Volumnia, Piacenza, Courtesy Volumnia
Volumnia, Piacenza, Courtesy Volumnia

Il DucatoPrize inaugura la sua terza edizione con una nuova call – lanciata il primo gennaio e aperta fino al 7 marzo 2021 – dedicata a tutti gli “artisti, nazionali e internazionali, in grado di suscitare attraverso la loro ricerca una riflessione critica sugli aspetti più significativi e contingenti della nostra contemporaneità”.

Fondato nel 2019 del collezionista piacentino Michele Cristella, il premio nasce sia per promuovere l’arte contemporanea, che per valorizzare il territorio del Ducato di Parma e Piacenza. Oltre alla categoria Arte Contemporanea, rivolta ad artisti nazionali e  internazionali, senza limiti d’età, il DucatoPrize si compone anche della sezione Arte Accademia, rivolta “a studenti iscritti presso istituti d’arte, nazionali e internazionali, pubblici e privati, entro i 25 anni di età”: questo per ribadire l’impegno nel sostenere soprattutto il lavoro di artisti emergenti e le ricerche che rientrano nella più stretta contemporaneità.

La giuria di quest’anno è composta da Leonardo Bigazzi, curatore del festival Lo schermo dell’arte di Firenze a partire dal 2008; Zoë De Luca, curatrice indipendente e tra le fondatrici nel 2011 del progetto editoriale indipendente DIORAMA Editions; Marta Papini, curatrice indipendente nominata organizzatrice artistica della Biennale d’Arte di Venezia 2022; Chris Sharp, scrittore e curatore indipendente, fondatore insieme all’artista Martin Soto Climent dello spazio indipendente Lulu a Città del Messico; Paolo Zani, fondatore insieme a Claudia Ciaccio della galleria Zero di Piacenza; infine Collectors Board, gruppo internazionale di collezionisti che opererà assieme alla giuria nell’esaminare i portfolio dei cinquanta artisti selezionati. 

Saranno infatti quaranta gli artisti che concorreranno per la sezione Arte Contemporanea, e dieci, invece, per quella intitolata Arte Accademia. I tre finalisti di entrambe le sezioni accederanno poi alla fase finale, nella quale si decreteranno i due vincitori: nell’edizione 2020 il premio Arte Contemporanea è stato assegnato all’artista Guendalina Cerruti – l’anno precedente, la vincitrice è stata Lito Kattou – mentre Byron Gago si è aggiudicato il premio della sezione Arte Accademia – nel 2019 sono stato premiati Paolo Bufalini, Luca Marcelli e Gaia De Megni. Anche per il DucatoPrize 2021, la giuria si riserva, inoltre, la possibilità di attribuire delle menzioni speciali: così è stato nel 2020 per Pietro Agostoni e Monia Ben Hamouda, vincitori della Menzione Speciale per l’Arte Contemporanea, mentre Clarissa Baldassarri e Giulia Crivellaro si sono aggiudicate quella della sezione Arte Accademia, e per Giulio Scalisi nel 2019, vincitore, come i primi due, della Menzione Speciale per l’Arte Contemporanea.

Come nelle edizioni precedenti, il DucatoPrize si concluderà con l’esposizione delle sei opere finaliste –la mostra sarà visitabile dal 6 giugno all’11 luglio 2021 presso lo spazio Volumnia di Piacenza (ex Chiesa di Sant’Agostino), con opening e proclamazione dei vincitori fissata per il 5 giugno – e l’acquisizione delle opere vincitrici da parte dell’associazione culturale Coil Art Motive, sostenitrice dell’evento insieme alla Fondazione di Piacenza e Vigevano.

DucatoPrize 2021
Iscrizione al premio: apply@ducatoprize.com
Ufficio di segreteria: info@ducatoprize.com

Guendalina, Cerruti, Thanks a Million, 2019
Monia Ben Hamouda, Exhaust, 2018