“Perché il mondo si muove e ha il coraggio di costruire opere contemporanee in città famose, facendole così diventare mete importanti per il turismo e noi siamo ancora qui a scandalizzarci e sostenere che le opere architettoniche contemporanee sono obbrobri, se non addirittura “cessi”, come Vittorio Sgarbi ha definito il Maxxi di Roma.”
Come si fa a definire dei “cacatori di merda” Andy Warhol o Gilbert & George? Ma in che paese viviamo?”

Così ha esordito oggi Franca Sozzani nel suo blog!
Mi sembra una chiara presa di posizione verso il rifiuto di una cultura conservatrice e direi anche reazionaria. Condivido nel dire, basta polemiche e tiriamoci su le maniche.
Ma qui.. altro che darsi da fare e non fare polemiche.
Sgarbi è stato nominato Soprintendente al polo museale di Venezia nonché curatore del Padiglione Italia della prossima Biennale 2011: quali commenti si possono fare?
Se penso che Vittorio Sgarbi definisce ‘superbi’ artisti come Antonio Lopez Garcìa, Werner Tubke, Lino Frongia, Luigi Serafini, Giuseppe Ducrot, Luca Crocicci ecc. Quali commenti si possono fare? OK, non facciamo polemiche!!!
Ma questo Sig.re non potrebbe continuare a fare il prof. nelle trasmissioni come la Pupa e il Secchione? Non potrebbe illuminarci da quei palcoscenici invece che in altri ben più importanti?
Che sperare in un Sign.re che urla, sbraita e insulta?

Mha, per lo meno qualche personalità importante si sdegna.
Insomma, il buon esempio e la cultura si può fare dovunque, carta patinata inclusa!