Pronti per la grande abbuffata? Milano non è mai stata così ‘gustosa’ e appetitosa. Ci sono proposte pubbliche, private, alternative ecc. per tutti i boccati: sia per i buongustai che per coloro che spiluccano qui e là. Fuor di metafora, grazie alla fiera d’arte contemporanea miart capitanata da Alessandro Rabottini, al suo primo mandato, Milano si dimostra piena di vigore ed energia. Nella settimana che via abbiamo ‘preparato’, ogni giorni ci sono mostre e progetti che inaugurano.  Ovviamente abbiamo compiuto una selezione e ci scusiamo sin d’ora per aver tralasciato qualche appuntamento…
Il rendezvous sta per iniziare!

Di seguito gli eventi che segnaliamo, divisi per giornate a partire da lunedì 27.

lunedì 27 marzo

Adrian Paci: The Guardians, curator Gabi Scardi | Basilica di Sant’Eustorgio, piazza Sant’Eustorgio, 1 | vernissage h. 18:00

Negli spazi della celebre basilica milanese, Adrian Paci inaugurerà una mostra indaga le dinamiche sociali e i gesti che più gli sembrano significativi in relazione a luoghi che si occupano di migrazioni, portando al centro delle sue opere la figura umana, insieme al tema del del movimento costante, proprio sia della memoria individuale che delle popolazione attraverso le frontiere geo-politiche.

Outer Space – La prima mostra italiana dedicata ai project space italiani, curator Ginevra Bria; artistic direction Atto Belloli Ardessi | FuturDome, via Paisiello 6

La mostra presenta un percorso curatoriale attraverso progetti inediti, come occasione di incontro con il pubblico e nuove forme di collezionismo. L’obbiettivo, molto chiaro e decisamente forte: “indagare il ruolo di artist-run space e curator-run space italiani per presentarne una panoramica diffusa, contagiosa e finalmente lucida su pratiche, ricerche e approcci dedicati”. Leggi l’intervista alla curatrice e al direttore artistico.

Piero Golia e Diego Perrone on Chris Burden | The Classroom, via Cesare Correnti, 14

“L’iniziativa desidera portare l’artista al centro del discorso sulla storia delle arti, incoraggiando la elaborazione di percorsi e metodologie individuali. La sua missione è quella di lavorare sulla storia delle arti come base dei diversi percorsi formativi e sulle dinamiche attraverso le quali questa storia è scritta, tradotta, diffusa”. Vengono organizzati corsi in cui le lezioni sono pensate e impartite da artisti invitati di volta in volta. Il prossimo progetto di mostra e classe aperta vede la partecipazione di Piero Golia e Diego Perrone on Chris Burden. Leggi l’intervista alla curatrice Paola Nicolin

1+1+1: Eun Mo Chung, Bijoy Jain, George Sowden, curator Marco Sammicheli | Assab One, via Privata Assab, 1

Verranno presentati lavori inediti nati da un periodo di residenza in comune di una pittrice, un architetto e un designer negli spazi di Assab One. Le opere vogliono riflettere e insistere sulla prossimità tra arte, architettura e design.

Premio Acacia 2017: Rossella Biscotti, curator: Gemma De Angelis Testa | Museo del Novecento, Palazzo dell’Arengario, via Guglielmo Marconi, 1.

Santiago Sierra - PAC, Milano 2017

Santiago Sierra – PAC, Milano 2017

martedì 28 marzo

Santiago Sierra: Mea Culpa, curators Diego Sileo, Lutz Henke | PAC Padiglione d’Arte Contemporanea, via Palestro, 14

È la prima grande antologica italiana dedicata all’artista spagnolo nato nel 1966, che riflette da un trentennio sulle condizioni sociopolitiche del nostro tempo, con performance dure e duplici, colme di simbolismo e rimandi culturali, sociali e politici. In mostra ci saranno alcune delle sue opere politiche più importanti e la documentazione di numerose performance, insieme a varie installazioni.

Codice di avviamento fantastico. Alcantara e 6 artisti in viaggio nell’Appartamento del Principe | Stanze dell’Appartamento del Principe, Palazzo Reale

Curata da Davide Quadrio e Massimo Torrigiani, la mostra invita gli artisti Aki Kondo, Michael Lin, Soundwalk Collective, Georgina Starr, Nanda Vigo e Lorenzo Vitturi ad utilizzare il materiale Alcantara®. il percorso espositivo si struttura come una cosmologia di mondi sorprendenti sorti dal rapporto diretto con gli spazi e dislocati lungo le dieci stanze che compongono l’Appartamento del Principe.

mercoledì 29 marzo

Flavio Favelli. Senso 80. Diurno Venezia. Milano | FAI – Diurno di Porta Venezia, piazza Guglielmo Oberdan 

Favelli realizza un progetto site specific per vivificare un ambiente ormai smunto dal tempo e approdare all’evocazione di una memoria storica e all’idea di narrazione, nel celebre albergo diurno progettato da Piero Portaluppi negli anni Venti del secolo scorso.

