L’unione fa la forza e – luogo comune fondatissimo – a Bologna ne vedremo gli effetti.  Il più evidente è   ART City, il nuovo programma istituzionale nato dalla collaborazione tra Comune di Bologna e BolognaFiere – dal 25 al 27 gennaio 2013 -, con l’intento di creare una forte e (si spera) duratura relazione tra tanti istituzioni, fondazioni, spazi pubblici e privati. Non sono stata alla presentazione stampa, dunque mi limito a districarmi tra gli oltre 50 eventi – tra mostre e iniziative culturali – in città. Senza contare che ‘sbuca’ anche SetUp: nuova fiera d’arte contemporanea indipendente (dal 25 al 27 gennaio con orario serale dalle 18.00  all’01.00), presso la storica Autostazione di Bologna in Piazza XX Settembre 6.

Il week end bolognese dedicato all’arte in realtà inizia giovedì 24 gennaio a Villa delle Rose per la mostra di Bas Jan Ader. Tra due mondi: prima antologica in una sede istituzionale italiana dedicata all’artista olandese. Altro importante appuntamento, venerdì 25 gennaio, l’Ex Ospedale degli Innocenti fa da suggestiva cornice a Add Fire, momento espositivo della nona edizione del Premio Furla con le opere e i progetti dei cinque finalisti selezionati. Alle 19, proclamazione del vincitore.

Vi segnalo alcune tappe tra le tante altre:

Marino Marini: l’arcaico / Museo Civico Archeologico (via dell’Archiginnasio 2, Bologna) Dal 19 gennaio al 10 febbraio 2013. A cura di Gianfranco Maraniello e Alberto Salvadori ?

Al MAMBO / “faccia a faccia” di Mario Ceroli? Fino al 1 aprile 2013 il MAMbo presenta la mostra “faccia a faccia “ di Mario Ceroli rendendo omaggio a uno dei massimi protagonisti della scena internazionale.?L’ampia rassegna antologica, a cura di Gianfranco Maraniello, ripercorre l’intera vicenda creativa del Maestro di origine abruzzese e romano di adozione, configurando una ricognizione rappresentativa della sua inesauribile vocazione inventiva nella sperimentazione della materia e nell’esplorazione di un universo concettuale costantemente riferito alla tradizione della storia dell’arte.?Le 47 opere presentate al MAMbo comprendono alcune delle più celebri installazioni ambientali di grandi dimensioni, oltre a nuovi lavori presentati appositamente in questa occasione.

MASBEDO Gelo / Pinacoteca Nazionale di Bologna (via Belle Arti 56, Bologna) Dal 18 gennaio al 10 febbraio 2013 a cura di Gianfranco Maraniello e Sabrina Samorì. Con Gelo i MASBEDO (Nicolò Massazza e Iacopo Bedogni) espongono negli spazi dedicati alle mostre temporanee della Pinacoteca Nazionale di Bologna tre opere di videoarte tra le più importanti del loro percorso artistico: due videoinstallazioni di grande formato e un video monocanale. Tema centrale della mostra è ciò che gli artisti definiscono “il loro terzo attore”, ovvero la natura.  In occasione di questa mostra, i MASBEDO proietteranno ‘Resusci-Anne #7? Video audio performance alla ?Pinacoteca Nazionale di Bologna (via Belle Arti 56, Bologna)? 25 gennaio 2013 h 22.00

