastico?

E.G.: È importante dire che continuerò a vivere principalmente in Germania e sarò a Bolzano in concomitanza con la preparazione delle mostre. Quindi non sarà un salto troppo “drastico” e anche se le due città sono molto diverse vorrei leggerle attraverso le loro complementarità più che attraverso le differenze. Bolzano è comunque una città molto ricca in termini di offerta culturale ed artistica e molto complessa per la sua storia contemporanea. Quindi un bel territorio dove poter collaborare con artisti internazionali che sicuramente, verranno anche da Berlino.

  ATP: Progetti futuri per ar/ge kunst?

E.G.: Come ho accennato prima, alcuni idee saranno già presenti nel primo progetto, come la struttura Mutant Matters dell’artista Lorenzo Sandoval e degli architetti S.T.I.F.F. che entrerà a far parte dello spazio di ar/ge kunst e diventerà un “luogo” intorno a cui si svilupperanno alcuni eventi. Tra questi il principale sarà in collaborazione con Gianni Pettena e la sua opera “La Mia Scuola di Architettura” che da anche il titolo alla seconda parte di Prologo. Sempre a Settembre l´artista Irlandese Gareth Kennedy terrà una lecture sul suo concetto di ‘Folk Fiction’. Questa presentazione segue la logica del voler introdurre e condividere un progetto quando ancora non è iniziato e quindi suscettibile all’essere influenzato. Anche per me sarà un momento di approfondimento così come per Gareth la prima visita a Bolzano. Questa darà inizio ad esperienza lunga un anno, fatto di brevi residenze, ricerca e, speriamo, collaborazione con il territorio. Dopo Prologo, inizieremo con una serie di progetti individuali con artisti internazionali ma non vorrei anticipare troppo visto che sto chiudendo il programma in queste settimane. Quello che vorrei sottolineare è che sia con la prima mostra in due parti, che con Kennedy e Pettena, è l’intenzione di andare oltre il formato delle cinque mostre che fino ad oggi sono state sviluppate ogni anno. Mi piacerebbe introdurre temporalità diverse che, necessariamente, devono essere diretta conseguenza dei formati e delle idee sviluppate dagli artisti invitati.

Cha Cha Cha,   book cover,   Stephen Willats

Cha Cha Cha, book cover, Stephen Willats

Lorenzo Sandoval & S.T.I.F.F. Mutant Matters,   2013 Installation view

Lorenzo Sandoval & S.T.I.F.F. Mutant Matters, 2013 Installation view

PROLOGUE,   ar/ge kunst,   2013,   Bolzano

PROLOGUE, ar/ge kunst, 2013, Bolzano

 

Part One: References, Paperclips and the Cha Cha Cha
Stephen Willats, Curandi Katz, Gareth Kennedy, Hope Tucker, Lorenzo Sandoval & S.T.I.F.F.
6. Settembre – 31. Ottobre 2013
Folk Fiction & Critical Anachronisms / Presentazione di Gareth Kennedy
24 Settembre alle ore 19
Part Two: La Mia Scuola di Architettura  ­­ 
Gianni Pettena, Pedro Barateiro, Otobong Nkanga, Lorenzo Sandoval & S.T.I.F.F.
15. Novembre  2013 – 10. Gennaio 2014