Entro il 17 giugno dovranno pervenire le domande di partecipazione al bando indetto dal Museo Villa Croce a Genova. Dopo il mandato di Ilaria Bonacossa, impegnatissima su ben altri fronti, ora la poltrona del Museo genovese cerca un nuovo curatore con buone idee che suppliscano un ‘portafoglio’ non troppo generoso: il budget si aggira tra i 70 -80mila euro all’anno. La sfida, dunque, non è delle più facili; con fondi pubblici e sponsor privati il nuovo direttore potrà avere la libertà di gestire un museo avviato da un programma che conta mostre come quelle di artisti italiani, penso all’esordio curatoriale della Bonacossa con Massimo Grimaldi, e artisti internazionali come Julieta Aranda, Tomas Saraceno e Susan Philipsz.

Ricordiamo che il museo d’arte contemporanea di Villa Croce, inaugurato nel febbraio del 1985, è ospitato all’interno di un parco in una villa residenziale del secondo ottocento: ha una collezione permanente di oltre 4.000 pezzi tra cui opere d’arte italiana e straniera, arte genovese e ligure dalla seconda metà del ’900, grafica italiana del secondo ’900 ed il fondo di arte astratta concreta Maria Cernuschi Ghiringhelli.

I punti salienti del BANDO:
– rafforzamento del posizionamento del Museo nell’ambito culturale nazionale ed internazionale;
– attuazione di un programma di esposizioni temporanee di qualità che abbia attenzione anche alla sostenibilità economica del Museo ed all’affluenza di pubblico;
– ampliamento dei contatti nazionali ed internazionali;
– sviluppo di collaborazioni con altre istituzioni culturali, nazionali ed internazionali che operano nell’ambito contemporaneo;
– incremento dell’attività di raccolta fondi per la programmazione, curando rapporti con aziende ed enti

In allegato il bando nella sua interezza. BANDO Museo Villa Croce 2017

Thomas Grünfeld

Genova - Museo d'Arte contemporanea Villa Croce