Carolyn Christov-Bakargiev,   2015. Foto: Ilgin Erarslan Yanmaz. Courtesy: Istanbul Foundation for Culture and Arts (ÝKSV)

Carolyn Christov-Bakargiev, 2015. Foto: Ilgin Erarslan Yanmaz. Courtesy: Istanbul Foundation for Culture and Arts (ÝKSV)

Il Consiglio Direttivo di Fondazione Torino Musei e il Consiglio di Amministrazione del Castello di Rivoli annunciano all’unanimità la nomina di Carolyn Christov-Bakargiev a Direttore GAM – Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea di Torino e Castello di Rivoli – Museo d’Arte Contemporanea.

La sua nomina segue agli incarichi di Danilo Eccher e di Beatrice Merz, che hanno diretto rispettivamente GAM dal 2009 al 2014 e Castello di Rivoli dal 2010 al 2014.

Esprimo profonda soddisfazione per la nomina di Carolyn Christov-Bakargiev”, ha dichiarato Patrizia Asproni, Presidente della Fondazione Torino Musei. “La sua professionalità, la sua esperienza e l’indiscussa autorevolezza maturate in contesti internazionali di grande prestigio saranno le fondamenta su cui si costruirà un nuovo percorso che porterà GAM e Castello di Rivoli a diventare uno tra i più importanti poli d’arte moderna e contemporanea internazionali.

Carolyn Christov-Bakargiev (Ridgewood, New Jersey, 1957), che assumerà l’incarico a pieno regime a partire dal primo gennaio 2016,   è tra i più accreditati curatori di arte contemporanea a livello internazionale. È curatore della 14. Biennale di Istanbul (2015), Distinguished Visiting Professor in Art Theory and Practice a Northwstern University, Chicago (2013-2015) e Getty Visiting Scholar (2015). In precedenza è stata Direttore Artistico di dOCUMENTA 13 (2008-2013), Direttore ad interim del Castello di Rivoli | Museo d’Arte Contemporanea (2009), Direttore Artistico della 16. Biennale di Sidney (2006-2008), Capo Curatore di Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea (2002-2008) e Senior Curator del MoMA P.S. 1 di New York (1999-2001). Ha al suo attivo la curatela di importanti mostre di arte contemporanea, tra le quali dOCUMENTA 13 (2012), Revolutions – Forms That Turn (2008), Faces in the Crowd (2005), William Kentridge (2004), Pierre Huyghe (2004), Franz Kline (2004), The Moderns (2003), Animations (2001), Janet Cardiff: A Survey of Works including collaborations with George Bures Miller (2001), Around 1984: A Look at Art in the Eighties (2000), Greater New York (2000).

Carolyn Christov-Bakargiev è stata scelta tra una rosa di nomi finalisti proposta da una Commissione internazionale formata da Gabriella Belli, Direttore Fondazione Musei Civici di Venezia;  Bernard Blistène, Direttore Musée national d’art moderne – Centre national d’art et de culture Georges Pompidou e Francesco Manacorda, Direttore Artistico Tate Liverpool, al termine di un processo di selezione di 171 candidature.