Fondazione Achille Castiglioni  - La Stanza dei Tecnigrafi,   Studio Museo Achille Castiglioni,   Milano

Fondazione Achille Castiglioni – La Stanza dei Tecnigrafi, Studio Museo Achille Castiglioni, Milano

ATPdiary continua a proporvi la serie di rubriche dedicate ai programmi espositivi di alcuni tra i più importanti musei, fondazioni e collezioni d’Italia. Abbiamo messo in lista dall’HangarBicocca alla Collezione Maramotti di Reggio Emilia, dal Gamec di Bergamo alla Fondazione Sandretto, dalla Gam di Torino alla Triennale di Milano. Abbiamo chiesto alle varie istituzioni di presentarci un programma di massima per il 2015.

Come è già stato reso noto, il Premio Furla ‘sbarca’ a Milano. Lo scorso novembre c’è stata la presentazione della decima edizione del premio, intitola dalla madrina d’eccezione Vanessa Beecroft, “The Nude Price”. Sono già stati nominati i vincitori – Maria Iorio (Napoli, 1975) e  Raphael Cuomo (Svizzera, 1977), selezionati da Simone Frangi e Virginie Bobin – che parteciperanno, assieme a tutti gli altri vincitori delle passate edizioni, alla grande mostra ospitata dal 5 marzo al 12 aprile, a Palazzo Reale. A marzo 2015 una grande mostra retrospettiva ripercorrera? nelle sale dell’Appartamento di Riserva di Palazzo Reale le dieci edizioni del Premio attraverso le opere dei suoi vincitori. Dieci stanze per dieci artisti: Sislej Xhafa, Lara Favaretto, Sissi, Massimo Grimaldi, Piero Roccasalva, Luca Trevisani, Alberto Tadiello, Matteo Rubbi, Chiara Fumai e il vincitore dell’edizione 2015.

Per le informazioni tuttora rese note ?  Premio FURLA CS MOSTRA

La Triennale di Milano, accanto al programma espositivo canonico che comprende la grande mostra di Germano Celant – Cucina&Ultracorpi – 10 aprile 2015/21 febbraio 2016 –, ha messo in calendario anche la mostra diretta da Edoardo Bonaspetti e curata da Luca Lo Pinto allestita nello Studio Museo Achille Castiglioni, Milano. Il direttore artistico ha invitato Lo Pinto a pensare una mostra in stretta relazione con il pensiero e le opere progettuali di Achille Castiglioni. In mostra circa 18 artisti di diverse generazioni tra cui Carol Rama, Jason Dodge, Martino Gamper, Max Lamb, Lisa Ponti, Charlotte Posenenske, Riccardo Previdi, Thea Djordjadze, Emilio Prini, Mandla Reuter ecc.

Quasi tutti i lavori in mostra, a parti alcuni scelti appositamente, sono prodotti per la mostra. Gli artisti in questi mesi sono stati invitati a supervisionare lo studio museo e da questa esperienza hanno prodotto un lavoro nuovo. Le opere si inseriranno e interagiranno nello spazio. La tipologia di opere sarà molto eterogenee: si va da installazioni minime nello spazio ad altre che invece partono dallo studio di prototipi o oggetti di Castiglioni, altre consistono in lavori performativi, altre ancora sviluppano l’opera a partire dallo studio della luce.

Per quanto riguarda il programma strettamente relativo alla Triennale, si alterneranno: ANIMAlità (13 gennaio – 22 febbraio 2015); “Da SUPERNAPOLI a MILANO – Architetture per un’altra città / Architetture nella città cambiata” (8 – 18 gennaio 2015); “Cucina&Ultracorpi” (10 aprile 2015/21 febbraio 2016); “Arts&Foods” (10 aprile 2015 – 1 novembre 2015).

