David Liver occulta e vende il Piccolo Teatro Grassi! installation view

David Liver occulta e vende il Piccolo Teatro Grassi! installation view

La galleria è vuota, a eccezione di un plinto sul quale sono appoggiati dei fogli e di un libro, appoggiato a una parete. I fogli e il testo – intitolato E ora vi chiederete che affare è questo – raccontano l’antefatto e l’opera. Con un gesto duchampiano, David Liver dichiara il Piccolo Teatro Grassi di via Rovello 2 – «immaginato, inteso e percepito come scultura» – occultato e in vendita. La scelta del Piccolo non è casuale, è legata sia a un episodio biografico sia alla rappresentatività del luogo per la città.
Il teatro naturalmente non c’è, è nella sua sede storica, nel centro di Milano; la sua presenza è nascosta ma allo stesso tempo evocata nello spazio espositivo con un atto notarile: se ne può acquistare un’edizione (ce ne sono sette, più due prove d’artista) che, una volta acquisita, in quanto «sovraproprietà e sovrabene non immobiliare», potrà essere mentalmente spostata e ricollocata, esposta e riprodotta. Il Piccolo si moltiplica concettualmente in modo esponenziale, diventa potenzialmente ubiquo pur rimanendo, a tutti gli effetti, fermo al suo posto.
L’operazione concettuale sposta l’accento sull’opera intesa come pura «epifania verbale», e la pone in relazione con analoghi processi di smaterializzazione contemporanei – primo tra tutti quello del denaro – che sembrano eliminare la necessità di equivalenti concreti, sostituendosi a essi, in quanto presenze sufficienti.
Liver lavora da anni sul tema dell’immaterialità, prima con la performance vicina all’azione teatrale e successivamente con progetti nei quali la parola scritta e la narrazione hanno assunto progressivamente un peso sempre maggiore. La forte ironia – e autoironia – che caratterizza il suo approccio è la maniera privilegiata per svelare le contraddizioni del reale e riflettere sulla condizione dell’artista e dell’arte nella società.

NOWHERE, Milano
Fino al 31 marzo 2017

Le citazioni sono tratte da David Liver, E ora vi chiederete che affare è questo, Huskies, Bruxelles, 2017 (in collaborazione con Nowhere Gallery, Milano). Trenta copie hanno dei disegni originali di David Liver.

David Liver occulta e vende il Piccolo Teatro Grassi! installazion view (libro)

David Liver occulta e vende il Piccolo Teatro Grassi! installazion view (libro)

David Liver

David Liver