Stasera, dalle 19 h. presso l’ Istituto Svizzero di Roma – Sede di Milano (Via Vecchio Politecnico 3),  si terrà  DRAFTSMENS FEST 02, curato da Massimiliano Bomba e Francesco De Figueiredo (NERO Magazine).  Sono coinvolti due giovani artisti svizzeri molto talentuosi, Lorenzo Bernet e Jan Vorisek.

Alcune domande ai curatori

ATP: Che succede all’Istituto Svizzero di Roma con sede a Milano?

Massimiliano Bomba/ Francesco De Figueiredo: Oggi, alle 19,  presenteremo il lavoro site specific nato dalla collaborazione di due giovani artisti, Lorenzo Bernet e Jan Vorisek.

ATP: In cosa consiste il Draftsmen’s Fest?

MB/FDF: Draftsmen’s Fest è un display in progress che mette in relazione il disegno inteso come espressione diretta e gestuale e la produzione del suono. Durante ognuno dei 5 appuntamenti milanesi della rassegna, curata da Francesco de Figueiredo e Massimiliano Bomba, vengono presentati progetti sviluppati da artisti e musicisti – svizzeri e internazionali – appositamente per l’Istituto Svizzero a Milano. La rassegna vuole prendere in esame il rapporto sincretico tra l’immagine disegnata e il suono, con un particolare riferimento alla relazione intima e confidenziale che si stabilisce nel momento in cui lo spettatore è coinvolto in maniera frontale: in senso letterale e come metafora dell’impatto immediato che il binomio suono/immagine è capace di attivare.

ATP: Mi racconti in breve la ricerca dei due performer la cui ricerca comune è stata condotta tra cavi, registrazioni in loop, disegni e suoni?

MB/FDF: A partire da una pratica condivisa che trova espressione negli aspetti più specificatamente gestuali tipici del disegno (Bernet) e dell’improvvisazione musicale (Vorisek), i due artisti svizzeri hanno sviluppato il loro progetto concentrandosi prevalentemente sul concetto di scambio. Superando la semplice rappresentazione figurativa di una partitura sonora in immagine, il lavoro che presenteranno si focalizza piuttosto sulle modalità che permettono di tradurre strumenti sonori digitali – come campionamenti, remix e field recordings – in forme visive, e viceversa. Questo scambio sarà attivato anche grazie all’aiuto di un ulteriore medium: manifesti fotocopiati che si comportano da ‘touch screen’, e che attraverso il sampling e la ripetizione mettono a nudo parte del proprio processo di produzione. I lavori dei due artisti sono assimilati e restituiti in un continuum di scambi reciproci, come in un ciclo metabolico che digerisce se stesso. Il risultato finale è un dispositivo aperto: il disegno, che si sovrappone alla superficie del display, e il paesaggio sonoro producono uno spazio in cui momenti distinti, come la fase di produzione e il processo di ricezione, si incontrano.

ATP: Qual è sarà il prossimo appuntamento?

MB/FDF: Il terzo appuntamento del Draftsmen’s si svolgerà il 3 maggio, e vedrà coinvolti Dennis Tyfus e Canedicoda, che presenteranno un lavoro site specific intitolato “I’M HOT!

^^
Lorenzo Bernet (Zurigo, 1986) studia per conseguire un MA alla ZHdK (Zürcher Hochschule der Künste).
Il suo lavoro analizza i metodi di lavoro nei sistemi di economie creative attraverso l’uso di media differenti. Le sue mostre più recenti includono il progetto “Distrattenzione, Online Performance & Edition” per www.no-floor.com; le mostre personali “Twenty Something in Europe”, Pleasant, Copenhagen; Regiopark – Studiolo Furniture” (con Yannic Joray), Kunsthalle Palazzo, Liestal, Svizzera.
Jan Vorisek (Zurigo, 1987) ha studiato fotografia alla ZHdK. Lavora con il suono e l’immagine attraverso la produzione di materiali che partono dal rapporto con lo spazio e che l’artista presenta in formati diversi come mostre, performance ed eventi.
Più di recente si è esibito in spazi off e istituzionali come la Kunsthalle Zürich (con Emanuel Rossetti e Flavio Merlo) e APNews a Zurigo. Ha partecipato a mostre collettive alla Kunsthalle Bern e alla Kunsthalle Charlottenborg, Danimarca. Vorisek è uno dei fondatori e dj in residence del club H.O.M.E. (House Of Mixed Emotions) a Zurigo (con Mathis Altmann e Lhaga Khoondor).
DRAFTSMENS FEST 02

DRAFTSMENS FEST 02

DRAFTSMENS FEST 02

DRAFTSMENS FEST 02