New Future / Museo di Palazzo Poggi (via Zamboni 33, Bologna) Dal 18 gennaio al 17 febbraio 2013 – a cura di Manuela Valentini. La mostra collettiva New Future presenta 13 interventi site-specific realizzati appositamente per gli spazi del piano nobile dello splendido edificio settecentesco di Palazzo Poggi, sede del Museo di Arte e Scienza. Gli artisti esposti sono stati selezionati in seguito alla loro partecipazione al World Event Young Artist di Nottingham (UK) svoltosi nel settembre 2012, con una attenzione rivolta in particolare ai paesi del Mediterraneo: Jessica Lloyd-Jones (UK), Zoe Giabouldaki (Grecia), Alexandros Kaklamanos (Grecia), Martin Vongrej (Slovacchia), Muna Amareen (Giordania), Karmil Cardone (Italia), Giulia Manfredi (Italia), Laura Skocek (Austria), Akram Al Halabi (Siria), Fabrizio Cotognini (Italia), Tzion Abraham Hazan (Israele), Igor Bošnjack (Bosnia Erzegovina), Moussa Sarr (Francia).

Autoritratti I. Nuove Gen(d)erazioni /Accademia di Belle Arti Bologna (sale sotterranee – via Belle Arti 54, Bologna) Dal 18 gennaio al 2 febbraio 2013. A cura di Donatella Lombardo e Giorgia Benedetta Soncin

Un giro di ‘opere permaneti’: David Tremlett. A new light alla Cappella di Santa Maria dei Carcerati? Palazzo Re Enzo, Piazza Nettuno;

CAMPO DEI FIORI di Claudio Parmiggiani alla Biblioteca d’Arte e di Storia di San Giorgio in Poggiale via Nazario Sauro 20/2

La Biblioteca d’Arte e di Storia di San Giorgio in Poggiale via Nazario Sauro 20/2

IL “NOSTRO” PAZ? Esposizione di tavole dai fumetti di Andrea Pazienza, scelte da Emidio Clementi e Gianluca Morozzi.

Al museo Medievale ospita l’originale  Musée de l’OHM,  un museo-opera di Chiara Pergola creato nel 2009 all’interno di un comò del XIX secoloSi segnala che durante i giorni della fiera a partire dalle ore 12:00 fino alla chiusura, una guida sarà presente in sala e la collezione permanente si potrà visitare liberamente. Inoltre, nel corso della Notte Bianca,  Una Presenza Discreta accoglierà i visitatori.

ART CITY si apre anche al CINEMA grazie alla Fondazione Cineteca di Bologna

Dal 25 al 28 gennaio 2013?, molti sale cinematografiche di Bologna (Lumière, Chaplin, Odepn, Roma e Europa Cinema – ospitanouna lunga serie di progetti.

Alcune chicche da rivedere: da Caravaggio di Derek Jarman (venerdì 25, h 16.00, Cinema Chaplin) all’Arca Russa di Aleksandr Sokurov (venerdì 25, h 16.00, Cinema Odeon), da Frank Gehry: creatore di sogni di Sidney Pollack (venerdì 25, h 17.00, Cinema Roma) a Tomorrow del russo Andrey Gryazev (sabato 26, h 23.00, Europa Cinema).

Al Cinema Lumière la performance tra schermo e sala cinematografica Fine della specie / End of Species (venerdì 25 gennaio, h 12.00): un happening lungo 12 ore, destinato alla sala cinematografica come luogo di azione per il quale Zapruder ha invitato una serie di autori (Fanny & Alexander/Luigi De Angelis, Francesco ‘Fuzz’ Brasini, Emanuele Becheri, Riccardo Benassi, Romeo Castellucci, Cristian Chironi, Rinaldo Censi, Flatform, Kinkaleri, Virgilio Villoresi, Zeus) a “intervenire” su porzioni del film di Ejzenštejn Que viva México!.

Sabato, sempre al Lumiére un triplice programma ideato da Martina Angelotti e intitolato Gun Time: PLOT POINT di Nicolas Provost (15′), LKN CONFIDENTIAL di Zimmerfrei (40′) e KEMPINSKI di Neïl Beloufa (14′). Al termine delle proiezioni, la curatrice e i Zimmerfrei incontrano il pubblico dopo la proiezione.

Alle 20, il film che documenta il lavoro del grande artista ?GERHARD RICHTER PAINTING (Germania/2011) di Corinna Belz (97’).