?  Triennale – Programma 2015

Triennale Di Milano – Cs Animalità_dal 13.01.2015

Triennale Di Milano – CS_Arts_Foods

Joe Colombo Servizio di bordo Alitalia “linea ‘72”,   AJC.0218 1970 Realizzazione 1972 ALITALIA © Ignazia Favata- Studio Joe Colombo,   Milano / Art&Food - Triennale di Milano

Joe Colombo Servizio di bordo Alitalia “linea ‘72”, AJC.0218 1970 Realizzazione 1972 ALITALIA © Ignazia Favata- Studio Joe Colombo, Milano / Art&Food – Triennale di Milano

Poche informazioni per quanto riguarda il PAC di Milano, la stagione contempla una mostra di pittura cinese e altri progetti  dal taglio interdisciplinare (che verranno resi noti a metà gennaio).

Da ricordare la data importante di quello che nel giro di pochissimo tempo si è confermato l’evento più atteso per quanto riguarda l’arte contemporanea in città, il miart diretto da Vincenzo De Bellis. Le date della fiera sono: 10 – 12 aprile 2015. Entro breve saranno rese note anche altri dettagli relativi alla fiera che catalizzerà molte altre mostre e progetti in città.

Per ulteriori informazioni ?  miart CS

Nei giorni dell’opening o subito prima è previsto l’opening all’ Hangar Bicocca della mostra di Juan Mun?oz a cura di Vicente Todolì. Il sabato della stessa settimana ci sarà la notte dedicata all’apertura prolungata delle gallerie milanesi. Ci saranno delle novità sicuramente in Via Stilicone, sede della Galleria Lia Rumma e di Peep-Hole. Per l’intervista che abbiamo da poco pubblicato con Vicente Todolì ?

Sempre nei giorni 11-13 aprile 2015, Milano ospita Milan Image Art Fair, la fiera internazionale d’arte dedicata alla fotografia e al video.

Per ulteriori info ?  CS MIA Fair 2015

Entro pochi giorni verranno rese note altre iniziative legate al miart. Tra queste, l’attesa collaborazione tra la fiera e la Fondazione Trussardi. Bisognerà aspettare fino alla fine di agosto per vedere la mostra curata da Massimiliano Gioni “La Grande Madre”. Per ora abbiamo solo alcune anticipazioni, già ampiamente diffuse dalla stampa.

Per ulteriori informazioni ?  CS – LA GRANDE MADRE

Molto attesa la mostra che inaugura alla Galleria d’Arte Moderna di Milano, “MEDARDO ROSSO. La luce e la materia”, dal 18 Febbraio – 30 Maggio 2015

La Galleria d’Arte Moderna di Milano, in collaborazione con il Museo Rosso di Barzio, dedica a Medardo Rosso una mostra personale costituita da un’ampia selezione delle sue opere per dar conto della sua intera vicenda artistica a 35 anni dall’ultima monografica che Milano ha dedicato allo scultore torinese, ma milanese d’adozione, unico artista italiano della sua epoca ad avere un respiro europeo.

L’esposizione, a cura di Paola Zatti, conservatore responsabile della Galleria d’Arte Moderna di Milano, avrà un percorso tematico che prenderà avvio con quattro delle più significative opere degli esordi di Rosso, tutte realizzate a Milano e presentate in diverse versioni: il Birichino, prima opera comparsa nelle sale di Brera nel 1882, il Sagrestano, soggetto comico e quasi spietato del 1883, la Ruffiana, dello stesso anno, rappresentazione caricaturale, nel solco della tradizione verista e Portinaria, 1890-1905 dal Museo di Belle Arti di Budapest.

Per ulteriori informazioni ?  CS – Medardo Rosso , Milano 2015

Don Siegel fotogramma tratto dal film L’invasione degli Ultracorpi 1956 - Cucina & Ultracorpi,   Triennale di Milano 2015

Don Siegel fotogramma tratto dal film L’invasione degli Ultracorpi 1956 – Cucina & Ultracorpi, Triennale di Milano 2015

Medardo Rosso

Medardo Rosso

Ha collaborato Federica Tattoli