Stressed Blessed and cofee obsessed, exhibition view - Credits Stefano Maniero, courtesy GALLLERIAPIU e Débora Delmar

Stressed Blessed and cofee obsessed, exhibition view – Credits Stefano Maniero, courtesy GALLLERIAPIU e Débora Delmar

Sei stressato? Il tempo ti sfugge sempre di più e le cose da fare aumentano inesorabilmente? Prendi il tuo pc e corri in un caffè! La connessione c’è, le persone attorno a te impegnate e stanche non mancano. Ad ogni modo si raccomanda un’ingente quantità di caffeina, dicono sia salvifica e porti felicità. Ovviamente e rigorosamente taglia XXL per il tuo coffee to go.

Così, entrando nella prima personale italiana dell’artista messicana Debora Delmar - ospitata  fino al 30 marzo 2019 alla Gallleriapiù di Bologna – ci sembra di essere in uno di quei caffé internazionali, accolti in uno status symbol “democratico”, tendenzialmente molto hipster e cool.
Le grandi aspirazioni, l’immagine di una vita impegnata, si decreta dal tuo ultimo selfie, no? Quindi perché non scattarne subito uno con in mano un caffè? La boiserie in ingresso modifica lo spazio espositivo di Gallleriapiù trasformandola in un luogo brandizzato; le scene dei café raccolte con un Iphone e marcate su legno rappresentano l’idillio dei tempi morti di una pausa tranquilla che in realtà pausa non è.

Una registrazione raccolta in diversi viaggi ed esplorazioni tra Londra, Beijing e Mexico City genera un’atmosfera che riempie lo spazio di presenze, rumori e voci. Il lampadario con scritte al neon illumina la lunga distesa di caffè in cartone seguendo il profilo delle pareti della galleria.
Compagni di innumerevoli “autoritratti”, gli specchi sopra ai quali l’artista fissa dei ritagli di screenshot raccolti su Instagram, diventano a maggior ragione patria per i grandi affezionati dell’hashtag #coffeobsessed.

Stressed Blessed and cofee obsessed, exhibition view - Credits Stefano Maniero, courtesy GALLLERIAPIU e Débora Delmar

Stressed Blessed and cofee obsessed, exhibition view – Credits Stefano Maniero, courtesy GALLLERIAPIU e Débora Delmar

Stressed Blessed and cofee obsessed, exhibition view - Credits Stefano Maniero, courtesy GALLLERIAPIU e Débora Delmar

Stressed Blessed and cofee obsessed, exhibition view – Credits Stefano Maniero, courtesy GALLLERIAPIU e Débora Delmar

L’immagine della cultura del consumo che Debora Delmar ci presenta nasce dal suo esatto opposto, il Caffè letterario. Nato nel Settecento e simbolo di una cultura illuminista che chiedeva una partecipazione eliminando le gerarchie di classe, passato poi in Italia con Pietro Verri ad assumere il nome di un giornale, “Il Caffè”, che aveva come obbiettivo quello di presentare “cose e non parole”, di aprire il linguaggio e rompere con una certa forma di classicismo, fino a trasformarsi in luogo per sperimentazioni politiche e artistiche negli anni che hanno preceduto il primo conflitto mondiale.

La domanda che però a questo punto sorge è chiara: nel riproiettarci in una dimensione contemporanea dei nostri caffé Debora Delmar istituisce una presa di posizione? Come ri-orientare un luogo dalla dimensione tremendamente autoreferenziale in un hub sociale?
Il Total Living contemporaneo è un’immagine generata da un mondo univoco composto da uno stesso linguaggio estetico architettonico, fashion e di design: potrà avere una nuova forma?

L’insorgere di questi punti interrogativi ci permette di attribuire alla scena fittizia creata dell’artista messicana uno statuto intellettuale, e poi senza troppo fingere Gallleriapiù ha davvero al suo interno un bar.

Debora Delmar, Daily Mirror (Instagram Archive), 2019, second room, detail - Credits Stefano Maniero, courtesy GALLLERIAPIU e Débora Delmar

Debora Delmar, Daily Mirror (Instagram Archive), 2019, second room, detail – Credits Stefano Maniero, courtesy GALLLERIAPIU e Débora Delmar

Debora Delmar, Exclusive Provider 1 2 (MarbleDispenser), 2017, detail - Credits Stefano Maniero, courtesy GALLLERIAPIU e Débora Delmar -

Debora Delmar, Exclusive Provider 1 2 (MarbleDispenser), 2017, detail – Credits Stefano Maniero, courtesy GALLLERIAPIU e Débora Delmar

Stressed Blessed and cofee obsessed, exhibition view - Credits Stefano Maniero, courtesy GALLLERIAPIU e Débora Delmar

Stressed Blessed and cofee obsessed, exhibition view – Credits Stefano Maniero, courtesy GALLLERIAPIU e Débora Delmar

Stressed Blessed and cofee obsessed, exhibition view - Credits Stefano Maniero, courtesy GALLLERIAPIU e Débora Delmar

Stressed Blessed and cofee obsessed, exhibition view – Credits Stefano Maniero, courtesy GALLLERIAPIU e Débora Delmar