Per il programma completo orarie, costi ecc. vedi il sito web: www.cinetecadibologna.it

Altri appuntamenti / 

ART CITY Performance

Il giudizio delle ladre – Performance di Luigi Presicce e Maurizio Vierucci (Oh Petroleum) in collaborazione con Galleria Bianconi?Istituto “A. Fioravanti” (via Don Minzoni 17, Bologna)? 25 gennaio 2013 h 18.30 – 20.30

Valeria Magli – Pink Loïe (omaggio a ‘danzatrice della luce’ Loïe Fuller) 25 gennaio 2013 h 21.00 – 26 gennaio 2013 h 21.00, 22.00, 23.00

SYNAESTHETIC MODULES: Orfeo + Apparati Effimeri – Accademia di Belle Arti di Bologna (via Belle Arti 54, Bologna) ?26 gennaio 2013 h 19.00 – repliche h 20.30 e 22.30? Performance multimediale di improvvisazione sinestetica, tra musica elettroacustica ed Architectural 3D mapping.

Fuori dalla programmazione di ART CITY, ma comunque (e soprattutto) in città:

Venerdì 25, Interno 4 (via san sigismondo 1) presenta il secondo appuntamento della stagione 2012/2013 con una mostra personale DUE/Il complesso dei pianeti di Diego Zuelli: artista visivo con sede a Bologna, la cui ricerca si sviluppa principalmente tramite l’ausilio della computer grafica.

Sabato 26 gennaio 2013 ore 12? Nosadella.due, in collaborazione con Nomas Foundation e NERO, presenta Italian Conversations – Art in the age of Berlusconi di Fucking Good Art (Rob Hamelijnck e Nienke Terpsma), una riflessione a posteriori sull’esito della residenza itinerante che i due artisti hanno svolto in Italia nel 2011 ponendosi come osservatori esterni della scena culturale italiana.

Sempre sabato inaugura anche lo spazio Ex-Brun Farnespazio con il progettoQuello che non è, (Milano, 1968) di Luca Bertolo –  realizzato con la partecipazione speciale di canecapovolto (gruppo fondato nel 1992 a Catania). Il filo conduttore dei lavori in mostra è il concetto di “cancellazione”.

Domenica 27 gennaio, dalle ore 11, si inaugura la quinta mostra di Casabianca, con gli interventi di Alessandra Andrini, Luca Bertolo, Chiara Camoni e Fabrizio Prevedello. I quattro artisti si misurano con l’idea di autoritratto: un genere o luogo artistico che obbliga come nessun altro a confrontarsi con imbarazzi, egotismo, paure, ipocrisia, piacere, strabismo, mimesi, rigetto, madri e padri..

PARTY**

personal party / giovedì 24 gennaio 2013 ore 22.30 > spazio MenoMale – vicolo de’ Pepoli, 1/A a Bologna

Festicciola con-tra amici composta da vari interventi: David Casini / Andrea Magnani / Stefano Mandracchia / Moira Ricci / dj Spanna aka Corrado Beldì / Sissi

Art City White Night, Sabato 26 gennaio la Galleria Enrico Astuni presenta, dalle ore 22.00 alle ore 1.00 la mostra Between Form and Movements, con Can Altay, Kevin van Braak, Aldo Giannotti, Shaun Gladwell, Maurizio Mochetti, a cura di Emanuele Guidi. Per l’occasione sarà presentato il catalogo e un intervento sonoro di Massimo Carozzi creato per la mostra. All’esterno degli spazi espositivi,  Postcards dell’artista Paolo Parisi, a cura di Lorenzo Bruni.

Buon divertimento! : )

Claudio Parmiggiani Opere nel coro absidale della Biblioteca di San Giorgio in Poggiale Credits (foto di) Claudio Abate

“faccia a faccia” di Mario Ceroli MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna Ritratto Mario Ceroli foto Aurelio Amendola