Spinola banna

Scade il 9 settembre il bando per aderire al workshop, organizzato da GAM di Torino e Fondazione Spinola Banna, dedicato ad artisti italiani under 35. Il bando ha l’obiettivo di selezionare 5 artisti che parteciperanno al secondo anno della nuova forma che la residenza ha assunto: un artista tutor viene individuato dalle due istituzioni, per proporre poi a sua volta un tema nell’ambito di interessi legati all’energia: l’artista è invitato a tracciare le linee guida e un piano di lavoro da svolgersi tra l’autunno e la primavera successiva, in entrambe le sedi. Il primo artista tutor è stata Elena Mazzi, che l’anno scorso ha presentato il progetto Atlante Energetico.

Il workshop si svolgerà in Piemonte in tre fasi (dall’autunno alla primavera): ricerca e analisi del tema proposto, con l’intervento di esperti internazionali; verifica dei progetti elaborati dai partecipanti; esposizione di quanto realizzato in una mostra presso la Fondazione Spinola Banna, assieme anche ad una serie di eventi pubblici alla GAM.

I partecipanti invitati saranno 5, un numero ristretto per fondare una comunicazione profonda tra i tutor e i partecipanti, tramite la discussione e il confronto sulle teorie e sulle tecniche, in piena corrispondenza con la vocazione partecipativa e relazionale del progetto.

Per l’anno 2017/18 gli artisti tutor invitati sono Raffaella Spagna (Torino, 1970, laurea in Scienze Naturali) e Andrea Caretto (Torino, 1970, laurea in Scienze Naturali) con il progetto dal titolo IperPianalto.

Il comitato di selezione che seguirà ogni fase del programma è composto da Gianluca Spinola – Presidente Fondazione Spinola Banna per l’Arte, Carolyn Christov-Bakargiev – Direttore Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea di Torino e Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea, Francesca Doro, Segreteria organizzativa Fondazione Spinola Banna per l’Arte, Elena Volpato, conservatore e curatore GAM, Anna Musini, curatore indipendente.