Anna-Bella Papp, curator Simone Menegoi | Fondazione Arnaldo Pomodoro, via Vigevano, 9

La mostra espone lavori dell’artista romena Anna-Bella Papp (1988) che per l’occasione presenta opere mai esposte in Italia, tra “lavori spiccatamente figurativi, ispirati agli operai edili e ai loro strumenti” e “sculture di carattere più astratto”, in cui compaiono sempre rimandi all’architettura. La mostra è in programma fino al 19 maggio, e a seguire saranno presentate le Project Room di Bruno Botella e di Alis/Filliol, sempre a cura di Simone Menegoi.

Paola Pivi. I’m Tired of Eating Fish, curator Cloe Piccoli | la Rinascente, piazza Duomo – windows

Per la settimana di miart Paola Pivi penserà ad un progetto site specific per le vetrine di un luogo iconico di Milano, la Rinascente in piazza Duomo.

Anna-Bella Papp, Untitled, 2013, clay, 30.8 x 28 x 2.5 cm © the artist and Stuart Shave/Modern Art London copia

Anna-Bella Papp, Untitled, 2013, clay, 30.8 x 28 x 2.5 cm © the artist and Stuart Shave/Modern Art London copia

giovedì 30 marzo

miart 2017 | Preview h. 12:00 (riservato ai possessori di vip card). Opening h. 18:00 (su invito) | fieramilanocity, viale Scarampo, gate 5 – pad. 3

Il cacciatore bianco. Memorie e rappresentazioni africane, curator Marco Scotini | FM Centro per l’Arte Contemporanea, via Piranesi, 10 

Con oltre 40 artisti e più di 120 opere, la mostra presenta un percorso articolato sulle forme di rappresentazione e di ricostruzione della memoria e della contemporaneità africane, attraverso lavori provenienti dalle maggiori collezioni italiane e materiali di archivio sui contesti di presentazione critica ed espositiva, sia italiani che internazionali. Leggi l’intervista al curatore.

venerdì 31 marzo

BRONZE IS NOW. Open Studio / Archive 2016-2017 & Open Studio / Marta Pierobon | Fonderia Artistica Battaglia, via Stilicone, 10

Open studio è un’iniziativa della Fonderia che consente agli artisti di usufruire del suo studio, di eseguire le produzioni con l’assistenza degli esperti dello spazio e infine di presentare le loro opere nei loro ambienti. In occasione di miart ci sarà l’open studio di Marta Pierobon in collaborazione con A Palazzo Gallery di Brescia e BRONZE IS NOW, l’open studio / Archive 2016-2017 con Arianna Carossa, T-yong Chung, Sara Enrico, Tao Kulczycki, Alessandro Pavone, Margherita Raso, Olga Schigal, Alberto Scodro, Elisa Strinna.

Deniz Eroglu: Phantasm, curator: Michele Bertolino, Bernardo Follini, Giulia Gregnanin | Il Colorificio, via Giambellino, 71

Nel nuovo spazio aperto a Milano in via Giambellino gli organizzatori de Il Colorificio presentano una personale dell’artista Deniz Eroglu, che “riflette sul ruolo dell’artista come pensatore, a partire dalla Francia del XVIII secolo ad oggi. Deniz Eroglu indaga con un’installazione contemplativa la posizione dell’artista, sospesa tra impegno politico e impotenza”. Leggi l’intervista ai curatori.

sabato 1 aprile

More Rules for Modern Life, curator: John M Armleder | ECAL/University of Art and Design Lausanne, Spazio Orso, via dell’Orso, 16

Paola Pivi “I and I (must stand for the art)” 2014 Courtesy Galerie Perrotin

Paola Pivi “I and I (must stand for the art)” 2014 Courtesy Galerie Perrotin

OPENING  Gallerie e altri spazi… 

lunedì 27 marzo

Giacinto Cerone. Una nota che non c’è | Montrasio Arte, via di Porta Tenaglia, 1

martedì 28 marzo

1-0-2 Eugenio Barbieri presentato da Dario Guccio e Davide Stucchi | Armada, via Privata Don Bartolomeo Grazioli, 73  

Gabriele De Santis, curator Paola ClericoCase Chiuse #4 , Casa Vautrin/Vudafieri via Melzo, 5

mercoledì 29 marzo

Daniele Innamorato, curator: Giorgio Verzotti | Marsèlleria, via Paullo, 12/a

Jacin Giordano | Otto Zoo, Via Vigevano, 8

Liu Xiaodong | Massimo De Carlo, piazza Belgioioso, 2

Jim Shaw / Jamian Juliano Villani | Massimo De Carlo, via Giovanni Ventura, 5

Armin Boehm | Francesca Minini, via Privata Massimiano, 25

Markus Schinwald. Solo show | Gió Marconi, via Tadino, 20

Brigitte March Niedermair. transition_Giorgio Morandi | Palazzo Borromeo, piazza Borromeo 12

Puppies Puppies & Daniel Albuquerque | Boatos Fine Arts, via Gioberti, 1

Raul Cordero. Words Are Wind | Federico Luger, viale Sabotino, 22

Adrian Paci. The People are Missing | Kaufmann Repetto, via di Porta Tenaglia, 7

Matteo Basilé | Pack, viale Sabotino, 22

Merlin James | Raucci/Santamaria, via Francesco Redi, 23

Massimo Grimaldi | ZERO…, viale Premuda, 46

Gianni Pettena | MEGA, piazza Vetra, 21

giovedì 30 marzo

Domingo Milella: Visioni da un mondo antico | Grimaldi Studio Legale, via privata Fratelli Gobba, 4

Matteo Pugliese, Spiriti Ostinati | special event Milano Art Week – finissage della mostra | Aeroporto di Milano Malpensa

venerdì 31 marzo

Triennale Design Museum X Edizione | La Triennale di Milano, viale Emilio Alemagna, 6

Mario Nigro. Le strutture dell’esistenza | Dep Art, via Comelico, 40

Andrea Anastasio. Arca | Luisa Delle Piane, via Giusti, 24

Verande | Dimoregallery, Circolo Reduci e Combattenti, via Volta, 23

Elio Marchegiani. Io ironicamente io | Primo Marella, viale Stelvio, 66

Testi raccolti da Marco Arrigoni

Albergo Diurno Venezia, Milano Foto di Arenaimmagini.it,2015 © FAI - Fondo Ambiente Italiano copia

Albergo Diurno Venezia, Milano Foto di Arenaimmagini.it,2015 © FAI – Fondo Ambiente Italiano copia

tagged in 1+1+1, 1-0-2, Adrian Paci, Aeroporto Milano Malpensa, Andrea Anastasio, Anna-Bella Papp, Arca, armada, Armin Bohem, Assab One, Atto Belloli Ardessi, Basilica di Sant’Eustorgio, Bernardo Follini, Bijoy Jain, Boatos Fine Arts, BRONZE IS NOW, Chris Burden, Circolo Reduci e Combattenti, Cloe Piccoli, Codice di avviamento fantastico, Daniele Innamorato, Dario Guccio, Davide Quadrio, Davide Stucchi, Deniz Eroglu, Dep Art, Diego Perrone, Diego Sileo, Dimoregallery, Diurno Venezia, Domingo Milella, ECAL/University of Art and Design Lausanne, Elio Marchegiani, Eugenio Barbieri, Eun Mo Chung, FAI – Diurno di Porta Venezia, Federico Luger, Flavio Favelli, FM Centro per l’Arte Contemporanea, Fondazione Arnaldo Pomodoro, Francesca Minini, FuturDome, Gabi Scardi, Gemma De Angelis Testa, George Sowden, Giacinto Cerone, Ginevra Bria, Gio Marconi, Giorgio Verzotti, Giovanni Pettena, Giulia Gregnanin, Grimaldi Studio Legale, Il cacciatore bianco. Memorie e rappresentazioni africane, Il Colorificio, I’m Tired of Eating Fish, Jacin Giordano, Jamian Juliano Villani, Jim Shaw, John M. Armleder, Kaufmann Repetto, La prima mostra italiana dedicata ai project space italiani, La Rinascente, Le strutture dell'esistenza, Liu Xiaodong, Luisa Delle Piane, Lutz Henke, Malpensa, Marco Arrigoni, Marco Sammicheli, Marco Scotini, Mario Nigro, Markus Schinwald, Marsèlleria, Marta Pierobon, Massimo De Carlo, Massimo Grimaldi, Massimo Torrigiani, Matteo Basilé, Matteo Pugliese, Mea Culpa, MEGA, Merlin James, Miart 2017, Michele Bertolino, Montrasio Arte, More Rules for Modern Life, Otto Zoo, Outer space, PAC - Padiglione d'Arte Contemporanea, Pack, Paola Pivi, Phantasm, Piero Golia, Premio Acacia 2017, Primo Marella, Puppies Puppies & Daniel Albuquerque, Raucci/Santamaria, Raul Cordero, Rossella Biscotti, Santiago Sierra, Senso 80, Simone Menegoi, Spazio Orso, Spiriti Ostinati, the classroom, The Guardians, The People are Missing, Triennale, Triennale Design Museum, Triennale Design Museum X Edizione, Una nota che non c’è, Verande, Visioni da un mondo antico, Words Are Wind, Zero...